Cinema, Film e Serie Tv

Film Horror: i cult da recuperare su Prime Video

Prime Video ha arricchito il suo catalogo con molti film horror di un tempo, gli stessi che mi hanno fatto appassionare al genere e che ne hanno segnato la storia.

La mia passione per gli horror nasce grazie a mia madre: a cavallo tra gli anni 90 e i 2000, tutte le volte che andava a fare spesa, mi lasciava dal fotografo dirimpetto al supermercato. Lì, sistemati nei raccoglitori, c’erano le copertine dei film che aveva in noleggio, un raccoglitore per ogni genere. Il mio primo approccio ai film horror ce l’ho avuto così, in un raccoglitore dal fotografo.

Oggi vi parlerò di una serie di cult imperdibili per chiunque ama il genere, ma anche per chi vuole vedere qualcosa di diverso rispetto al solito horror pieni di CGI e possessioni demoniache.

La notte dei morti viventi

Questo è il film che, attraverso una trama semplicissima, reinventa e lancia gli zombie. È il primo di una trilogia che, una pellicola dopo l’altra, ci presenta l’invasione degli zombie su scala sempre maggiore. Romero, tra l’altro, attribuisce a questo film dalla trama elementare (un gruppo di persone si rinchiude in una casa per sfuggire all’invasione degli zombie) una serie di chiavi di lettura profonde e critiche: dalla denuncia al razzismo alla condanna all’uso delle armi, compie un lucidissimo ritratto della società americana di quegli anni.

Film Horror: i cult da recuperare su Prime Video

Creepshow

Continuiamo a parlare di Romero, ma stavolta in unione con il re indiscusso del brivido Stephen King per omaggiare i fumetti che leggevano da piccoli. E seguendo proprio questo concetto la storia inizia con un bambino che legge un fumetto e, una dopo l’altra, vediamo prendere vita tutte le storie in esso contenute. Imperdibile è anche la graphic novel pubblicata proprio l’anno scorso da Mondadori, che ne ricalca le storie e la struttura.

La Casa

Sam Raimi da vita ad un grandissimo cult del genere horror, ampiamente omaggiato in innumerevoli pellicole, remake e nell’omonima serie tv.
Cinque ragazzi decidono di prendersi una pausa dalla vita universitaria e di trascorrere un fine settimana in una baita in montagna. La baita, però, risulta essere una casa sgangherata con presenze demoniache. Il film è stato girato con un budget talmente ridicolo che gli attori erano principalmente amici del regista. La Casa sembra proprio sprigionare l’essenza dei film horror: sono considerati di serie B, vengono girati a budget zero, ma diventano indimenticabili.

Freaks

Trattandosi di un film del 1932 forse non è tra i più facili da fruire per chi non è abituato a questo genere di film, ma dopo lo shock iniziale, ne vale sicuramente la pena. Il film parla della vita all’interno di un circo, dove lavorano quelli che sono notoriamente conosciuti come “freaks”, fenomeni da baraccone. In particolare la storia si concentra su Hans, affetto da nanismo, che si innamora dell’affascinante trapezista Cleopatra. Tanto bella fuori quanto marcia dentro, si approfitta dell’amore di Hans per cercare di rubargli i soldi.

horror

Nel film recitano veri circensi e, viene da sé, il film tratta moltissimi argomenti controversi per il tempo – infatti la visione della pellicola fu vietata nella Germania nazista. Non sono nemmeno sicura che fosse nato per essere considerato un horror e infatti si trova in bilico tra il macabro e il drammatico.

Lo Squalo

Questo film non ha bisogno di presentazioni. Non solo tutti lo conoscono, ma la sua colonna sonora è diventata il jingle di ogni momento di tensione tra amici. Anche in questo caso ci troviamo di fronte ad un film che ha spianato la strada a molti film futuri e, la cosa più interessante è che, nel guardarlo oggi, sembra molto di più un film drammatico incentrato sulla psicologia dei personaggi che un film horror.

Suspiria

Non si può non nominare il maestro del brivido nostrano, Dario Argento. Susie, una ballerina americana, si trasferisce in Germania per entrare in una prestigiosa scuola di danza, ma in realtà finisce in un incubo dai toni gotici. Attraverso l’utilizzo del colore e del sonore, Argento ci tiene con il fiato sospeso per tutto il tempo, lanciando qualche indizio ogni tanto sui terribili omicidi che vengono perpetrati.

horror

Hellraiser

Primo film di una saga horror molto prolifica (conta ben 9 film) Hellraiser è un altro cult del genere che non si può perdere. A partire dall’iconico Pinhead fino ad arrivare a Frank, emblema dell’antagonista, il regista Clive Barker ci presenta una pellicola violenta, ricca di sangue e anche graficamente di impatto. Personalmente considero i Supplizianti alcuni tra i figuri più inquietanti conosciuti in un film.

Leggi anche:

40 curiosità sui nostri film horror preferiti
Un trailer per Crucified, l’horror italiano del regista Claudio Lattanzi
Uno studio stabilisce l’horror più spaventoso (lista)

Giada Bastioli

25% libri 25% serie tv 25% paranoie 25% parolacce
Back to top button