Cinema, Film e Serie Tv

Arriva il trailer di Cursed, la promettente serie Netflix ispirata al mito di Artù (VIDEO)

In molti conosceranno Katherine Langford per il suo ruolo come Hannah Baker in Tredici, lodato dai critici per la sua caratterizzazione, maggiore anche di quella del romanzo originale.
Adesso i fan della serie TV, dell’attrice, ma soprattutto gli amanti del genere fantasy, molto in voga negli ultimi anni, potranno vederla alla prova nei panni di Nimue nella serie TV Cursed. Netflix, la piattaforma che ha commissionato la serie e che la proporrà prossimamente, ha rilasciato il trailer della nuova serie ispirata alla leggenda di Re Artù.

Cursed, la serie Netflix tra curiosità e trama

La sinossi della serie TV, come riportata da Netflix, ci spiega:

In questa rivisitazione della leggenda arturiana, la giovane Nimue si unisce al mercenario Artù per cercare Merlino e consegnare un’antica spada.

L’arma alla quale si riferisce la breve introduzione è ovviamente Excalibur, la spada nella roccia, il cui nome significa ‘in grado di tagliare l’acciaio‘.

Nimue, che fa parte del Popolo Fatato, affronta questo incredibile viaggio dopo la morte della madre, iniziando una vera e propria quest cavalleresca.

La nostra eroina diventerà simbolo di coraggio e ribellione contro i Paladini Rossi e il Re Uther.

Cursed è in sostanza una storia di formazione che affronta argomenti estremamente attuali come il fanatismo religioso, l’insensatezza della guerra, la rovina della natura e il coraggio di affrontare sfide ardue.

La serie TV è direttamente ispirata dal romanzo fantasy illustrato, di genere Young Adult, nato dalla collaborazione fra l’autore, nonché sceneggiatore televisivo Tom Wheeler, e il fumettista Frank Miller, autore ben noto di 300 e Sin City.

Difficile non pensare anche al fortunato Ciclo di Avalon di Marion Zimmer Bradley, un po’ per il setting storico, un po’ per la centralità e l’importanza della figura femminile nelle storie narrate. E questo dettaglio non da poco non può che farci piacere, soprattutto visto il periodo in cui stiamo vivendo.

Back to top button