Cinema, Film e Serie Tv

Bleach: Il live action più strano di Netflix

Il live action più strano di Netflix, ve lo racconto nella recensione

Bleach a me non piace. Partiamo da questo semplice concetto per farvi capire che non sono né un’amante del fumetto al quale sarebbe piaciuto qualunque risultato, né tantomeno sono il tipo a cui non sarebbe piaciuto in nessun caso.

Questa recensione parlerà del film, lontano dall’opera di Kubo che molti – stranamente per me – amano, senza aggiungere opinioni riguardo al Bleach manga (proprio come successo per death note tempo fa).

Bleach: IL FILM

ichigoBleach inizia come una storia di fantasmi giapponese.

Il piccolo Ichigo, il nostro protagonista, mentre passeggia con sua madre, incontra una bambina triste che piagnucola sotto la pioggia.
Ovviamente incuriosito, il bambino si avvicinerà ma subito viene aggredito insieme alla madre, da quello che in realtà è uno spirito. La donna rimane uccisa e lascia, al protagonista, un ottimo trauma infantile che lo accompagnerà fino all’adolescenza.

Ichigo cresce come un tipico ragazzo giapponse – da manga; quello che per intenderci gli otaku italiani ed i weeaboo credano esistano davvero – con un padre che non è mai cresciuto, due sorelline gemelle, i capelli arancioni, che vede gli spiriti e picchia i bulli che non rispettano i morti.

Ovviamente, è amatissimo dalla bella della sua classe e stimato da tutti. Durante una notte qualsiasi Ichigo incontra – nella sua camera – Rukia, una shinigami che manda alla Soul Society gli spirit buoni e purifica gli Hollow cattivi a spadate.sorelle di Ichigo Dovete sapere che nel mondo di Bleach gli Shinigami sono spiriti guerrieri con spade e super poteri – che si ricordano di saper volare a metà del manga – che combattono spiriti malvagi.

Rukia però viene ferita da un Hollow e cede i suoi potere ad Ichigo per combattere gli hollow al posto suo.

Il problema è che poi non può riprenderli e quindi tra equivoci e l’apparizione di personaggi secondari, Ichigo diventerà tanto forte da sconfiggere l’hollow che ha ucciso sua madre e battere Renji, ricordandogli che (esattamente come accade nel manga) lui le deve prendere e basta.

Paradossalmente posso affermare che il film mi è piaciuto ed avendo io aspettative bassissime mi sono divertito ed ho apprezzato la pellicola senza se, ma e però.

COSA ASPETTARSI DAL FILM NETFLIX?

Bleach è stranamente godibile e scorrevole. Pur cercando di sintetizzare l’inizio della serie, riesce a dar vita ad un live action che fa venir voglia di leggere il manga stesso.

Siamo molto lontani dal risultato di FullMetal Alchemist, che pur iniziando bene si perde alla fine. E per fortuna siamo anche lontanissimi dallo schifo come Dragon Ball Evolution e Death Note (che sono film brutti a prescindere).

clip film bleachQuesto film può essere apprezzato sia dai lettori del manga sia da chi non lo conosceva per un semplice, piccolissimo dettaglio: l’hanno saputo realizzare.

E lo hanno saputo realizzare perché Bleach fa quello che deve fare:

prende una storia a fumetti, l’adatta al cinema e lo fa senza cercare di strafare e bruciare le tappe.

Come successo per Batman v Superman che hanno messo un Doomsday che si DOVEVANO risparmiare.

Se non siete amanti della serie o non la conoscete affatto vi consiglio di vederlo, anche per farvi un idea su una delle storie più apprezzate uscite su Shonen Jump. Se invece siete amanti di Bleach e volete vedere il film preparatevi ad alcuni shock emotivi come:

Chad Figo.

Rukia con le orecchie enormi.

Byakuya Kuchiki non figo come dovrebbe.

E soprattutto Orihime Inoue mora con le tette piccole.

Bleach: Il live action più strano di Netflix

Ma essendo questo un film Netflix bisogna ringraziare il cielo che non sia uno schifo come quelli a cui ci hanno abituato.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button