Cinema, Film e Serie TvCultura NerdNon categorizzato

The Mandalorian fa fuori Stranger Things in una gara di “ascolti”

«La grandezza non conta. Guarda me, giudichi forse me dalla grandezza? Non dovresti farlo infatti, perché mio alleato è la Forza, ed un potente alleato essa è!» Con queste parole, uno Yoda ormai prossimo alla fine del suo lungo servizio come Gran Maestro Jedi insegnava ad un ancora immaturo e “giovane” Luke Skywalker, in Episodio V, a non fare affidamento solo sulla propria esperienza diretta ma di imparare a valutare le cose sotto più punti di vista.
Sembra quasi che queste parole di saggezza si siano trovate veritiere anche al di fuori dell’universo fantastico di Star Wars, ci riferiamo a quanto riportato dal Daily Mail in relazione al confronto tra le richieste di streaming on demand di due serie molto seguite: Stranger Things e The Mandalorian; infatti, lo stesso Daily Mail esordisce in questa news facendo notare come il “baby Yoda” sia il responsabile del sorpasso che la nuova serie targata Disney+ ha operato a danno della più longeva serie Netflix, e quindi ribadendo che la “grandezza” non è sempre un fattore determinante in certi “scontri”.

The Mandalorian: il sorpasso su Stranger Things

Quello che il tabloid inglese mette in risalto è l’impennata di richieste che, negli USA, si è verificata a favore della nuova serie ambientata “in una galassia lontana lontana…”, nella settimana dal 17 novembre al 23 novembre, durante la quale secondo Parrot Analytics, una società di scienza dei dati che misura e predice la domanda globale di contenuti, su tutte le piattaforme, in tutto il mondo, la serie sci-fi/horror tanto apprezzata da essere è stata rinnovata a settembre per la quarta stagione, ha visto ricevere a suo favore circa 81 milioni di Demand Expressions (DEx) che rappresentano il desiderio, l’impegno a guardare e l’osservazione effettiva da parte del pubblico nei confronti di una serie valutata per importanza.

baby yoda the mandalorian
Baby Yoda

Straordinariamente nello stesso periodo The Mandalorian ha ricevuto ben 100 milioni di Dex, scalzando di fatti Stranger Things che godeva di ben 21 settimane consecutive in cima alla lista settimanale del sito di analisi per gli show in streaming originali più richiesti negli Stati Uniti.

Giusto per la cronaca il piccolo, carino e coccoloso baby Yoda che appare in The Mandalorian ha appena 50 anni d’età, e certo è che confrontandolo con quello che abbiamo visto nei suoi 900 anni, è decisamente molto più carino, come lui stesso afferma in Episodio VI: «Quando 900 anni di età avrai, bello non sembrerai!»

Ora non ci resta che aspettare che The Mandalorian sia reso disponibile anche da noi per poter apprezzare meglio questa serie, e poterci fare un’idea tutta nostra sui suoi meriti/demeriti.

Giovanni

Sono alto nella media; sono robusto nella media; sono bello nella media; sono intelligente spropositatamente. Detto questo devo rendere noto solo che adoro la fantascienza in tutte le sue forme; gioco frequentemente on line al vecchio (immortale) Jedi Knight: Jedi Academy e mi diletto leggendo manga che considero 'di un certo livello'. Ho studiato fisica, perché mi hanno sempre incuriosito i meccanismi che regolano la realtà intorno a noi, ma l'oggetto vero della mia passione sta milioni di chilometri sopra di noi, e si mostra appena solo di notte, il cosmo, coi suoi oggetti affascinanti e fenomeni terribilmente meravigliosi. Il resto è vita comune, poco accattivante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close
Close