Cinema, Film e Serie TvVideogiochi e Gaming

Pure Pwnage: arriva IL film per i gamer:

Prima di creare questo blog con i miei cumpa, prima di facebook e probabilmente prima della mia barba incolta, ero un grandissimo fan della web-serie chiamata “Pure Pwnage” che praticamente parla… Di alcuni geek che ownano i niubbi dalla mattina alla sera.

Ok, ok. Sono consapevole del fatto che potreste non aver capito niente di quello che ho appena scritto.
Ebbene, la generazione internettiana (di cui faccio parte) che ha preceduto gli smartphone e le console, ha vissuto il momento d’oro del gaming online.

In quel periodo si sono propagate cose come il linguaggio “leet” e i lan party. O se vogliamo proprio osare, sono nate le prime organizzazioni sportive ufficiali dei videogiochi.

Un esempio di LAN party per gli oziosi che non hanno cliccato sui link… Bei tempi!

Si, non è uno scherzo.
Per un breve periodo di tempo, anche l’Italia ha avuto la sua schiera di videogiocatori professionisti e si, con professionisti intendo persone pagate per giocare al computer.
Un esempio?

Pure Pwnage: arriva IL film per i gamer:
Stermy!

Alessandro “Stermy” Avallone è stato il giocatore più rappresentativo della nostra nazione e probabilmente continua a esserlo siccome attualmente vive negli Stati Uniti dove compete in campionati e leghe dei videogiochi non più supportate in Italia. Che peccato vero?

E questo solo per dirvi che mi fa rabbia pensare a come il mondo ludico abbia perso con tanta leggerezza una delle sue fette più importanti.
Lo spopolamento del gaming professionistico italiano, infatti, ha fatto storcere il naso a non pochi dato che le cause sono da attribuire soprattutto a una copertura non adeguata della connettività generale del paese, bah…

Torniamo a noi!
Se non conoscete il significato della parola “niubbo“, potreste esservi persi quel periodo ma non disperate! Ho buone notizie per voi…

Pure Pwnage (che si pronuncia pure ownage, niubbi!) è una web-serie ambientata a Toronto (Canada), creata nel 2004 da attori non professionisti (Geoff Lapaire e Jarett Cale).
Gli episodi sono raccontati dal punto di vista di Kyle (Geoff Lapaire), che porta sempre con sé la sua telecamera e riprende quello che succede seguendo lo stile Gonzo.  Nello show Kyle è fratello e compagno di stanza di Jeremy (Jarett Cale) che è anche il protagonista principale della storia.

Pure Pwnage: arriva IL film per i gamer:
Kyle (il cui volto si vede rarissimamente) e Jeremy

In sostanza, la trama vede Kyle alle prese, anzi, alle riprese del suo documentario da presentare al corso di cinematografia e per farlo decide di avvalersi di suo fratello, Jeremy, che conduce uno stile di vita decisamente alternativo.

Jeremy, infatti, è un “pro“. Un “pro che owna i niubbi”, come direbbe lui.
O meglio, è quello che vorrebbe diventare siccome non ha un lavoro, non studia e l’unica cosa che sa fare veramente è giocare al computer.
Così inizia l’avventura di teh_pwnerer, alter ego digitale del protagonista e, successivamente, identità segreta.

Non vi anticipo nient’altro della trama, sappiate solo che il successo raggiunto dalla serie è stato così alto che nel 2010 ha convinto l’emittente Showcase a produrre un adattamento televisivo di 8 episodi e dal medesimo seguito.
Insomma, un cult che in pochi conoscono!

Pure Pwnage: arriva IL film per i gamer:
La crew di “PP” al completo!

Ma meno male che ci sono io che distribuisco notizie utili!

Lo show naturalmente è in chiave umoristica e pieno di momenti esilaranti come…

E sapete cos’altro c’è di bello? Che i simpaticoni sono quasi pronti al lancio di “Pure Pwnage: il film“.
Un prodotto fatto dai gamer per i gamer… Quale buon nerd che si reputi tale non lo guarderebbe?
Intanto, darei un’occhiata al primo teaser trailer!

Se siete incuriositi dal tema vi conviene catapultarvi alla ricerca delle web-puntate che trovate su Youtube e con i sottotitoli! :D

Dave

Atipico consumatore di cinema commerciale, adora tutto quello che odora di pop-corn appena saltati e provoca ardore emotivo. Ha pianto durante il finale di Endgame e riso per quello di Titanic. Sostiene di non aver bisogno di uno psichiatra, sua madre lo ha fatto controllare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close