Consigli per Gli Acquisti

Esplorare l’universo di Lovecraft oltre le sue opere: una lista di cose che adoriamo

Il 15 Marzo 1937 il mondo perdeva il suo Maestro dell’Horror: a Providence moriva Howard Phillips Lovecraft. La sua leggenda e le sue opere immortali sono però sopravvissute alla prova del Tempo, guadagnando sempre più popolarità e un numero di fan sempre in crescita, anche grazie ad un rinnovato interesse per il genere Weird e una rivalutazione dell’Horror. Ormai le opere ispirate al Solitario sono innumerevoli, e si trovano in ogni forma e per tutti i gusti.

Per chi volesse esplorare gli abissi cosmici oltre le opere del Maestro e leggere e i suoi racconti da prospettive diverse, vi lasciamo una lista delle pastiches lovecraftiane che più abbiamo apprezzato. In caso di dubbio, ricordate: Iä! Iä! Cthulhu fhtagn!

Per gli amanti dell’arte: i manga di Gou Tanabe

Una delle uscite editoriali più interessanti degli ultimi anni, le rivisitazioni dei racconti di Lovecraft da parte del mangaka Gou Tanabe sono opere artisticamente eccellenti e di enorme pregio. Le illustrazioni accattivanti (e terrificanti) e l’interpretazione degli orrori cosmici rendono questi volumi un must per tutti i fan del Solitario di Providence. Tra i migliori, segnaliamo i volumi de Le Montagne della Follia e quello de Il Richiamo di Cthulhu, che danno alle due opere più significative di Lovecraft la giusta importanza e maestosità.

Esplorare l'universo di Lovecraft oltre le sue opere: una lista di cose che adoriamo

Per gli amanti dei comics: i fumetti di Alan Moore

Per chi cerca un approccio peculiare (e controverso) all’universo di Lovecraft, segnaliamo due delle opere più importanti ispirate al Maestro: Neonomicon e Providence, ideati da Alan Moore ed illustrati dal magistrale Jacen Burrows.
Alan Moore offre un punto di vista completamente diverso e rivoluzionario rispetto a quello del Maestro, toccando temi completamente assenti ed estranei nelle sue opere, ma senza mai discostarsene, anzi, omaggiandole nel migliore dei modi. Attraverso una trama noir, Moore e Burrows ci conducono in un viaggio onirico direttamente nelle radici della mitologia lovecraftiana, toccandone anche gli aspetti più spinosi ed oscuri.

Esplorare l'universo di Lovecraft oltre le sue opere: una lista di cose che adoriamo

Per i lettori: Choose Cthulhu

Se pensate che la vostra sanità mentale sia in grado di reggere un’esperienza davvero immersiva, e vivere le avventure degli sventurati protagonisti dei racconti del Maestro passivamente non vi ha soddisfatti completamente, dovreste cimentarvi con i librigame ispirati alle opere più importanti di Lovecraft. Avrete la possibilità di esplorare i sotterranei del manicomio di Arkham, incontrare il pacifico e per nulla inquietante Wilbur Whateley, e provare a sopravvivere alla Casa Stregata. Per chi vuole toccare con mano la follia e vivere un’esperienza interattiva.

Esplorare l'universo di Lovecraft oltre le sue opere: una lista di cose che adoriamo

Per gli amanti del GDR: Il Richiamo di Cthulhu

Ormai giunto alla sua settima edizione, Il Richiamo di Cthulhu è sicuramente il GDR più famoso ispirato alla mitologia lovecraftiana. L’ambientazione classica del gioco prevede di restare con i piedi ben saldati nel New England degli anni ’20, ma altre edizioni e versioni garantiscono esperienze… Fuori da questo mondo. Adatto sia ai neofiti che ai giocatori di ruolo più esperti, Il Richiamo di Cthulhu è il modo perfetto per passare lunghe serate in compagnia di orrori innominabili ed esseri con troppi tentacoli.

Esplorare l'universo di Lovecraft oltre le sue opere: una lista di cose che adoriamo

Per chi ama giocare in solitaria: Arkham Noir

Arkham Noir è un gioco da tavolo investigativo pensato per una sola persona, che dovrà cimentarsi nel ruolo di Lovecraft per indagare su strani avvenimenti per risolvere casi di omicidi, rapimenti, avvistamenti di bestialità varie e altre amenità del genere. Edito da Raven Distribution, ad oggi sono usciti due casi (Gli Omicidi del Culto della Strega e Richiamato dal Tuono) che si ispirano a varie opere del Solitario, e ad Aprile 2021 uscirà anche un terzo cofanetto per i temerari che hanno ancora qualche riserva di sanità mentale. Un misto tra gioco da tavolo e romanzo noir perfetto per chi vuole affrontare gli orrori lovecraftiani completamente in solitaria.

Esplorare l'universo di Lovecraft oltre le sue opere: una lista di cose che adoriamo

Per i turisti: I Luoghi di Lovecraft

I Luoghi di Lovecraft è un meraviglioso volume edito da NPE che rappresenta una guida indispensabile per chi volesse tentare di raggiungere gli ameni luoghi di villeggiatura descritti nelle opere del Maestro, anche quelli che sembrano più irraggiungibili. Dotato di mappe dettagliate ed informazioni specifiche su dove alloggiare (e soprattutto, dove non alloggiare), è l’ideale per chi volesse saperne di più sui luoghi dove si sono svolte le peggiori atrocità mai conosciute dall’uomo. Contiene anche un ricettario molto simpatico per chi volesse addirittura assaggiarle. Con questa sorta di Lonely Planet dell’orrore, potrete imbarcarvi nel più bel viaggio della vostra esistenza (che probabilmente sarà anche l’ultimo, ma dettagli). Ne abbiamo parlato anche qui!

Esplorare l'universo di Lovecraft oltre le sue opere: una lista di cose che adoriamo
smart

Per i videogiocatori: The Shore

Di videogiochi ispirati alle opere di Lovecraft ce ne sono a bizzeffe, e oggi vi parliamo di uno degli ultimi appena usciti: The Shore, acquistabile su Steam, è un videogame dalle ambientazioni straordinarie e di grande impatto, l’ideale per chi cerca un’opera puramente lovecraftiana. Tecnicamente non è uno dei prodotti migliori del mercato, ma rimane comunque un’esperienza imperdibile per i fan del Solitario, che riuscirà ad inquietarvi e a terrorizzarvi sul serio. Nei panni di Andrew, un pescatore, dovrete esplorare un’isola piena di elementi bizzarri ed assurdi, e cercare di ritrovare la vostra figlia perduta. Consigliato a chi cerca qualcosa di nuovo e di assolutamente immersivo.

E per i cinefili?

Anche sui film ispirati alla cosmologia lovecraftiana, ci sarebbero tantissimi esempi di cui parlare. Per quelli ci rivedremo ad un prossimo articolo, dove ne parleremo dettagliatamente. Per ora, potete celebrare l’anniversario della morte del Maestro con il classico dei classici a tema, La Cosa di John Carpenter, film del 1982 che richiama in modo magistrale le atmosfere evocate da Lovecraft nelle sue opere.

E ricordate: Il Culto Vive.

Leggi anche:
Lovecraftesque: l’orrore cosmico come mai è stato affrontato
Underwater: l’influenza di Lovecraft sul film di William Eubank
Arkham Horror: Mother’s Embrace si mostra nel suo primo trailer

Necronomidoll

Divoratrice compulsiva di libri, scrittrice in erba, maladaptive daydreamer. Il Culto Vive.
Back to top button