Guide

Come organizzare un trasloco in pochi e semplici passi

Il trasloco è l’incubo di chiunque si debba spostare da un’abitazione all’altra e non è un’impresa semplice, anzi, richiede del tempo per l’organizzazione e spesso è fonte di stress. Sono tante le cose a cui pensare, dalla scelte delle scatole e la differenziazione dei materiali, all’imballaggio degli elementi, soprattutto quelli fragili.

Per traslocare da una abitazione all’altra, è buona norma preparare una scaletta e una lista di materiali per organizzare al meglio e con anticipo, suddividendo il tempo che si ha a disposizione e in base ai propri impegni, pur di non trovarsi all’ultimo minuto con una marea di cose da sistemare.

Lista degli oggetti o della mobilia fragile da imballare

Normalmente, i primi punti della lista sarebbero occupati dai materiali che servono per organizzare il trasloco, ma è importante prima di tutto fare una lista di tutti gli oggetti ed elementi fragili così da non rimanere impreparati.

Dunque, la prima cosa da fare è una cernita di tutto ciò che potrebbe rompersi con facilità e contrassegnare gli oggetti con etichette chiare che distinguono le tipologie. In questo modo, non avrete dubbi su dove verranno riposti e come. Qui rientrano mobili con vetri o specchi (armadi, tavoli, credenze), oggettistica varia come vasi di vetro, ceramiche e cristalli.

Materiali che non devono mai mancare

Una volta capito quali e quanti oggetti sono considerati fragili, inizia la lista dei materiali che non devono mai mancare nell’organizzazione di un trasloco. Attenzione, sono necessari in grandi quantità!

In primis le scatole, di varie forme e dimensioni e che siano integre e resistenti – altrimenti rischiate che si rompino e con esse il contenuto. Altro materiale importante e da avere sempre in quantità è la carta per imballaggi, quella a nido d’ape e le pluriball (la carta a pallini che ci piace tanto schiacciare) che sono fondamentali per proteggere gli oggetti fragili.

Scotch a volontà, fondamentale nell’imballaggio, meglio se di quelli forti e appositi per le occasioni -sono reperibili in qualsiasi negozio ben fornito di ferramenta o brico. E’ importante che sia di qualità, evitare che si possano scollare durante il trasporto. Le conseguenze sarebbero disastrose!

Anche un pennarello indelebile è molto utile così da contrassegnare le scatole in base al contenuto o destinazione, così che una volta arrivati nella nuova abitazione non avrete difficoltà a trovare i vari contenuti.

Procuratevi anche dei sacchi in pvt per imballare i vestiti o biancheria varia; sono molto utili per il trasloco ma anche dopo per i cambi stagione, perché lasciano traspirare l’aria e allo stesso tempo proteggono da acari e polvere.

Elimina tutto ciò che è superfluo

E’ vero che in quel momento tutto sembra utile e si pensa di riutilizzarlo anche in futuro, ma spesso è solo una bugia che raccontiamo a noi stessi. Il trasloco è un’ottima occasione per eliminare tutto ciò che non serve o che non ha più un’utilità.

Insomma, è la scusa perfetta per fare un pò di pulizia profonda! Ma non bisogna necessariamente buttare tutto nella spazzatura; grazie a internet, si possono vendere online o regalare tutto ciò che non ha più uno scopo dentro casa nostra ma che potrebbe essere utile per qualcun altro. In tal caso, assicurarsi che sia pulito e in buone condizioni altrimenti, il tentativo potrebbe non aver molto successo.

Leggi anche:
Trasloco da manuale: consigli ed errori da evitare
Guida completa per organizzare un trasloco economico

Back to top button