Cinema, Film e Serie Tv

Dune, il nuovo film lascia gli spettatori esterrefatti: ‘è come Lotr e Star Wars’

Frank Herbert e i suoi romanzi tornano a farci sognare. L’atteso film tratto dal romanzo Dune ha lasciato esterrefatti gli spettatori a numero chiuso che hanno potuto assistere ad una breve anteprima della pellicola. L’entusiasmo era tale che alcuni di loro, lo hanno paragonato a saghe come “Il Signore degli Anelli” o quella di “Star Wars”. Queste infatti, sono le parole di Brian Clement, scrittore e produttore canadese che ha visionato il filmato riservato a un gruppo di esperti. Pare che l’anteprima abbia mostrato Stellan Skarsgard nei panni del barone Harkonnen, ma anche Jason Momoa, che interpreta Duncan Idaho, e Dave Bautista, impegnato nel ruolo di Glossu Rabban.

Clement ha detto:

Non credo di esagerare quando dico che molte persone avranno la pelle d’oca e le lacrime nel momento in cui vedranno questo film. Credo che questo film stupirà come ha fatto 20 anni fa Il Signore Degli Anelli e 40 anni fa la saga di Star Wars.

Il suo entusiasmo traspare anche dai suoi tweet:

Ecco la mia opinione sul nuovo Dune basata esclusivamente sul footage che mi hanno mostrato (visto che molte persone sono curiose).

Penso che lascerà gli spettatori senza fiato come è stato 20 anni fa per Il Signore degli Anelli, o 40 anni fa per Star Wars. Non è Jodorowsky o Lynch, ma forse Villeneuve ha filmato l’infilmabile.

Tuttavia la produzione gli ha chiesto di rimuovere questi post per svelare il meno possibile.

L’attesa finirà il 18 dicembre di quest’anno. Il film, girato da Denis Villeneuve, annovera nel cast star come Timothée Chalamet, Rebecca Ferguson, Dave Bautista, Stellan Skarsgård, Charlotte Rampling, Oscar Isaac, Jason Momoa, Zendaya, Josh Brolin, Javier Bardem, David Dastmalchian.

Dune era già stato portato sullo schermo da David Lynch nel 1984 e una miniserie del 2000 che vedeva Giancarlo Giannini nel cast. Tra gli attori di “Dune” del 1984 ricordiamo Kyle MacLachlan, Kenneth McMilla, Max von Sydow, Silvana Mangano, Sting. Herbert, morto nel 1986, elogiò il film che in generale, ebbe un buon successo. Staremo a vedere anche se è la volontà di investire con un grosso budget (dimostrabile dal cast ingaggiato) è sintomatico di una produzione dalle aspettative lungimiranti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close