Guide

Cos’è un’impronta digitale? E come proteggerla dagli hacker

Un’impronta digitale si riferisce alla traccia di dati che lasci quando usi internet. Include i siti web che visiti, le e-mail che invii, i post sui social media, l’iscrizione a una newsletter, il lasciare una recensione online o lo shopping online.

A volte non è sempre evidente che stai contribuendo alla tua impronta digitale. Per esempio, i siti web possono tracciare la tua attività installando cookie sul tuo dispositivo e le app possono raccogliere i tuoi dati senza che tu lo sappia. Una volta che permetti a un’organizzazione di accedere alle tue informazioni, questa potrebbe vendere o condividere i tuoi dati con terzi. Inoltre, le tue informazioni personali potrebbero essere compromesse come parte di una violazione dei dati.

Ci sono due tipi di impronte digitali: Attive e passive.

Impronte digitali attive

Un’impronta digitale attiva è quella in cui gli utenti hanno deliberatamente condiviso informazioni su se stessi – per esempio, attraverso la pubblicazione o la partecipazione a siti di social networking o forum online. Se un utente ha effettuato l’accesso a un sito web attraverso un nome utente o un profilo registrato, tutti i post che ha pubblicato fanno parte della sua impronta digitale attiva. Altre attività che contribuiscono alle impronte digitali attive includono il completamento di un modulo online – come l’iscrizione a una newsletter – o il consenso ad accettare i cookie sul proprio browser.

Impronte digitali passive

Un’impronta digitale passiva viene creata quando vengono raccolte informazioni sull’utente senza che questi sia consapevole di ciò che sta accadendo. Per esempio, questo accade quando i siti web raccolgono informazioni su quante volte gli utenti visitano, da dove vengono e il loro indirizzo IP. Altri esempi di impronte passive sono i siti di social network e gli inserzionisti che usano i tuoi “mi piace”, le tue condivisioni e i tuoi commenti per tracciare il tuo profilo e indirizzarti con contenuti specifici.

Proteggi la tua impronta digitale

Ecco alcuni consigli per proteggere i tuoi dati e gestire la tua reputazione online.

Usate i motori di ricerca per controllare la vostra impronta digitale

Inserisci il tuo nome nei motori di ricerca. Includete il vostro nome e cognome ed eventuali variazioni ortografiche. Esaminare i risultati dei motori di ricerca vi darà un’idea di quali informazioni su di voi sono pubblicamente disponibili. Se uno dei risultati ti mostra negativamente, potresti contattare l’amministratore del sito per vedere se possono rimuoverlo. Impostare Google Alerts è un modo per tenere d’occhio il tuo nome.

Limitare la quantità di dati che condividi

Ogni volta che fornisci le tue informazioni personali a un’organizzazione, allarghi la tua impronta digitale. Aumentate anche la possibilità che una delle organizzazioni che conservano i vostri dati ne faccia un uso improprio o subisca una violazione, mettendo i vostri dati nelle mani sbagliate.

Controlla due volte le impostazioni della privacy

Le impostazioni della privacy sui social media ti permettono di controllare chi vede i tuoi post. Controlla queste impostazioni e assicurati che siano impostate a un livello che ti faccia sentire a tuo agio.

Evita i siti web non sicuri

Assicurati di effettuare transazioni con un sito web sicuro – l’URL dovrebbe iniziare con https:// piuttosto che http:// – la “s” sta per “secure” e indica che il sito ha un certificato di sicurezza. Ci dovrebbe essere anche un’icona a forma di lucchetto a sinistra della barra degli indirizzi. Non condividere mai informazioni confidenziali su siti non sicuri, specialmente i dettagli di pagamento.

Evita di rivelare dati privati su una rete Wi-Fi pubblica

Una rete Wi-Fi pubblica è intrinsecamente meno sicura di quella personale, poiché non sai chi l’ha installata o chi potrebbe osservarla. Evita di inviare informazioni quando usi reti Wi-Fi pubbliche.

Crea password forti e usa un gestore di password

Una password forte ti aiuterà a mantenere la sicurezza su internet. Una password forte è lunga – composta da almeno 12 caratteri e idealmente di più – e contiene un mix di lettere maiuscole e minuscole più simboli e numeri.

Non accedere con Facebook

Accedere a siti web e app usando Facebook è comodo. Tuttavia, ogni volta che accedi a un sito web di terze parti usando le tue credenziali di Facebook, dai il permesso all’azienda di estrarre i tuoi dati utente di Facebook, mettendo potenzialmente a rischio le tue informazioni personali.

Mantenere il software aggiornato

Un software non aggiornato potrebbe ospitare un gran numero di impronte digitali. Senza gli ultimi aggiornamenti, i criminali informatici potrebbero avere accesso a queste informazioni. I criminali informatici possono accedere facilmente ai dispositivi e ai dati di una vittima sfruttando le vulnerabilità del software.

Utilizzare una VPN

Utilizzare una rete privata virtuale, o VPN, può aiutare a salvaguardare la tua impronta digitale. Questo perché le VPN mascherano il tuo indirizzo IP, rendendo le tue azioni online virtualmente irrintracciabili. Questo protegge la tua privacy online e può impedire ai siti web di installare i cookie che tracciano la tua cronologia di navigazione.

Leggi anche:
NOSEiD: la nuova app per ritrovare i nostri amici a quattro zampe
Venere, il pianeta sorprende la comunità scientifica: trovati segni di vita aliena?

Dave

Atipico consumatore di cinema commerciale, adora tutto quello che odora di pop-corn appena saltati e provoca ardore emotivo. Ha pianto durante il finale di Endgame e riso per quello di Titanic. Sostiene di non aver bisogno di uno psichiatra, sua madre lo ha fatto controllare.
Back to top button