Fumetti, Comics e Manga

Wolfskin: ecco le nostre impressioni sul nuovo fumetto della Prankster Comics

Abbiamo letto in anteprima Wolfskin, il prodotto di punta della casa editrice Prankster Comics, e non vediamo l’ora di parlarvene.

Anzitutto, è sempre fantastico vedere un gruppo di persone giovani e dinamiche che decidono di buttarsi in un’impresa non esattamente facile: quella di promuovere e far scoprire al pubblico di lettori nuovi talenti nel campo della fumettistica. Prankster Comics vuole fare proprio questo: dare voce (o meglio, inchiostro) ai giovani fumettisti e disegnatori, far conoscere le loro storie e le loro opere. E Wolfskin è uno dei loro progetti di punta. Ma scopriamo subito di cosa parla.

Wolfskin: tutto (o quasi) sul fumetto di Prankster Comics

Siamo a New York, città violenta, quasi distopica, con le sue atmosfere cupe e fredde che ci ricordano i comics dalle atmosfere tetre della DC, e a percorrere le sue strade con noi è Gabriel, il nostro protagonista.

Tipo poco loquace, lo sguardo gelido e apatico di chi ha già visto fin troppe cose, lascia che a parlare sia il flusso dei suoi pensieri, che ci informano subito di due cose: primo, i lupi mannari esistono, e qualcuno ha il compito di stanarli e cacciarli; secondo, anche i cacciatori possono costituire un problema, forse anche più pericoloso.

wolfskin

E così, veniamo introdotti ad altri due personaggi: Alvin, che sembra essere il mercenario informatore di Gabriel, e Diana, una cacciatrice che apparentemente si è messa in testa di essere il nuovo Frank Castle della situazione e decide dunque di cominciare a farsi giustizia da sola e di estendere la sua caccia agli esseri umani, oltre che ai lupi mannari. Starà al protagonista decidere come risolvere la questione, e di come dare la caccia al cacciatore. Noi non vi faremo alcuno spoiler, ovviamente.

fumetto italiano

In questo albo non c’è solo una bella storia con una trama avvincente e dei risvolti horror niente male, ma c’è di più: c’è la passione per un progetto nuovo che non vede l’ora di farsi conoscere. Un fumetto ben realizzato, ben curato, con uno stile di disegno che ricorda i comics che amiamo di più, quelli dei supereroi “classici”, e con una scrittura graffiante e molto intensa. Dateci un’occhiata, ne vale davvero la pena.

Necronomidoll

Divoratrice compulsiva di libri, scrittrice in erba, Maladaptive Daydreamer. Innamorata da sempre di Samwise Gamgee.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close