Giochi di Ruolo e Boardgame

Cyberpunk Red: il ritorno del “classico” GdR cartaceo

Una solida preview di cosa aspettarsi dalla nuova edizione del noto GdR

L’annuncio da parte di Project Red, sviluppatore già noto per la saga The Witcher, su Cyberpunk 2077, ha creato un forte hype non soltanto nei videogiocatori. Gli appassionati di GdR di vecchia data, infatti, avranno certamente ricordato alcune delle vecchie glorie della loro passione.

Correva l’anno 1988, e di GdR non se ne vedevano tanti come al giorno d’oggi, quando R. Talsorian Games pubblicò il primo Cyberpunk.

Cyberpunk 2013, poi soppiantato nel 1990 da Cyberpunk 2020, che è stato uno dei GdR più giocati assieme a D&D e Vampiri: La Masquerade, almeno in italia.

Chiunque bazzicasse in questo mondo anche nei primi 2000 ne ha indubbiamente sentito parlare e forse, ci ha pure giocato. Poi, il declino. Talsorian cercò di rilanciare Cyberpunk nel 2008 con una terza edizione, che fu un insuccesso disastroso. Lo stesso anno, peraltro, dell’uscita della quarta, criticatissima, edizione di D&D.

Ottime nuove per i vecchi appassionati di Cyberpunk

La casa editrice, più recentemente, tornata agli antichi fasti grazie alla pubblicazione di The Witcher GdR (una curiosa coincidenza, peraltro, con la storia di Project Red), ha accolto la strizzata d’occhio di Cyberpunk 2077 annunciando una nuova edizione del loro primo prodotto: Cyberpunk Red.

Cavalcando l’onda dell’hype generato dall’attesa del videogame, aiutato tra l’altro dall’apparizione sul palco dell’E3 di Keanu Reeves, Cyberpunk Red porterà la Night City del 2077 sui tavoli da gioco.

Da poco, R. Talsorian ha rilasciato un Jumpstart Kit, una scatola acquistabile in copia fisica soltanto alla GenCon 2019, ma dichiarata attualmente in ristampa ed ottenibile in copia digitale attraverso il servizio di distribuzione “DriveThruRPG”.cyberpunk gdr

Cosa c’è nella scatola misteriosa

La scatola permetterà a chi lo desidera di muovere i primi passi nel nuovo prodotto Cyberpunk attraverso due vademecum di regole ed ambientazione, un set di dadi e dei personaggi pre-generati.

Nella scatola fisica, oltre ai dadi che non sono presenti nel pack digitale, sono inoltre presenti delle mappe quadrettate, e delle sagome da utilizzare su di esse.

Oltre ad un interessante scorcio sull’ambientazione, che racconta l’evoluzione del mondo di Cyberpunk dal 2020 al 2077 (dato che Cyberpunk V3 è stato decanonizzato), il jumpstart racconta il sistema di gioco, che si presenta come un solido old school, che riprende e arricchisce il vecchio interlock system come già è stato fatto per The Witcher GdR.

Interessati a provarlo? Beh, su DriveThruRPG potete ottenere il pack digitale attualmente a per soli 15 dollari, metà del prezzo originale.

E’ vero che è solo una preview, ma costa meno di una pizza e fornisce già abbastanza informazioni per giocare una breve campagna in attesa dell’uscita del gioco completo, in arrivo probabilmente l’anno prossimo, localizzato in italia da Need Games e distribuito da Asmodee.

Leggi anche:
Attila, il GDR che non ti aspettavi
LARP: cos’è il gdr dal vivo e chi sono i larpers?
Gdr cartacei: possono essere considerati arte?

Back to top button