Fumetti, Comics e Manga

Star Rats – Origini: la saga di Ortolani nel nuovo volume Panini

Correva l’ormai lontanissimo anno 1999 e nei cinema di tutto il mondo veniva proiettato Star Wars Episodio I: La Minaccia Fantasma, primo film della “nuova” – non più ormai – trilogia prequel della saga creata da George Lucas.
Fomentato dalla nuova ondata Jedi, il fumettista Leo Ortolani (maestro indiscusso, n.d.r.) scrive il primo volume di Star Rats, a cui seguiranno poi i tre volumi tratti dalla saga prequel.

Star Rats, parliamone

Per chi non lo conoscesse (male, molto male), Leo Ortolani è universalmente conosciuto come il padre di Rat-Man. Creato nel 1990 – ma edito sotto Panini dal 1995 – Rat-Man diventa, da semplice parodia di Batman, uno dei più acclamati e seguiti fumetti italiani, con i suoi goffi e caricaturali tratti distintivi.

Star Rats, costruito sulle stesse premesse, parodizza e dissacra la solennità della famosa saga spaziale, con i suoi topi antropomorfi e l’ironia che ne è marchio di fabbrica.

Oggi, Panini Comics ci presenta Star Rats – Origini, cospicuo volume che contiene le parodie di Ortolani della trilogia prequel.
L’opera, in una elegante edizione in cartonato, è inoltre appositamente colorato da Lorenzo “Larry” Ortolani.

Star Rats
© Leo Ortolani 2019
Edizione Panini Comics © 2019 Panini S.p.A.

Per chi non ha mai avuto il piacere di leggere qualcosa dalle pagine di Star Rats, ecco una presentazione dell’opera, che ben spiega con cosa abbiamo a che fare:

Prima di Star Rats, nella galassia c’era molta più tranquillità. Anche per quel regolamento condominiale che vieta i rumori dalle due alle quattro del pomeriggio. Ma quest’epoca di pace verrà interrotta con un atto di aggressione da parte della Federazione dei Mercanti. I Cavalieri dell’Oroscopo indagheranno sull’accaduto e contemporaneamente cercheranno di capire se un Rat-Man può essere il Prescelto, colui che, secondo le leggende dell’Oroscopo, porterà equilibrio tra il bene e il male. Come uno che si siede in mezzo, sul pinco panco.

Preparatevi allora a tornare ancora una volta faccia a faccia con il Lato Oscuro, che per l’occasione avrà le orecchie molto più grandi di quelle che siete abituate a vedere al cinemah (scusatemi, visto l’autore in questione non potevo resistere).

Tommaso Mellace

Cresciuto sin dalla tenera età a pane e videogiochi, passa i primi anni della sua vita eliminando astronavi su XataX e sparando raggi laser contro lumache aliene in Commander Keen 4, fino ad entrare in contatto con il variopinto mondo Pokémon, di cui è schiavo tutt’oggi. Grazie ad MTV conosce il mondo giapponese, bombardando il suo cervello di dodicenne con anime quali Trigun e Neon Genesis Evangelion, i cui effetti si riveleranno devastanti. La presa di coscienza dell’esistenza del fumetto americano sarà il colpo finale per la sua vita, che spazia oggi tra una missione di Metal Gear ed un numero di Batman. Appassionato anche di musica, passa il resto della giornata a suonare la sua chitarra elettrica, passando da un riff dei Megadeth al main theme di Legend Of Zelda. Dovendo prendere come punto di riferimento i dati immagazzinati nella sua testa, è autore di diverse trame per altrettanti diversi progetti. Il problema principale è la sua totale pigriza, che lo porta a non scrivere mai nulla di quello che immagina, con conseguente perdita totale di ogni buona idea. Si spera che adesso possa cambiare qualcosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close
Close