Cinema, Film e Serie Tv

Cina: riaprono i cinema, in programma anche Harry Potter ma non si vedono clienti

Il 2020 è ben lontano dalla fine, ma sappiamo già che sarà ricordato per il Covid-19, meglio conosciuto come Coronavirus. Ormai dichiarato ufficialmente come pandemia, oltre ad aver mietuto già migliaia di vittime, ha rivoluzionato le nostre vite, costringendoci a rinunciare alla maggior parte delle attività quotidiane e anche dei passatempo. Eppure, proprio laddove tutto è cominciato, in Cina, cominciano a vedersi i primi timidi segnali di ripresa. Infatti alcuni cinema hanno ripreso regolarmente la propria attività, ed altri hanno annunciato la prossima riapertura.

In Cina, il palinsesto dei cinema offre anche Harry Potter

Il primo cinema in assoluto a riaprire i battenti è stato il Zhongying Golden Palm, a Urumqi, nella regione dello Xinjiang, lo scorso lunedì 16 marzo, dopo quasi due mesi di inattività. Altri 16 cinema hanno seguito l’esempio, e nuove riaperture sono previste nei prossimi giorni, in particolare nelle regioni dove la situazione sta migliorando a vista d’occhio. Nello Xinjiang, ad esempio, non si registra un nuovo contagio da ben ventisette giorni. Tuttavia ci vorrà del tempo per ritornare alla normalità. Gli incassi sono stati bassissimi, e nel primo giorno di riapertura il Zhongying Golden Palm non ha venduto nemmeno un biglietto, nonostante 22 film in programmazione.

harry potter store

La paura è ancora tanta e la vera sfida sarà riconquistare la fiducia delle persone nel più breve tempo possibile. Al momento sugli schermi vengono proiettati solo grandi classici, tra cui la versione in 4K-3D di Harry Potter e la pietra filosofale, come annunciato dalla Warner Bros su Weido. La programmazione è comunque in continua evoluzione, anche se per il momento sono esclusi nuovi film.

Cinema chiusi in America

Se in Cina cominciano a riaprire i primi cinema, in America assistiamo al percorso inverso, già visto anche in tutta Europa. Il CDC (Centers for Disease Control and Prevention) ha emanato delle linee guida che vietano gli assembramenti con più di 10 persone. La conseguenza è stata inevitabile. Tutte le catene cinematografiche del paese statunitense hanno dovuto sospendere le attività per almeno le prossime due settimane, con prevedibile proroga. D’altronde, oltreoceano l’emergenza è appena cominciata. La riapertura dei cinema sarà una delle tante cose a dirci che l’incubo è finalmente finito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close