Attualità

Come sviluppare un business on line

Sviluppare un business on line non è semplice come si potrebbe pensare. Anzi, ci sono tantissime difficoltà che bisogna superare. Non è certamente un’attività di serie B e, anzi, in un mondo dove si fa tutto sul web, è quasi impensabile credere di poter fare dei soldi ignorando completamente il mondo di internet.

Ma quali sono i consigli da seguire? Eccone alcuni!

Il marketing è un investimento necessario!

Quante volte hai visto un’attività le cui pagine social non sono gestite come si dovrebbe o non aggiornate? Ecco, finché si avrà la concezione che il marketing è una spesa ‘inutile’ e che bisogna fare per forza perché tutti fanno così, è quasi matematico che si viaggia con il freno a mano tirato.

La modalità è molto semplice: se noi prima come utenti pensiamo e agiamo anche in base a ciò che vediamo sui social network, perché quando siamo dall’altra parte – cioè proponiamo un business – pensiamo di trascurare questi aspetti per risparmiare?

Eppure, questa situazione è molto più diffusa di quanto si creda. Perché nella concezione di un imprenditore, il marketing consiste nel volantino e nella locandina. Tutte cose più costose rispetto al web e anche meno efficaci. Ma questo è un altro discorso.

Non bisogna mai dare nulla per scontato

Un altro errore che si fa spesso è quello di dare delle cose per scontato. Capita a tutti, soprattutto quando si è particolarmente competenti in quel settore. Perché, magari, un particolare termine tecnico non viene spiegato e, quindi, l’utente medio non capisce neppure di cosa si sta parlando.

Questo accade anche quando si prepara il libretto delle istruzioni o delle FAQ, magari nel momento in cui a stilarlo è uno che già conosce la materia. Questo discorso vale in tutti i campi: da quelli più tecnici – come la medicina – a quelli sportivi – come il padel – o anche al gioco, ad esempio su come giocare alle slot.

Infatti, proprio per ovviare a questo problema, il più delle volte la scheda tecnica la fa chi non ne capisce molto. Anzi, la persona addetta fa le domande e, poi, l’esperto risponde. In questo modo, si simula la risposta e ciò che l’utente – futuro cliente – può avere in base alla domanda che, di solito, fa.

Il sito web è imprescindibile

Prima abbiamo parlato dei social network, ma neanche sui siti si scherza. Nel senso che ci sono dei portali che non sono neppure adatti per il mobile. Eh sì, proprio in un mondo dove tutto praticamente si fa da mobile e non da desktop, ci sono piattaforme che non hanno una usabilità da smartphone e tablet efficace.

Questo è proprio l’abc di qualsiasi sito web che deve essere costruito. Rispetto a tanti anni fa, bisogna pensare prima al mobile e poi al desktop. Questo richiede degli investimenti che possono essere sostanziosi.

Investimenti, appunto. Non spese. Perché, oggi, l’on line è una ‘spesa’ imprescindibile. Proprio come le bollette e le tasse. Solo che il web marketing può far incrementare il proprio fatturato.

Leggi anche:
I 6 migliori strumenti di digital marketing per far crescere il tuo business
Salvatore Aranzulla: i requisiti per un business online
Come scegliere un valido consulente SEO per il tuo business
Aria: il nuovo incredibile business

Back to top button