Natura e Ambiente

Breaking Bad aiuta gli scienziati con la caccia ai bracconieri di Tartarughe

Il cinema, si sa, si ispira alla vita e, a volte, la vita si ispira al cinema. Così è stato per i ricercatori del Durrell Institute of Conservation and Ecology (DICE) nel Regno Unito e l’organizzazione per la protezione della fauna selvatica Paso Pacifico in Costa Rica.

Breaking Bad aiuta gli scienziati con la caccia ai bracconieri di Tartarughe

Il team di ricercatori si sono ispirati alla trama di Breaking Bad e The Wire per mettere in atto le loro indagini dichiarando:

Su molte spiagge dell’America centrale, i bracconieri distruggono più del 90% dei nidi di tartaruga marina per vendere le uova al commercio illegale di animali selvatici.
Le uova sono introdotte di contrabbando nelle città dove sono consumate come prelibatezze nei ristoranti e nei bar. Questo crimine contro la fauna selvatica è devastante per le tartarughe marine in via di estinzione.

Breaking Bad aiuta gli scienziati con la caccia ai bracconieri di Tartarughe

Lo scopo della ricerca era scoprire se fosse possibile inserire delle esche nei nidi delle uova delle tartarughe marine senza che queste avessero conseguenze negative.

E così è stato. Le finte uova delle tartarughe ricostruite con stampanti 3D e contenenti dei localizzatori GPS, hanno condotto ai bracconieri aiutando a sventare alcuni traffici.

In questo modo è stato possibile mappare il percorso dei bracconieri. Si spera che sia possibile interrompere il commercio e limitare i danni alla fauna.

Breaking Bad aiuta gli scienziati con la caccia ai bracconieri di Tartarughe

Kim Williams-Guillén, il designer originale delle uova ha raccontato che è stata la trama del telefilm cult Breaking Bad, i cui personaggi sistemano dei tracker sui barili di sostanze chimiche, ad ispirarlo.

Ma anche il telefilm The Wire dove sono gli agenti di polizia ad inserire dei dispositivi audio nelle palline da tennis, è stato fonte di ispirazione per gli InvestEGGator.

Il team l’organizzazione per la protezione della fauna selvatica ha dichiarato:

Quando vengono inseriti in veri nidi di tartarughe marine, gli InvestEGGator non possono essere scoperti dai bracconieri e forniscono in tempo reale le mappe delle rotte del contrabbando.
Forti di queste informazioni, intendiamo collaborare con le autorità per smantellare il traffico di uova, sia a livello nazionale che internazionale.

Leggi anche:
Le Favole di Esopo spiegate: la lepre e la tartaruga
Trovati i resti di una tartaruga gigante: è grande quanto una macchina
Leoni Mangiano Bracconieri a Caccia di Corni di Rinoceronte

Back to top button