Guide

Come organizzare una serata tra amici: 5 idee facili e veloci

Con l’arrivo delle stagioni fredde, aumentano le occasioni in cui si preferisce restare a casa con gli amici anziché uscire e sfidare freddo e gelo.

Tra amici, infatti, basta poco per divertirsi anche restando comodamente a casa.

Ciò che conta, quando si profila una serata tra amici, è avere un programma che accontenti tutti i presenti e che permetta di divertirsi senza rimpiangere la scelta di non essere usciti.

Indipendentemente dal numero di persone che si ritrovano in casa, sono tante le cose che si possono fare per trascorrere una serata all’insegna del divertimento e della spensieratezza.

La prima idea che viene in mente è quella di organizzare una cena che fa da preambolo a quella che sarà l’attività principale della serata.

Se non si ha voglia di cucinare, si può ordinare un hamburger di Burger King sul sito di glovoapp per vederselo recapitare a casa nel giro di pochi minuti ancora fumante.

Ma ecco alcune attività da pianificare per passare un’ottima serata tra amici ovviamente sia in inverno che in tutto il resto dell’anno.

Cosa fare a casa tra amici: 5 consigli utili

Dopo aver mangiato, il che basterebbe in molti casi per poter dire di aver passato una bella serata, si possono organizzare tutta una serie di attività che devono tenere conto, ovviamente, delle passioni di ognuno.

L’obiettivo è infatti quello di coinvolgere tutte le persone del gruppo senza che, la prossima volta, qualcuno decida di dare buca al tuo invito.

  1. Guardare una serie televisiva o un film

Sono lontani i tempi in cui, per vedere un film tra amici, si doveva andare da un video noleggio o sperare nell’amico in possesso proprio di quel dvd. Al giorno d’oggi, infatti, ci sono numerose piattaforme, come Netflix, che mettono a disposizione dei propri abbonati una grande varietà di serie tv e di film esclusivi. Niente di meglio per passare almeno due-tre ore tra amici.

  1. Giochi in scatola e videogiochi

Una delle soluzioni più in voga è quella di organizzare una serata tra amici per giocare all’ultimo videogioco uscito o per sfidarsi in uno dei tanti giochi in scatola che non passano mai di moda. Tra questi ci sono gli intramontabili Risiko, Monopoli o Cluedo, ma sul mercato è possibile trovarne veramente di ogni tipo. Tra i giochi, inoltre, non sono da sottovalutare quelli di carte dalle classiche alle fantasy.

  1. Party a tema

Preferire di restare a casa anziché andare per locali, non significa necessariamente fare a meno di festeggiare e di partecipare a un party. Se si dispone di spazi molto grandi e di un numero alto di amici, si può organizzare un party a tema dove invitare anche persone al di fuori dello stretto giro di amicizie. Il grande classico è ovviamente il pigiama party: vero e proprio evergreen quando si parla di feste a tema.

  1. Organizzare un Escape Room

Un altro modo per trascorrere una serata tra amici in casa è quello di trasformare la propria abitazione, o anche solamente una stanza, in una Escape Room.

Ma di cosa si tratta? L’Escape Room è un ambiente in cui viene rinchiuso un gruppo di persone che, grazie all’aiuto di alcuni indizi e a codici nascosti, ha l’obiettivo di trovare una via d’uscita in un determinato arco di tempo. Un gioco di logica che, se ben architettato, farà dimenticare subito ai partecipanti quello che si sono potenzialmente persi rinunciando a uscire di casa. L’alternativa è rappresentata dalla tradizionale Caccia al Tesoro.

  1. Fare un salto nel passato

Soprattutto quando si è amici di lunga data, è molto piacevole ritrovarsi a casa semplicemente per fare due chiacchiere e lasciarsi andare ai vecchi ricordi. Non c’è niente di meglio, infatti, di passare qualche ora intorno a una bottiglia di vino e rivivere momenti trascorsi assieme e magari lontani nel tempo.

Con un po’ di intraprendenza e di volontà, come si vede, è facile pianificare una serata tra amici per divertirsi comodamente a casa propria.

L’ingrediente segreto a volte, però, sta proprio nel programmare nulla e lasciare tutto al caso.

Dave

Atipico consumatore di cinema commerciale, adora tutto quello che odora di pop-corn appena saltati e provoca ardore emotivo. Ha pianto durante il finale di Endgame e riso per quello di Titanic. Sostiene di non aver bisogno di uno psichiatra, sua madre lo ha fatto controllare.
Back to top button