Scienza

C’è una cosa che accomuna i pipistrelli ai cantanti death metal

Sono rimasto perplesso anche io quando ho letto di questa notizia, ma forse chi ne sa più di me di anatomia umana (e non) saprà darci conferme. Avete presente il suono che emettono i pipistrelli? Bene, a quanto pare il modo in cui tale “ringhio” viene emesso è molto più simile al suono emesso dai cantanti death metal in determinati contesti. Ma non solo: chi conosce i suoni gutturali della meravigliosa musica mongola (a proposito, vi consiglio di ascoltare i The Hu), troverà una somiglianza anche con questi.

I pipistrelli e i cantanti death metal usano la stessa conformazione della gola per emettere suoni: la differenza è nella finalità

I pipistrelli sono noti per i loro versi ad alta frequenza. Non tutti sanno però che hanno a repertorio due tipi di suoni. Il primo serve per per eco-localizzare e catturare le prede. Tuttavia, emettono anche chiamate a frequenza molto più bassa per la comunicazione da pipistrello a pipistrello. La struttura nella laringe di un pipistrello che permette loro di produrre questi suoni è la stessa usata dai cantanti death metal per far uscire le note basse. Per molti anni, gli studiosi hanno ipotizzato quali strutture nella laringe di un pipistrello producano frequenze diverse ma solo tramite una ispezione anatomica si è scoperto quanto vi stiamo per dire.

Jonas Håkansson dell’Università del Colorado e i suoi colleghi hanno messo singole laringi sezionate dai pipistrelli di Daubenton (Myotis daubentonii) sotto ad un microfono e le hanno poste al microscopio. Hanno quindi incanalato l’aria attraverso la laringe, simulando come sarebbe uscita dalle fauci di un pipistrello che vocalizza. Questo flusso d’aria ha fatto vibrare la laringe e ha prodotto suoni che i ricercatori hanno catturato con una fotocamera ad altissima velocità. Gli studiosi hanno individuato due strutture laringee responsabili degli estremi alti e bassi della gamma vocale di un pipistrello. Tale gamma vocale si estende su tre o quattro ottave in più rispetto a quella umana.

Hanno scoperto che i richiami di eco-localizzazione ad alta frequenza sono prodotti da membrane vocali sottili e traslucide che poggiano sulle stesse corde vocali. Gli squittii di frequenza più bassa provengono invece da “false corde vocali” che, come ipotizzato, sono le stesse che si utilizzano nei vocalizzi estremi death metal. Una scoperta interessante ma che non stupisce troppo il gruppo di studiosi. Come nei ragni, infatti, esistono degli arti o degli strumenti del corpo adibiti solo ad alcune funzioni.

Leggi anche:
I villain di Batman: i più carismatici degli ultimi film dell’Uomo Pipistrello
Vita da vampiro: i pipistrelli e le loro abitudini
Scoperto il Pipistrello Arancione, una nuova specie già a rischio

Back to top button