Cinema, Film e Serie Tv

Congiura delle Polveri: perché si ricorda il 5 Novembre

Lo storico complotto che ispirò il film V per Vendetta

Oggi è il 5 novembre ed è ormai ricordo di massa grazie al film prodotto e sceneggiato dai fratelli Wachowski (registi della trilogia di Matrix), su soggetto della graphic novel di Alan Moore (Watchmen). Ma da cosa fu ispirato questo progetto cinematografico? Parliamo un po’ de La Congiura delle Polveri

Remember, Remember!
The fifth of November,
the Gunpowder treason and plot;
there is no reason |
why the Gunpowder treason
should ever be forgot.

La congiura delle polveri e il 5 novembre
Un complotto storico avvenuto nel 1605 da un gruppo di cattolici inglesi contro il re Giacomo I d’Inghilterra. Tale complotto fu ideato da Robert Catesby, politico insurrezionalista inglese, e dai compagni Thomas Winter, Jack Wright, Thomas Percy e Guy Fawkes. A costoro si aggiunsero in seguito Thomas Bates, Robert Keyes, Robert Wintour, Christopher Wright, John Grant, Ambrose Rookwood, Everard Digby e Francis Tresham.

Tale complotto aveva come piano quello di far esplodere il 5 novembre, giorno dello State Opening (la cerimonia di apertura del Parlamento Inglese) la Camera dei Lord, così da uccidere il re ed il suo governo o in caso di assenza dopo l’esplosione, del rapimento dei loro figli. Tale piano aveva come obiettivo quello di far insediare una monarchia assoluta di stampo cattolico (in quanto re Giacomo era protestante ed intollerante nei confronti di quest’ultima corrente religiosa).

Il complotto fallì in quanto il 26 ottobre 1605 – a pochi giorni dallo State Opening – fu inviata al Lord Monteagle una lettera anonima che rivelava tutto il piano. Tale lettera fu presentata al re il primo di novembre. Catesby fuggì nello Staffordshire ma fu intercettato e morì in uno scontro a fuoco per poi essere decapitato dopo che il suo corpo fu riesumato. Fawkes fu trovato in possesso di 36 barili di polvere da sparo e fu arrestato e torturato. Mentre tutti gli altri furono impiccati.

congiura delle polveri
Rappresentazione del 5 novembre: la congiura delle polveri. In primo piano Guy Fawkes

V per Vendetta

Questo storico complotto ha ispirato prima il fumetto di Alan Moore, considerato uno dei più grandi capolavori del genere, dopodiché il film, la cui sceneggiatura appunto racconta di un futuro distopico dove dopo grandi scontri bellici, il mondo è governato da partiti nazionalisti in formazione di governi totalitari e dittatoriali, che perseguono oppositori politici e minoranze.

In tale contesto ci si concentra nella situazione del Regno Unito, in quel di Londra, tra il 2005 ed il 2015, in cui il partito Il Fuoco Norreno, grazie al grande consenso popolare, si è insediato al governo guidato dall’Alto Cancelliere Adam Sutler. A questo insediamento è seguita una politica repressiva grazie anche all’istituzione di una polizia segreta e dal controllo di tutti i mass media, nonché da politiche oppressive e proibizioniste.

Questo sistema, nel tempo, viene destabilizzato dal protagonista del film, l’anarchico misterioso V, interpretato magistralmente da Hugo Weaving (l’agente Smith di Matrix appunto) che appunto si cela dietro la maschera di Guy Fawkes, il cui piano è appunto quello di soverchiare la dittatura con un gesto ispirato dal complotto della Congiura delle Polveri, grazie anche all’aiuto di Evey Hammond (Natalie Portman).

Il 5 novembre e la congiura delle polveri del cinema

La pellicola ebbe un enorme successo ma cosa ancora più importante, ha a sua volta ispirato e simboleggiato nella realtà contemporanea diversi movimenti. Queste le parole di Lana Wachowski:

V per Vendetta, che abbiamo scritto e prodotto, è stato un film controverso. Alcuni critici l’hanno trovato anti-americano, schierato con i proletari, rigettato perché violento. E poi invece è entrato nella controcultura, ispirato a giovani e movimenti. La maschera di V è diventata il simbolo di Occupy e Anonymous. Il destino del film è andato ben oltre il debutto in sala. Questo noi vogliamo fare: oggetti d’ arte ottimisti e rivoluzionari.

Arte come forma d’ispirazione e di cambiamento. Questa è l’essenza della cultura.

Non solo V per Vendetta? Il 5 Novembre 1955 è anche un Ritorno… Al passato

Lo so, lo so, siete già stati sommersi da una fiumana di “Remember, remember, the 5th of November” (Ricorda per sempre / il 5 novembre). Data resa celebre dal film ormai divenuto cult V per Vendetta, il 5 novembre però non è soltanto la data della famosa Congiura delle Polveri, orchestrata da Guy Fawkes… O meglio, orchestrata da un quintetto di cospiratori, tra i quali Fawkes è solo il più famoso. Ma lo sapete perché è il più famoso? Sostanzialmente perché è quello che si è fatto beccare ed è stato torturato e arso. Tanto che in Inghilterra, stanotte, qualche ragazzetto avrà celebrato la serata dando alle fiamme un pupazzetto raffigurante il baffuto Fawkes (non sto scherzando, la Guy Fawkes Night si celebra proprio così nel regno unito).

v per vendetta 5 novembre
Una bellissima fan art di V per Vendetta

Ma magari, se siete tra le schiere di persone che ogni 5 novembre indossano la maschera di V, o più probabilmente postano immagini raffiguranti l’iconico volto di Guy Fawkes, queste cose le sapevate già. Ma volete sapere cosa potreste esservi dimenticati?

Andiamo indietro nel tempo, perchè dal 2005, anno di uscita di V per Vendetta, ci serve un salto di ben 20 anni per trovare il titolo che vi voglio ricordare.

Siamo infatti nel 1985, anno in cui Robert Zemeckis dirige Ritorno al Futuro, con Michael J. Fox nei panni di Marty McFly e Christopher Lloyd che interpreta il noto Doc, inventore del viaggio nel tempo. Ed è proprio di questa invenzione che vi voglio rammentare, perché il 5 novembre è la data in cui è avvenuta.

Proprio così. Lo so, si fa parecchia confusione con le date in “Ritorno al futuro”, ma le parole di Doc Emmet Brown sono indimenticabili.

Ecco una data importante nella storia della scienza: 5 novembre 1955. […] Fu il giorno in cui inventai il viaggio nel tempo. Me lo ricordo benissimo: stavo in piedi sul water attaccando un orologio, la porcellana era bagnata, sono scivolato e ho battuto la testa sul lavandino. Quando ho ripreso i sensi, ho avuto una rivelazione… una visione… un’immagine scolpita nella mente… un’immagine di questo. Questo rende possibile viaggiare nel tempo: il flusso canalizzatore!

Dottor Emmet Brown

Ebbene sì. Oggi sarà pure il giorno della congiura delle polveri, di Guy Fawkes e di V… Ma, bontà divina, non mi sembra giusto dimenticarsi del flusso canalizzatore, e dei suoi 1,21 GigaWatt di potenza necessari per spingere la leggendaria DeLorean!

Leggi anche:
La Vendetta dei Sith sconfigge Avengers: Endgame nel sondaggio sul miglior film estivo
Anonymous Italia contro pedopornografia e revenge porn su Telegram
Chi è Corto Maltese, il marinaio romantico di Hugo Pratt

Back to top button