Cultura e Società

Arrivano su Audible i Podcast “Storie Brutte sulla Scienza” di Barbascura X

Dal 25 gennaio sulla piattaforma Audible di Amazon è disponibile la serie podcast di Barbascura X Storie brutta sulla scienza

Arrivano su Audible i Podcast "Storie Brutte sulla Scienza" di Barbascura X

Barbascura X è uno degli youtuber più geniali in circolazione: chimico, divulgatore scientifico, performer teatrale, scrittore, autore, musicista, video-maker… che si veste da pirata e ha aggiunto la X in fondo al nome perché fa molto supereroe. La sua rubrica Scienza Brutta, una serie di pseudo-documentari parodistici sulla natura, ha ottenuto un grande successo sul web grazie al suo stile unico e irriverente che fa della divulgazione scientifica un vero e proprio divertimento. Ha inoltre pubblicato un anno fa il libro “Il genio non esiste (e a volte è un idiota)” edito da Tlon, con cui si è aggiudicato il Premio Nazionale di Divulgazione Scientifica 2020.

Storie brutte di otto geni e i loro disagi

Otto podcast dalla durata complessiva di otto ore in cui Barbascura ci svela le biografie e i retroscena di quei personaggi che hanno rivoluzionato la scienza. Lo youtuber ci racconta di come Edison era un paraculo e Tesla un sociopatico, Lavoisier ha assassinato l’alchimia e Curie ha scoperto una nuova chimica, Einstein era un disagiato che ce l’ha fatta e Galileo un provocatore, Darwin assaggiava la natura mentre Spallanzani la seviziava.

Tutto ciò con l’intento di smitizzare e umanizzare quelle che riteniamo personalità inarrivabili. Barbascura utilizza un format singolare, interagendo con delle fittizie personalità multiple e creando un dialogo di botta e risposta al fine di intrattenere senza mai scadere nella monotonia e con l’obiettivo riuscitissimo di incuriosire, divertire e perché no, insegnare qualcosa all’ascoltatore.

Arrivano su Audible i Podcast "Storie Brutte sulla Scienza" di Barbascura X

Educare alla scienza: sì, ma come?

La divulgazione è essenziale per avvicinare i non addetti ai lavori al mondo talvolta complesso delle scienze. In questi ultimi anni abbiamo visto l’ambito della divulgazione scientifica evolversi tra libri, trasmissioni televisive, YouTube e podcast con un linguaggio sempre più informale e accessibile. Così Barbascura utilizza l’idea che si possa veicolare un messaggio anche attraverso gli strumenti del comico, un principio che già nella classicità latina Orazio aveva formulato come il docere delectando ovvero insegnare attraverso qualcosa di piacevole e non di arido e nozionistico, qualcosa che essendo coinvolgente e attraente, permetta di assorbire meglio la parte concettuale. Allo stesso modo Adrian Fartade, altro famoso youtuber, durante un seminario organizzato dal Salone Internazionale del Libro di Torino sul “leggere la scienza” consiglia alcuni
metodi efficaci per approcciare i giovanissimi: quali? Utilizzare come esempi di riferimento elementi della cultura pop come serie tv, fumetti e videogiochi.

Da Andrea Mignone ad Adrian Fartade, da Dario Bressanini a Barbascura, il motto è uno solo: divulgare sempre, forte!

E se vi ho incuriosito abbasta lascio qui alcuni consigli di lettura che ritengo interessanti e divertenti al fine di avvicinarsi alla scienza. Buona lettura!

  • Cosa accadrebbe se? Risposte scientifiche a domande ipotetiche assurde di Randall Munroe, edito Bompiani
  • Non ne abbiamo la più pallida idea. Guida all’universo sconosciuto di Jorge Cham e Daniel Whiteson, edito Longanesi
  • Incanto. Storie di draghi stregoni e scienziati di Michele Bellone, edito Codice

Leggi anche:
“Prendila con filosofia”, un libro sulla fioritura personale
Come e perché si ascolta musica diversa in un momento di crisi: la scienza risponde
Breaking Bad aiuta gli scienziati con la caccia ai bracconieri di Tartarughe

Martina Grosso

Procrastinatrice professionista, suonatrice di ukulele con scarso successo, arrampicatrice acrofobica: eccomi! Mi chiamo Martina e mi nutro di libri, giochi di ruolo, film e Cuccioloni. Amo creare personaggi e farmi venire in mente idee irrealizzabili; odio non riuscire a realizzarle.
Back to top button