Cinema, Film e Serie Tv

Batman Forever: qualche “retro-pensiero” sul film a distanza di 24 anni

Batman Forever è un brutto film. È un brutto film di Batman. È solo un grande pasticcio al neon, non dissimile dal grande pasticcio viola che il reparto trucco ha messo sul viso di Tommy Lee Jones. È davvero un trucco terribile, e non davvero terribile in un modo ironico, come il guardaroba di Edward Nigma , che è almeno molto accettabile. Non sembra che qualcuno abbia gettato acido su Harvey, sembra che si sia addormentato su un cuscino e nessuno ha avuto la decenza di dirgli che ha qualcosa in faccia.

A proposito, nell’ introduzione ad Harvey Dent (che recita “Guardami, sono un avvocato che sventola un dossier importante in maniera simile ad un avvocato – Argh! Acido! La mia fatale debolezza! Mi sto sciogliendo, mi sto sciogliendo, oh che mondo!” ), qualcuno si è mai chiesto cosa ci facesse Batman lì seduto? E’ semplicemente entrato al tribunale municipale, seduto sulle panchine, aspettando che qualcuno lanciasse acido contro qualcuno?

Batman Forever, qualche pensiero

Sappiamo tutti che Batman Forever è fatto male. Però sappiamo che solo un altro film può essere peggiore…  Batman e Robin . È una vittoria per tutti, vero? Scherzi a parte, il film sembra avere alcune idee fondamentali per metà decenti, è solo che nessuno di loro si lega particolarmente bene a questo personaggio principale o al cast. Prendiamo ad esempio la copertura che il film offre a Bruce Wayne – nonostante abbia a che fare con due cattivi, un aiutante e una sottotrama romantica davvero strana, il film in realtà dedica più tempo alla psicologia di Bruce Wayne rispetto a qualsiasi altro film fino a Batman Begins.

Ad ogni modo, il film è incentrato sull’idea che Batman sta facendo i conti con il fatto che non può essere Batman per sempre. Può smettere quando vuole. Perché vestirsi come un roditore e combattere il crimine sono i segni distintivi di una personalità mentalmente stabile senza tendenze compulsive. Sì, il film è dedicato a convincerci che Bruce Wayne ha risolto tutti i suoi problemi, e ora va in giro con un costume perché vuole, piuttosto che per costrizione. “Sono sia Bruce Wayne e Batman, non perché devo esserlo, perché ho scelto di esserlo.” Ha appena scelto di combattere ossessivamente il crimine, distruggendo ogni possibilità di una vita appagante per Bruce Wayne e mettendo in pericolo il suo futuro perché lo vuole .

È uno degli aspetti fondamentali di Batman ed è un elemento che non puoi davvero rimuovere senza lavorare molto per giustificarne l’esclusione. Sono abbastanza flessibile con il personaggio di Batman. Non mi dispiace, ad esempio, che il Batman di Keaton sia un po’ indifferente verso la perdita della vita umana. Tuttavia, l’idea che Batman possa essere “curato” toglie molto al personaggio. Il fatto che possa essere curato e scelga di continuare ha ancora meno senso. Batman è uno strano. Non importa quale interpretazione guardi, da Adam West a Christian Bale. Il personaggio è fondamentalmente disfunzionale. A volte è autodistruttivo (Bale), a volte è tragico (Bale e Keaton) ea volte è davvero strano (West), ma Batman non è una persona mentalmente sana.

In tutta onestà, Kilmer non è un cattivo Batman. Non è Michael Keaton o Christian Bale, ma è abbastanza a posto nel costume. Tuttavia, come Bruce Wayne, è terribile. È come se guardasse Michael Keaton, decidesse che il suo Bruce Wayne era troppo emotivo e poi decise di “attenuarlo” così tanto che è difficile essere certi che a volte respiri ancora.

Il regista Joel Schumacher, che ha una delle filmografie più inconsistenti di Hollywood, sembra aver deciso che il campo è il nuovo gotico. E lo spandex è un ottima alternativa al vestito verde. E la gloop viola sul lato del viso di Tommy Lee Jones è il nuovo trucco straordinariamente impressionante. Ad essere onesti, a quanto pare il film è una risposta a Batman Returns, un film così oscuro che i collegamenti all’ Happy Meal si sono sentiti decisamente a disagio – Warner ha spinto per un Batman “più leggero e più morbido” .

