Libri e Letteratura

Atlante degli arcani ardenti: un viaggio nel cuore delle passioni (INTERVISTA)

L’Atlante degli arcani ardenti è un albo d’artista edito nel 2020 da Lunaria Edizioni. Di recente ho avuto modo di intervistare per conto della Libreria Blume i suoi autori, Andrea Pennisi e Virginia Caldarella.

L’Atlante, utilizza la metafora del viaggio per esplorare il cuore umano e gli stati d’animo. Il percorso si snoda grazie a dodici archetipi, gli arcani ardenti.

Atlante degli arcani ardenti: un viaggio nel cuore delle passioni (INTERVISTA)
Immagine di Lunaria

Ispirato agli studi del Professor Melanio da Colìa, fantomatico erudito, il libro ci conduce dolcemente in un percorso tra il fantastico e l’onirico.

Ci sono due modalità di lettura da pote utilizzare: una più tradizionale, sfogliando pagina dopo pagina. In alternativa, potete lanciare un dado a sei facce per tre volte, e lasciarvi guidare dall’Oracolo.

Durante una suggestiva intervista (che potete guardare interamente, se scorrete in fondo all’articolo), Andrea e Virginia hanno risposto ad alcune curiosità sull’ispirazione del libro. Abbiamo anche parlato del personaggio che pare aver ispirato le suggestioni per l’Atlante, Melanio da Colìa:

E’ stata un po’ una fatalità: noi eravamo degli esploratori degli anfratti dell’animo umano. Nel corso degli studi, abbiamo iniziato ad approfondire le scoperte straordinarie che il Professor Melanio da Colìa aveva trovato su dei grimori inediti ed introvabili. Abbiamo individuato che tutte le scoperte di questo fantomatico professore sono state da sempre occultate e nascoste ai Saperi umani per la loro potenza e per la loro connessione al tutto.

Stralcio intervista rilasciata alla Libreria Blume il 9.03.2021
Atlante degli arcani ardenti: un viaggio nel cuore delle passioni (INTERVISTA)

Caratteristiche dell’opera

L’Atlante degli arcani ardenti è un’opera molto stimolante. Sono tre, a mio avviso, i motivi che la rendono così interessante.

  1. Le immagini. Virginia Caldarella riesce a toccare corde profonde in coloro che osservano i suoi disegni. Le illustrazioni hanno qualcosa a che vedere con quanto Freud chiamava “il perturbante”.
  2. Le scelte linguistiche. Andrea Pennisi utilizza la tecnica dell’accumulazione retorica, cara a trattati medievali e testi degli antichi scrittori. Questo, unito ai molteplici riferimenti culturali ai quali si attinge (filosofia, scienza, alchimia, Teoria umorale), rischiava di creare una pesantezza linguistica. Felicemente evitata invece, la fatica retorica.
  3. La complessità. Oggi andiamo incontro a una specializzazione dei Saperi. L’Atlante rappresenta un esempio di sapienza “totale”. Il modello culturale è quello degli antichi trattati, il cui carattere era enciclopedico. Le conoscenze sono tra loro armonizzate, seguendo il fil rouge delle forti passioni.
Atlante degli arcani ardenti: un viaggio nel cuore delle passioni (INTERVISTA)
Immagine di Lunaria

Come ha scritto Marilù Oliva su HuffPost Italia:

Si tratta di quelle rare opere che, sfogliate, danno al lettore una sensazione di piacere e armonia col mondo, sia alla vista sia alla comprensione, pezzi da collezione che non dovrebbero mancare nelle case di ogni bibliofilo .

Articolo del 31/01/2021, Marilù Oliva, HuffPost Italia

Se la vostra curiosità, anziché placarsi si è accresciuta, vi invitiamo a guardare per intero l’intervista. Andrea e Virginia, guidati da Melanio, ci accompagnano in un lancio di dadi ed un Oracolo accattivante.

Leggi anche:
“Prendila con filosofia”, un libro sulla fioritura personale
In un libro, la storia passata e futura del cosmo

Giulia Faggioli

Aligiu: 50% romanticismo, 50% baggianate. Ci sono poche cose da sapere su di me: amo il caffè, i gatti, i libri e gli anni Ottanta. Il mio cuore è verde come l’Irlanda, e nero come la canzone dei Punkreas. Per essere miei amici, rispettate queste semplici regole: la mattina non si parla prima di un’ora dal risveglio, e soprattutto, non fate mai spoiler!
Back to top button