Cultura e Società

Partecipa a un “Covid Party”, muore per Coronavirus a 30 anni

Il Covid 19 fa parlare di sé dall’inizio del 2020, tutti noi abbiamo avuto modo di parlarne, di leggerne, abbiamo dovuto modificare il nostro modo di vivere, abbiamo perso amici e conoscenti a causa sua, abbiamo rischiato una crisi economica, lo abbiamo visto diffondersi in ogni parte del mondo, eppure c’è ancora qualcuno che non lo considera affatto pericoloso e lo ritiene ancora una semplice influenza o una bufala. Negli Stati Uniti, colpiti da oltre 3 milioni di contagiati e i 137 mila morti, si sono addirittura diffusi i così detti “Covid Party“.

covid party

Cos’è un Covid Party?

I “Covid Party” sono ritrovi organizzati per diffondere la malattia. Vere e proprie feste organizzate da giovani che hanno già contratto il virus o che invitano ragazzi contagiati e che, a volte, prevedono anche un premio in denaro per i partecipanti a chi dimostra per primo di aver contratto il virus. Il tutto con la convinzione di diventare immuni, convinzione non corretta. Alcuni, invece, pensano che tutta la faccenda del virus sia addirittura una bufala.

Secondo una ricerca pubblicata sul Journal of Adolescent Health, un giovane tra i 18-25 anni, su tre può contrarre una forma grave del coronavirus. Essere giovani non è quindi una sicurezza nei confronti di questa malattia. E questi “Covid Party” sono decisamente controproducenti.

Il fatto

Ne è la prova ciò che è avvenuto in Texas dove un trentenne, dopo aver partecipato ad un “Covid Party”, ha contratto il virus ed è deceduto dopo qualche giorno al Methodist Hospital di San Antonio. Le sue ultime parole, rilasciate all’infermiera, sono davvero tristi

Ho fatto un errore. Pensavo che questo virus fosse una truffa, ma mi sono sbagliato.

coronavirus

Questa era una morte decisamente evitabile e ha suscitato la reazione di alcuni medici come Jane Appleby, dottoressa del Methodist Hospital che ha lanciato un appello rivolto soprattutto ai giovani e ai loro “Covid Party”:

L’idea della festa è riunirsi e vedere se il virus è reale e se qualcuno dei presenti viene contagiato. Nessuno di noi e’ invincibile. Per favore, indossate le mascherine, restate a casa quando potete, evitate gli assembramenti e lavatevi spesso le mani.

La notizia è stata diffusa dal NY Times e dal The Guardian.

Leggi anche:
La NASA inventa Pulse, il ciondolo per la prevenzione del coronavirus (FOTO e VIDEO)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button