Natura e Ambiente

Baobab: le proprietà utili per l’intestino e la digestione

Per noi “occidentali” probabilmente è una novità poco conosciuta o quasi ma per le popolazioni africane, il frutto del Baobab ha rappresentato (e rappresenta ancora) una fonte di sostentamento davvero unica e nutriente.

Il frutto di questa pianta imponente (può raggiungere i 10 metri di diametro e fino ai 20 metri di altezza) si presenta con una “buccia” esterna molto dura, dalla consistenza simile al legno. All’interno possiamo trovare la polpa, che si divide in spicchi (normalmente sono 8 o 10 spicchi), e che contiene numerosi semi.

In questo articolo a cura del blog di rimedi naturali Agolab, tratteremo le proprietà nutritive e depurative del frutto del Baobab sfruttate dalla maggior parte delle persone ma che possono offrire benefici davvero molto interessanti per tutto l’organismo.

La polpa del frutto del Baobab ha una consistenza molto particolare, quasi fosse già disidratata all’interno del frutto: il colore è bianco e il sapore è particolare, leggermente acido (caratteristica che deriva dalla grande presenza di acido citrico).

Frutto del Baobab: le proprietà nutrizionali

Il frutto del Baobab può essere considerato un alimento completo dal punto di vista nutrizionale: infatti contiene carboidrati (sotto forma di zuccheri), proteine e una moderata quantità di grassi (da questo deriva un contenuto calorico non troppo elevato, che permette di consumarlo anche durante regimi dietetici controllati).

Ma è la ricchezza di sostanze nutritive preziose per il nostro organismo a rendere particolarmente interessante questo frutto: infatti il baobab è ricco soprattutto di vitamina C (in quantitativi molto superiori per esempio a quello delle comuni arance).

Sappiamo già quanto la vitamina C è importante per diversi processi che si svolgono quotidianamente all’interno del nostro organismo: in particolare, assumere il giusto quantitativo di vitamina C ci permette di mantenere “giovani” e in forma tutti i tessuti del nostro corpo, dalla cute ai tendini.

Infatti la vitamina C è importante per la sintesi del collagene al livello cellulare (e il collagene è un componente determinante nel mantenere elastici i nostri muscoli e la nostra pelle) sia per la sua funzione antiossidante.

Il frutto del baobab infatti, grazie sempre alla vitamina C, è in grado di combattere la diffusione dei radicali liberi: queste sostanze sono fra le responsabili del processo di ossidazione e di “invecchiamento” delle cellule del nostro corpo, quindi vanno eliminati per quanto più possibile, in modo da mantenerci in salute.

Frutto di baobab: benefici intestino

Il frutto del baobab è ricco anche di fibre alimentari solubili e insolubili: queste ultime non vengono assorbite dall’intestino, ma contribuiscono a stimolare il transito intestinale, combattendo un problema molto diffuso come quello della stitichezza.

Inoltre le fibre insolubili possono essere considerate una sorta di “spazzino” del transito intestinale, perché contribuiscono all’eliminazione delle tossine che si possono accumulare in questo organo.

Il frutto del baobab può essere utile anche nel caso opposto, quello di diarrea: infatti questo frutto presenta delle caratteristiche astringenti. La polpa del frutto ha la capacità di assorbire l’eccesso di liquidi nel colon, diminuendo la frequenza delle scariche e gli altri sintomi legati all’irregolarità intestinale.

Considerato il fatto che l’assunzione del frutto di baobab non presenta particolari controindicazioni (anche se è sempre meglio parlare con il proprio medico nel caso si assumano farmaci per particolari patologie), provare un’integrazione con questo alimento può essere molto utile per migliorare il nostro stato di salute in modo assolutamente naturale.

Come usare la polpa di Baobab per la cura dell’intestino?

Vediamo le indicazioni precise per l’uso della polpa del frutto del baobab:

in caso di stitichezza, miscela 2 cucchiaini di polpa del frutto di baobab (in polvere) in un vasetto di yogurt bianco e consuma la sera prima di andare a letto. In presenza di forme croniche o simili, utilizza la stessa posologia mattino e sera.
Per problemi di digestione lenta difficile, invece, ti basta utilizzare 1 cucchiaino di polpa di baobab (in polvere) da sciogliere in 1 bicchiere di acqua mezz’ora prima di pranzo e cena.

Leggi anche:
Miscela di caffè: come sceglierla? (GUIDA)
Ecco come un manipolo di arcieri medievali poteva scoccare 1000 frecce in pochi secondi
Programmi per editare video Youtube
Cosa valutare con attenzione prima di scegliere l’impastatrice?
Fishkeeper: rilassati con un gioco in cui devi gestire un acquario
Stare in forma con i semi: ecco come
Hugh Jackman ha lavorato nei campi, durante la pandemia, per una giusta causa (FOTO)
Dei germogli di patata crescono come una pianta aliena nella cucina di una donna, la foto diventa virale (FOTO)
La canapa incontra la tecnologia: come si è evoluta la raccolta della pianta
Neem e Kaun: la pianta della vita e quella della non-morte

Dave

Atipico consumatore di cinema commerciale, adora tutto quello che odora di pop-corn appena saltati e provoca ardore emotivo. Ha pianto durante il finale di Endgame e riso per quello di Titanic. Sostiene di non aver bisogno di uno psichiatra, sua madre lo ha fatto controllare.
Back to top button