Cerebro degli X-Men è realtà (o quasi)

Immaginate un mondo dove comunicare i propri pensieri senza parlare diventa realtà, come nel mondo degli X-Men e della macchina Cerebro costruita dal Prof. Charles Xavier. Questa visione è ora quasi realtà grazie ai ricercatori del GrapheneX-UTS. Hanno creato un sistema a dir poco singolare, capace di trasformare i pensieri silenziosi in testo.

La scienza e la tecnologia fanno bingo: è possibile leggere i pensieri con questo casco

Questa innovazione non solo modifica il nostro modo di interagire con la tecnologia, ma apre nuove possibilità di comunicazione per coloro che sono privati della parola a causa di malattie o infortuni.

Il GrapheneX-UTS Human-centric Artificial Intelligence Centre dell’UTS ha fatto un balzo avanti nella tecnologia, reminiscente delle capacità di Cerebro. Il loro sistema trasforma i pensieri in parole scritte, aprendo nuove frontiere nella comunicazione uomo-macchina. Oltre a controllare arti bionici e interagire con i robot, questa tecnologia potrebbe rendere la comunicazione più fluida e naturale, soprattutto per chi ha limitazioni fisiche.

La ricerca, guidata dal Prof. CT Lin e presentata alla conferenza NeurIPS, utilizza un casco speciale (come quello di Cerebro) con EEG per catturare l’attività cerebrale. Il sistema DeWave converte questi segnali in parole, un enorme passo avanti rispetto alle precedenti tecnologie invasive o ingombranti. Secondo i dati forniti, sono 29 i volontari che hanno letto mentalmente dei passaggi di testo e i segnali del cervello hanno tradotto in testo scritto quello che corrispondeva dall’ EEG.

Questo sviluppo non solo mostra un progresso tecnico, ma solleva anche importanti questioni sociali ed etiche e invita a riflettere sulle sue ampie applicazioni. La possibilità di una comunicazione più inclusiva e accessibile per tutti, specialmente per le persone con disabilità, apre un mondo di possibilità.

Inoltre, ci invita a considerare le implicazioni etiche di queste tecnologie avanzate. Con una precisione in crescita, attualmente al 40%, gli scienziati sono ottimisti nel migliorare ulteriormente questa tecnologia, avvicinandoci sempre di più alla realtà fantastica degli X-Men.

Fonte | UTS – Portable, non-invasive, mind-reading AI turns thoughts into text

Leggi anche:
Marvel Multiverse: l’RPG ha già la sua prima espansione a tema X-Men!

Gianluca Cobucci

"Se c’è in giro una cosa più importante del mio IO, dimmelo che le sparo subito"
Pulsante per tornare all'inizio