Cinema, Film e Serie Tv

C’era una volta a… Hollywood: che partenza!!!

40 milioni di dollari in un weekend!

C’era una volta a… Hollywood, l’ultimo ambizioso progetto scritto e diretto da Quentin Tarantino, è uscito nelle sale statunitensi, registrando una partenza da urlo. Ben 16,8 milioni di dollari incassati solo tra giovedì e venerdì. Secondo le stime ufficiali verranno superati i 40 milioni entro pochi giorni. Ciò non solo rende il film il secondo miglior debutto dopo Il Re Leone (più di 22 milioni), ma anche un record personale del regista.

C’era una volta a… Hollywood, presentato in concorso al festival di Cannes 2019, porta lo spettatore indietro di 50 anni esatti, l’epoca in cui si consumarono i terribili omicidi della famiglia Manson. I due protagonisti Rick Dalton (DiCaprio) stella cadente dell’industria cinematografica, e Cliff Booth (Brad Pitt) il suo stuntman, cercano di trovare la loro strada in una Hollywood divenuta per loro estranea. L’incontro dei due uomini con l’attrice Sharon Tate (Margot Robbie) rivoluzionerà le loro vite, aprendo per loro nuove strade e possibilità.

Ma Hollywood che ne pensa di C’era una volta a… Hollywood?

Le prime recensioni sono tutte piuttosto concordanti, il film di Tarantino ha convinto i magazine americani, che lo hanno definito dolce, frenetico, ma al tempo stesso molto divertente. 

Rispetto ai suoi lavori più datati, in C’era una volta a… Hollywood, Tarantino offre al suo pubblico un’esperienza nuova trattando un tema vecchio. Per la prima volta al centro dell’intreccio non ci saranno eroi o guerrieri (Si pensi a Kill Bill, Bastardi Senza Gloria o anche The Hateful Eight), ma il suo amore per la settima arte. Un film piuttosto intimo in cui viene mostrata un’immagine della mitica età dell’oro del cinema Hollywoodiano: l’epoca di Sergio Leone, Bruce Lee e Steve McQueen.

Leggi anche:
The Hateful Eight: Tarantino boicottato dalla Polizia
Velvet Buzzsaw: Netflix e Cinema d’autore si stringono la mano
Netflix sempre più potente e Hollywood inizia a tremare

StoriediJoe

Io come Stephen King sono convinto di avere un cuore di bambino… La differenza è che, mentre lui asserì di averlo in un vaso di vetro sulla sua scrivania, il mio fortunatamente batte nel mio petto e ciò che più di tutto riesce a farlo accelerare è ascoltare una grande storia. Sono un grande appassionato di cinema, letteratura e serie televisive ed è principalmente di questi argomenti che desidero scrivere e discutere (ma non solo). I miei gusti letterario-cinematografici spaziano dal genere d’avventura all’horror, dalla commedia al dramma, passando per la saggistica. Sono interessato a tutto ciò che abbia una storia da raccontare e delle emozioni da esprimere.
Back to top button