Guide

Cosa fare se il cane ha la febbre: sintomi e trattamenti

Non è per niente raro che un cane abbia la febbre, tuttavia rendersi conto di questo sintomo può essere un po’ complicato. Normalmente, la temperatura dei cani si aggira intorno ai 38,5 gradi: qualora fosse superiore, potrebbe essere in corso una patologia, un’infezione batterica o virale o comunque un problema di salute più o meno serio.

Per riconoscere un disagio di questo tipo e ricorrere subito al rimedio più indicato, è importante tenere sotto controllo il comportamento del proprio cane, così da individuare immediatamente una possibile anomalia. Anche per i cani, la febbre è nella maggior parte dei casi la conseguenza di una patologia organica o infettiva, e richiede una terapia adeguata.

Quali sono i sintomi comuni della febbre per un cane

Si può sospettare che un cane abbia la febbre quando presenta alcuni sintomi piuttosto caratteristici, in parte simili a quelli umani: occhi lacrimosi e molto lucidi, naso e orecchie caldi, sonnolenza e debolezza, inappetenza e tremori diffusi. In riferimento al tipo di infezione o alla patologia che può avere provocato la variazione di temperatura, il cane potrebbe avere nausea, vomito, diarrea, tosse e lamentarsi a causa di dolori addominali o muscolari.

Sintomi di questo genere potrebbero essere il chiaro segnale di un’infezione: è quindi necessario rivolgersi subito al veterinario di fiducia perché provveda a prescrivere un’eventuale terapia a base di antibiotici per cani specifici. Si raccomanda al contempo di evitare rigorosamente di somministrare al cane farmaci di uso comune, come la tachipirina, e altri rimedi fai da te, che potrebbero peggiorare la situazione.

Come si misura la temperatura al cane

Misurare la febbre al cane potrebbe comportare qualche problema, poiché il termometro deve essere inserito nel retto, provocando un notevole fastidio all’animale, con reazioni avverse che possono rendere molto difficile riuscire in questo intento.

Al fine di velocizzare al massimo l’operazione, si consiglia di utilizzare un termometro digitale, il quale richiede solo pochi secondi, o di ricorrere in alternativa ad un termometro auricolare, sicuramente meno impattante per l’animale. È importante misurare la febbre diverse volte al giorno, attenendosi alle disposizioni del veterinario e tenendo traccia dei risultati.

Quali sono le principali cause della febbre in un cane

Come si è detto, le cause più comuni che possono provocare la febbre in un cane sono le infezioni di origine virale, batterica, micotica o protozoaria, comprese le patologie tipiche canine, come la rickettsiosi e la leishmaniosi, oltre ad endocarditi, infezioni della prostata e dei reni e tubercolosi, così come un banale raffreddore.

La febbre si manifesta spesso anche dopo avere sottoposto il cane alle comuni vaccinazioni, oppure a seguito dell’ingestione di sostanze tossiche, quali possono essere veleni, concimi e diserbanti, detergenti e farmaci per uso umano.

Talvolta la febbre può riferirsi anche ad una grave patologia: leucemia, linfomi e diverse forme di tumore possono infatti provocare facilmente una variazione della temperatura. In questi casi, la febbre permane a lungo senza una causa evidente, e per arrivare alla diagnosi, il veterinario procederà con una serie di accertamenti ed esami clinici.

Leggi anche:
Benefici scientificamente approvati del possedere un Cane
Perché il tuo cane ti segue ovunque? Esistono varie risposte

Dave

Atipico consumatore di cinema commerciale, adora tutto quello che odora di pop-corn appena saltati e provoca ardore emotivo. Ha pianto durante il finale di Endgame e riso per quello di Titanic. Sostiene di non aver bisogno di uno psichiatra, sua madre lo ha fatto controllare.
Back to top button