Libri e Letteratura

George R. R. Martin all’attacco sulle fan fiction

"Non le apprezzo", è il commento dell'autore

Quando ad ottobre, George R.R. Martin ha visitato Chicago per ricevere il Carl Sandburg Literary Award, ha avuto modo di rispondere a molte domande (il video lo trovate sotto all’articolo ed è consigliatissimo per i fan di Game of Thrones o, più semplicemente, per chi è interessato alla letteratura contemporanea). Oltre alle ovvie domande di rito sui nuovi libri che ha intenzione di pubblicare e sulla violenza ed il sesso presenti in molte delle sue opere, Martin ha avuto modo di esprimersi ancora una volta su un altro tema che affronta spesso nelle interviste: le fan fiction. E l’autore si è espresso in modo molto chiaro, dicendo apertamente che non le apprezza.

george r r martin
Un pensoso George R. R. Martin

George R.R. Martin non è un fan delle fan fiction, perché?

Prima di tutto, il famoso scrittore ha precisato che, se oggi fan fiction è un termine usato per indicare le storie che usano personaggi e mondi inventati da altri autori, ai suoi tempi voleva dire semplicemente opere scritte da fan. Poi ha presentato il suo pensiero a riguardo ponendo due argomentazioni:

  1. Pur riconoscendo che molti autori di fan fiction lo fanno solo a livello puramente amatoriale, si è espresso negativamente verso chi, invece, cerca di farne una professione: stando a lui, infatti, ogni vero scrittore ha bisogno di creare i propri personaggi e mondi.
  2. Ha ricordato inoltre che pubblicare fan fiction rischia sempre di portare dei problemi di copyright.

Ha quindi concluso ribadendo che le fan fiction non fanno per lui, che non vuole leggerne o incoraggiare altre persone a scriverne.

wattpad
Wattpad è uno dei siti più popolari tra gli amanti delle fan fiction

Il tema è ovviamente complesso. Se originariamente le fan fiction erano prodotti fatti da fan per altri fan, e destinati a rimanere puramente amatoriali, dopo il successo mondiale della saga di Cinquanta Sfumature di Grigio (che riprendeva i personaggi e molti eventi della saga di Twilight) o di After (che si basava molto sul personaggio di Harry Styles, membro degli One Direction), queste opere hanno goduto di una presenza sempre maggiore sul mercato.

Il filmato integrale in cui c’è l’intervento di Martin

Pertanto, è davvero importante che scrittori rinomati come Martin esprimano la loro opinione a riguardo. Resta poi a voi lettori, ovviamente, giudicare se lo scrittore abbia ragione o torto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close
Close