App, Software e Strumenti

Il miglior software gratuito per la gestione di magazzino e archivio

Magazzino, archivi, documenti di vario genere; ammetto che il titolo possa sembrare un po’ fuorviante ma il software di cui sto per parlarvi, in realtà, si adatta benissimo a uno spettro di frangenti molti vari rispetto a quello di solo magazzino. Anche un archivio particolarmente denso di documenti, può beneficiare di Softshop, un programma sviluppato da una software house pugliese che sta risolvendo i grattacapi di molte organizzazioni.

Lo strumento è disponibile in licenza gratuita con delle limitazioni e prevede altri due piani a pagamento che rappresentano i livelli più avanzati del servizio proposto.

Nella licenza “professional” che è la via di mezzo tra quella gratuita e la successiva, è prevista l’eliminazione dei banner pubblicitari e l’aggiunta dell’assistenza telefonica riservata.

Come suggerisce il nome stesso, invece, la licenza “advanced” porta alle feature più interessanti e cioè alla possibilità di adattare gli archivi immessi in Softshop in un vero e proprio e-commerce online, a scelta tra diversi template messi a disposizione dallo strumento.

Da qualsiasi licenza decidiate di iniziare, il software vi guiderà passo passo nella creazione e nella gestione del vostro magazzino/archivio di informazioni. Con Softshop potrete, per esempio, tenere conto di: categorie, stampe, etichette, fornitori, carico e scarico merci, statistiche in tempo reale, libro cassa, fatture e documenti di vario genere.

Se state cercando un’applicazione che vi faciliti la vita, questa potrebbe essere quella che fa poi voi; basta poco per padroneggiarne le funzioni e mettere in ordine tutti i vostri movimenti lato organizzativo.

Dave

Un tipetto alquanto permaloso, soprattutto quando è davanti al suo pc. Vive un rapporto dualistico, di amore e odio, nei confronti della tecnologia. Ama scrivere al computer, per esempio. Ma non prova le stesse emozioni quando perde 300 cartelle word a causa di interruzioni improvvise causate da chissà quale maledizione fantozziana. Vive di libri, muore di cinema e per l’odore dei pop-corn. Il grande schermo è la sua più grande passione, ammesso che riesca ad arrivare in sala in orario. I suoi frequenti ritardi (per adesso solo in ambito di tempistiche) sono il motivo per cui quando lo incrocerete vi sembrerà un mandarino che rotola. Ha fatto il giornalista ed è anche un bel ragazzo. Bello davvero. E questa descrizione non è stata scritta da lui, eh.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close
Close