Luoghi e Avventure

Cosa Vedere a Palermo: Le Migliori 5 Cose da Fare

Palermo e le sue ricchezze artistiche

La Sicilia è sicuramente un’isola incantevole e tra le città che meritano una sosta c’è Palermo che è ricca di monumenti artistici e offre tanto divertimento ai turisti.

Visitarla tutta richiede senz’altro tempo, ecco perché in questa guida saranno selezionate cinque mete che assolutamente non si possono perdere.

La Cattedrale di Palermo: maestoso esempio della convivenza di più culture

La prima tappa non può non essere la Cattedrale di Palermo, si tratta di un vero e proprio connubio tra stili diversi, questo perché nel tempo, in seguito alle varie dominazioni, ha cambiato volto diventando così essa stessa un crocevia di culture differenti.

La Cattedrale di Palermo in passato era una moschea islamica e solo nel 1072 fu restituita al culto cristiano. All’esterno è presente un ampio portico in stile gotico-catalano mentre all’interno sono custoditi i resti di imperatori, di reali normanno-svevi di Sicilia e la tomba di Santa Rosalia, patrona della città di Palermo. La sua struttura imponente merita sicuramente una sosta.

La Fontana Pretoria

Altrettanto bella e interessante è la Fontana Pretoria, anche conosciuta come la “Fontana della Vergogna” in quanto rappresenta delle divinità nude.

La storia di questa fontana è particolarmente curiosa, infatti inizialmente doveva essere installata a Firenze in quanto commissionata da Don Luigi di Toledo all’architetto Francesco Camillani.

Nel momento in cui la famiglia del committente cadde in disgrazia, le statue della fontana vennero vendute al Senato di Palermo che quindi ne decide l’installazione, curata dal figlio dell’architetto che l’aveva progettata, a Palermo.

Nel trasporto purtroppo le statue subirono delle rotture, ma nonostante questo la fontana si mostra in tutto il suo splendore.

I mercati di Palermo

Chi ama i borghi, la cultura, la vita che si snoda nelle strade delle città, non può tralasciare una sosta ai mercati di Palermo, per spostarsi tra i vari luoghi è consigliato noleggiare un auto con Enjoy Travel che consente di muoversi liberamente, senza limiti di orari e quindi assaporando la vita reale dei vari quartieri.

Tra i mercati che meritano una sosta c’è la Vucciria che è stato protagonista anche del celebre quadro di Guttuso che ben rappresenta la vita quotidiana dei borghi. Altro mercato molto noto e visitato è Ballarò.

I mercati della città, oltre ad essere caratteristici, consentono anche di fare acquisti e spesso si tratta di veri e propri affari. Trattandosi di un mercato piuttosto frequentato, può essere consigliato prenotare un tour.

Il Duomo di Monreale

Per gli amanti dell’arte a soli 5 km da Palermo c’è un’altra perla da visitare, cioè il Duomo di Monreale, anche conosciuto come Cattedrale di Santa Maria Nuova.

A rendere unica la struttura è la possibilità di percepire i segni delle varie dominazioni che la Sicilia ha vissuto. Ad esempio all’interno della cattedrale, dichiarata patrimonio dell’UNESCO, è possibile notare i mosaici bizantini, il porticato invece è in stile barocco e quindi totalmente diverso, l’altare maggiore risale al Settecento e l’organo al Novecento.

Naturalmente in Sicilia all’arte si unisce la leggenda infatti la stessa narra che la Madonna apparve a un condottiero Normanno e gli indicò dove trovare il tesoro da utilizzare per realizzare l’opera stessa.

La spiaggia di Mondello

Naturalmente la Sicilia non è solo ricca di monumenti, infatti trattandosi di un’isola, ci sono spiagge meravigliose e per chi si trova a Palermo il consiglio è di visitare la spiaggia di Mondello caratterizzata da una sabbia bianchissima e acqua trasparente dove anche i più piccoli possono fare il bagno, a ciò si aggiungono i viali alberati che consentono anche in piena estate di godere della frescura.

Nei dintorni della spiaggia sono presenti numerosi ristoranti, bar e locali tipici in cui assaggiare anche i cibi di strada della Sicilia che sono un’altra parte di questa meravigliosa città che assolutamente non si possono perdere, come le arancine, insieme ovviamente alle pasticcerie dove si possono assaggiare i dolci tipici.

Leggi anche:
‘Non ce n’è coviddi. Salva Mondello con Angela’: il nuovo browser game dell’estate (LINK)
Massimo La Rosa: ‘suono il Trombone per evocare emozioni’
Il Lago di Venere a Pantelleria: Lo Specchio della Dea
Weekend a Lampedusa: cosa fare e come spostarsi sull’isola

Dave

Atipico consumatore di cinema commerciale, adora tutto quello che odora di pop-corn appena saltati e provoca ardore emotivo. Ha pianto durante il finale di Endgame e riso per quello di Titanic. Sostiene di non aver bisogno di uno psichiatra, sua madre lo ha fatto controllare.
Back to top button