Cinema, Film e Serie Tv

George Lucas incontra Baby Yoda sul set di The Mandalorian

L’ideatore della serie “The Mandalorian”, Jon Favreau, ha pubblicato su Twitter, una foto che ha suscitato le reazioni positive dei fan di Star Wars. La serie live action, che è costituita da 8 episodi, è la prima a riproporre la saga cinematografica di Guerre Stellari. Ed è qui che appare la figura di Baby Yoda che è già il personaggio più famoso della serie. Questo cucciolo appartiene alla stessa specie aliena del famoso Yoda ma con qualche secolo di età in meno, ha conquistato subito migliaia di fan in giro per il mondo, sia tra gli ammiratori di Star Wars, sia tra i non seguaci della saga. La foto ritrae George Lucas con in mano il pupazzo animatronic di Baby Yoda, pupazzo che ha un costo di 5 milioni di dollari.

La Lucasfilm è produttrice della serie, ma George Lucas non è coinvolto personalmente. In questo caso. ha fatto una gradita sorpresa sul set della serie che uscirà in Italia a marzo 2020.

I fan hanno risposto con commenti e meme molto entusiasti. Baby Yoda ha conquistato subito il mondo e sono stati proposti una serie di suoi simpatici gadget. La serie è distribuita da Dinsey+.

Negli Stati Uniti è in lavorazione la seconda stagione che potrebbe uscire per l’autunno 2020. La prima stagione è stata accolta molto positivamente dal pubblico.

In un contesto noto, propone storie diverse ricche di azione, che si inseriscono cronologicamente, tra gli eventi de “Il Ritorno dello Jedi” e “Il risveglio della Forza”.

Seguiremo le storie del solitario Din Djarin, detto il Mandaloriano, un pistolero cacciatore di taglie, di cui vedremo le movimentate avventure in giro per l’universo e di Baby Yoda, che viene trovato e curato dal Djarin. Mentre altri personaggi entreranno di volta in volta in scena nei vari episodi. Tra gli altri Carl Weathers, Nick Nolte, Werner Herzog. Non ci resta che aspettare impazienti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close