Attualità

Artemis I è un successo: la NASA lancia Orion verso la Luna

Chi segue il mondo dello Spazio ed è appassionato di questo genere di cose, saprà senza dubbio dei problemi che la NASA ha dovuto affrontare nel lancio del primo razzo sulla Luna. Tra esplosioni di vario genere e combustibile finito, i precedenti lanci dei razzi da parte dell’agenzia spaziale non sono stati proprio promettenti. Possiamo però dire che Artemis I è stato un successo clamoroso, visto che la navicella Orion è effettivamente partita per la Luna.

La missione Artemis è stata compiuta: partendo da Cape Canaveral in Florida, il razzo Orion sta viaggiando senza problemi (e in orario) sulla Luna!

Dopo innumerevoli problemi, guasti e trasferimenti, l’agenzia spaziale NASA ha comunque attuato l’ambiziosa missione Artemis lanciando un razzo super pesante SLS (Space Launch System) da Cape Canaveral, in Florida, sulla Luna. Il booster SLS ha portato la navicella Orion a un’altitudine di poco meno di 4.000 chilometri, dopodiché il corpo principale del razzo si è staccato ed è caduto nell’Oceano Pacifico. 

Prima di questo passo, però, due boosters a propellente solido, sono caduti nell’Oceano Atlantico dopo aver dato la spinta iniziale al razzo. Orion, al momento in cui scriviamo sembra ancora muoversi verso la Luna. Secondo i dati condivisi dalla NASA, il razzo orbiterà attorno al satellite per diversi giorni, dopodiché tornerà sulla Terra. Secondo il piano, la capsula cadrà nell’oceano l’11 dicembre.

Non c’è equipaggio vivente a bordo dell’Orion. Ci sono invece tre manichini, due dei quali sono dotati di sensori per misurare i livelli di radiazione. Come parte di questa missione, gli scienziati intendono testare l’affidabilità dello scudo termico di Orion, che deve resistere a temperature fino a 2800 gradi Celsius. Tale temperatura è quella che si percepisce quando si entra nell’atmosfera terrestre. Inoltre, la NASA testerà la protezione dalle radiazioni, nonché il funzionamento di vari sensori, apparecchiature di navigazione e comunicazione. 

Il razzo SLS, insieme alla capsula Orion, ha un’altezza di circa 98 metri e pesa circa 2608 tonnellate. Durante il lancio e l’ascesa, la sua spinta massima è maggiore del 15% rispetto a quella del razzo Saturn V (i razzi della missione Apollo, che fecero arrivare ben 12 astronauti sulla Luna, sono di questo tipo). 

La NASA ha annunciato che se il volo senza equipaggio di Orion avrà successo, un gruppo di astronauti verrà inviato sulla Luna

Leggi anche:
La NASA fa sul serio: pronto un team per studiare gli UFO
La NASA fa schiantare una navicella spaziale contro un asteroide: ecco perché

Back to top button