Guide

Come tenere sotto controllo i valori del colesterolo alto?

Spesso sottovalutato e fautore di gravi disturbi cardiovascolari, il colesterolo è un lipide essenziale per l’uomo ed è di origine animale. L’uomo ne produce la maggior parte ma ogni giorno ne assumiamo una piccola quantità con l’alimentazione; le due combinazione rappresentano il fattore principale – una dieta sbagliata o il consumo di cibi pieni di colesterolo – di vari disturbi anche molto gravi.

Tuttavia, dobbiamo fare una distinzione importante, ovvero il colesterolo buono da quello cattivo! La presenza di colesterolo nell’organismo umano è fondamentale ma come per ogni cosa, il troppo stroppia.

Le funzioni principali del colesterolo

La sua presenza nel nostro organismo è di fondamentale importanza perchè svolge molte funzioni:
– è un componente delle membrane cellulari che conferisce la giusta fluidità e stabilità;
– è un precursore ormonale, da cui si possono sintetizzare il cortisone e la vitamina D3 e degli acidi biliari presenti nel fegato che aiutano la digestione dei grassi;
– è fondamentale nello sviluppo embrionale: l’alterazione della biosintesi del colesterolo può portare a delle malformazioni;
– lavora in concomitanza con alcune proteine nel trasporto di sostanza tra le cellule.

Da ciò scaturisce che è un elemento essenziale per la vita degli organismi e dell’uomo, necessario per un buon stato di salute sotto ogni aspetto. Quando parliamo di colesterolo buono e cattivo non ci si riferisce a due sostanze diverse ma ai livelli nel sangue; mediamente, il colesterolo totale nel nostro organismo deve essere inferiori a 200mg/dl. E’ considerato buono quando l’HDL è > 50 mg/dl mentre è cattivo quando il valore supera i 100-120 mg/dl.

Si può tenere sotto controllo il colesterolo?

La risposta è ovviamente si! Chi soffre di gravi disturbi dovuti all’ipercolesterolemia, è buona norma consultare il proprio medico o chi di competenza e seguire le loro indicazioni. Spesso sono consigliati l’uso di integratori e prodotti che ne abbassano i livelli nel sangue, come il Cardionam Integratore per il Colesterolo e simili.

Ma anche una buona alimentazione aiuta nell’intento; la giusta combinazione di cibi e di sostanze consente di controllare i livelli di colesterolo nel sangue senza mai rinunciare a un buon pasto. Tra le diete più consigliate per contrastare l’ipercolesterolemia spicca quella mediterranea. Inoltre, prediligere frutta e verdura, legumi e cereali, fibre vegetali (come l’avena e il farro) e un buon condimento (come l’olio EVO), provvede a un impatto positivo sull’organismo in generale.

Attenzione anche al consumo di carne e in particolare quella rossa, prediligendo la carne bianca e con pochissimo grasso (come il pollo o un taglio magro); il pesce azzurro è invece molto indicato in questa tipologia di dieta soprattutto per coloro che soffrono di colesterolo. Da evitare invece fritture e oli vegetali saturi come quello di palma.

Se a tutto questo si associa una regolare attività fisica o anche solo qualche esercizio da svolgere giornalmente o settimanalmente, si può dire addio al colesterolo cattivo e troppo alto senza rinunciare a troppi piaceri della vita.

Leggi anche:
Stare in forma con i semi: ecco come
Cucinare in modo sano senza perdersi il gusto del fritto
Bacche di Acai: il frutto miracoloso alleato delle donne

Back to top button