Attualità

Brand e comunicazione: cosa è cambiato nel 2022

Per un’azienda o un e-commerce è fondamentale essere trovati con i motori di ricerca tramite le parole chiave del proprio business. Questo concerne uno studio preciso del proprio piano di marketing ma soprattutto necessita costanza e periodico aggiornamento. A causa della pandemia, il rapporto prosumer (ovvero produttore-consumatore) è cambiato notevolmente, quindi sono molte le novità che coinvolgono tutta la sfera del branding di un’attività online.

Il Covid-19 ha cambiato l’approccio dei consumatori verso gli acquisti online, un mutamento relazionale con il mondo del web a cui le aziende devono fare attenzione e adattarsi a loro volta. Tutto questo si traduce in nuove strategie di marketing, il cui scopo è quello di raggiungere quanti più utenti anche attraverso altri canali di comunicazione, quali i social network.

L’agenzia di comunicazione integrata Egonewcom ha condiviso con noi alcuni idee sulle modalità con cui approcciarsi attualmente alle esigenze del consumatore.

Come interagiscono i consumatori

Una prima informazione ci viene data su come sia cambiata la ricerca di prodotti e servizi da parte del consumatore e su come siano cambiate le sue abitudini:

  • preferisce metodi di ricerca più veloci: non si affida particolarmente alla ricerca scritta, ma ricerca per immagine;
  • a causa della pandemia, ha sviluppato un contatto più diretto con i canali digitali, quindi con i social e gli influencer. Questo accade soprattutto per le generazioni più giovani;
  • vuole contenuti più veloci e fluidi come ad esempio i video, in grado di suscitare interesse a colpo d’occhio;
  • social network come Instagram e TikTok sono alcuni degli strumenti più in voga utilizzati dai giovani; è molto facile che a ricevere migliaia di visualizzazioni siano proprio individui molto giovani, creando i presupposti per contenuti brandizzati destinati a coetanei.

Questi sono solo alcuni dei modi in cui le modalità di approccio del consumatore, verso il web, sono cambiate negli ultimi anni, ma già sufficienti per dimostrare un adattamento delle strategie di marketing non indifferente.

Quali sono i principali trend di marketing 2022

Un’azienda o un professionista deve saper utilizzare più strumenti digitali, in modo da raggiungere quanti più utenti possibili e non solo, cercare di trattenerli e incentivarne il desiderio di acquisto. L’obiettivo, come sempre, è quello di far conoscere il proprio e valorizzare il proprio brand, nonché i prodotti e/o i servizi dell’attività in questione.

TikTok leader dei social network

Per quanto riguarda i social, Tiktok è considerato leader mondiale e tra i principali strumenti di lavoro sul web. Conta infatti oltre 1 miliardo di utenti tra cui più di 5 milioni solo in Italia. Cosa la caratterizza? Video brevi e coincisi, che coprono ogni fascia di età potenziale grazie alla sua semplicità di utilizzo.

Una piattaforma dinamica che soddisfa tutti i requisiti di ricerca dell’utente medio, che vuole essere sempre di più al centro dell’attenzione. Grazie a questo canale social, i brand possono avere maggiore successo in termini di visibilità in primis e quindi di suscitare interesse; con questi contenuti, l’utente è più invogliato a cercare una determinata azienda sui motori di ricerca.

Instagram segue a ruota

Instagram segue a ruota Tiktok come strumento più utilizzato dagli utenti e conta oltre 1 miliardo di utenti registrati e attivi. Qui, a farla da padroni, sono per lo più le immagini, anche di fruibilità immediata.

E’ quindi molto importante per un’azienda sviluppare strategie di marketing anche con Instagram, così da avere maggiore visibilità e condivisione da parte degli utenti che interagiscono con questo social.

LEGGI ANCHE:
Social Media Marketing: i 7 migliori Tool del 2022
Le nuove tendenze social media marketing 2022

Back to top button