Fumetti, Comics e Manga

Eiichiro Oda: il profilo Twitter dell’autore muta, partono le teorie più assurde

Hackeraggio, scherzone o presagio?

Un disclaimer per chi non segue One Piece regolarmente: cercherò di evitare più spoiler possibili, quindi non tratterò gli eventi recenti se non per qualche battuta. Ma se non volete spoiler FERMI QUI. Parliamo del profilo Twitter di Eiichiro Oda

Ci siamo resi conto ormai dalla saga di Whole Cake Island che al caro Eiichiro sensei piace mettere moltissima carne al fuoco ma con il Secondo Atto della saga di Wano è difficile non chiedersi se tutto potrà essere gestito nel migliore dei modi.

Un canarino ha cantato. Quel canarino forse è Eiichiro Oda in persona…

Cosa c’è di meglio di un po’ di sana speculazione per distoglierci dalle preoccupazioni?

Che si tratti di un errore o un metodo di marketing poco importa ai fan di One Piece.

Per pochi minuti l’account twitter ufficiale di Eiichiro Oda, @Eiichiro_Staff, ha modificato il proprio layout ed ha condiviso un video che riporta come data del Buster Call il 4 ottobre (giorno di pubblicazione).

Per fortuna alcuni utenti di Reddit sono riusciti a salvare tutto prima che venisse cancellato.

Buster Call

Il passare del tempo e il continuo aumento dei livelli di forza dei personaggi hanno diminuito l’importanza e il terrore che le parole Buster Call dovrebbero incutere.

Per chi non se lo ricorda, il Buster Call è la forma più potente di attacco che la Marina possiede e solo i vertici delle strutture governative hanno la possibilità di richiedere l’attivazione di un Buster Call, con l’ausilio di un Lumacofono d’oro.

Lumacofono d'oro
Bello, ma ci gira Flappy Bird?

Gli unici Buster Call di cui siamo a conoscenza sono: quello che ha spazzato via l’isola di Ohara, lasciando Nico Robin come unica sopravvissuta, e quello di Enies Lobby.

I possibili bersagli

Attenti che qui arrivano gli spoiler.

La Marina è venuta da poco a conoscenza dell’alleanza formata da Big Mom e Kaido, due dei Quattro Imperatori e l’equilibrio di forze si sta sbilanciando, e il Buster Call può essere l’unico modo per fermare questi due pirati. Ma vista la loro forza non sembra credibile che bastino 10 navi da guerra per abbatterli.

L’attacco verso Wano è suggerito dall’ultima conversazione tra Akainu e Sengoku che riconoscono un legame misterioso che collega i più grandi e pericolosi pirati della storia a quell’isola.

Altre teorie vedono come bersaglio più credibile Alabasta, terra natia di Vivi, presa di mira dopo il Reverie anche con l’incidente annunciato nel capitolo 956.

C’è anche la probabilità che lo spoiler del Buster Call si riferisca a qualcosa che esula dal manga.

Nonostante questo continuiamo a teorizzare a nastro su ciò che è accaduto oggi sul profilo Twitter di Eiichiro Oda.

Leggi anche:
Vinsmoke: la misteriosa famiglia di One Piece
One Piece mette il turbo!
Jump Force: convince tutti o solo i fan?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close