Tuttavia, Schumacher ha semplicemente scambiato la tavolozza dei colori, pur mantenendo gran parte delle sinistre sfumature orribili. Certo, l’Enigmista non è profondo come lo poteva essere il Pinguino (né raccoglie parti del corpo), ma prosciuga la mente di ogni persona a Gotham e attivamente non vuole solo uccidere, ma torturare psicologicamente e decostruire Batman ( ” se lo uccidi, non imparerà nulla ” ). Ciò comporta una strana dissonanza tra il campo al neon e idee abbastanza inquietanti: direi che Batman può essere sia antieroe ( Batman! ) Sia oscuro ( Il Cavaliere oscuro ), e che può persino gestire entrambi allo stesso tempo (Batman Returns ). Tuttavia, deve avere sostanza. Il film di Schumacher sembra zucchero filato. C’è semplicemente troppo di niente.

L’estetica è forse un’indicazione del conflitto interno alla base del film. Il film è diviso tra la versione di Adam West sul Cavaliere Oscuro e la costruzione più morbosamente affascinante di Burton. La scenografia, tuttavia, si muove goffamente nel tentativo di fondere le sfumature gotiche fasciste dei film precedenti della serie con una lucentezza fantascientifica che ricorda Blade Runner. Mentre la precedente Gotham non avrebbe potuto esistere per ragioni puramente storiche (l’intera città avrebbe dovuto essere eretta negli anni trenta, in uno stile art deco minacciosamente coerente), la Gotham di Schmacher è fisicamente impossibile.

Gli edifici si contorcono e si piegano l’uno attorno all’altro, la geografia della città sembra essere in evoluzione. La città non ha mai un’identità distinta, perché i suoi locali (i complessi industriali in cui Nygma fonda la sua fabbrica, i grattacieli delle sequenze di apertura, le squallide discoteche del lancio del prodotto di Nygma, il porto nel finale, le squallide stradine al neon dove Robin va in crociera nella Batmobile) sono dettati dal film, piuttosto che da una teoria di design generale. La città, come il film, non si sente mai sicura di ciò che vuole essere.

C’è una strana atmosfera da cartone animato che attraversa la produzione. Dai delinquenti al neon più facilmente spaventati di sempre (vogliono fare un furto, ma Batman si presenta e improvvisamente sono terrorizzati) al semplice fatto che Nigma è in grado di pedalare fino al Castello Wayne (CASTELLO?), lasciando un indovinello minaccioso e cavarsela ( perché non è che Batman avrebbe un sistema di sicurezza nella sua proprietà – non ne ha nemmeno la videosorveglianza quando Due Facce e l’Enigmista tornano a scatenarsi).batman forever

Poi c’è il semplice fatto che i personaggi sono perfettamente in grado di agire come idioti per tutto il tempo. Aggiungete a ciò il fatto che Jones e Carrey hanno una chimica strana mentre competono per rubare ogni singola scena, ed è un po’ un casino.

Tuttavia, il problema principale con il film è che sta succedendo troppo. Ciò che rende l’eclettica selezione di cattivi di Batman così meravigliosa è che sono così distintivi: il pubblico ha familiarità con il motivo e il metodo di funzionamento di ogni cattivo. Quindi sembra davvero strano vedere Due Facce incluso solo per poter praticamente fare una povera imitazione di Jack Nicholson. Non c’è modo di rispecchiare la sua posizione con quella di Batman, la sua moneta è ridotta a un espediente economico e l’unico cenno alla sua condizione psicologica, al di là della sua “dualità” stilizzata (qui ridotta al set da campo e al costume)è che si riferisce a se stesso come “noi”.

Letteralmente qualsiasi altro personaggio del mito di Batman – persino Crazy Quilt – avrebbe potuto adempiere alla sua funzione in questo film. È ancora più irritante poiché Tommy Lee Jones sceglie di interpretare il personaggio nei panni del figlio bastardo di Joker di Jack Nicholson e di un personaggio di Looney Tunes . Scherzi a parte, sbatte i piedi a terra quando non riesce a colpire Batman e procede a fare esclamazioni monosillabiche invece di preoccuparsi di agire. ( “Argh!” E “ahhhh!” tra le scelte principali, ma stavo solo aspettando che lui esclamasse “Dannato coniglio!” ad un certo punto.)

Robin è … Robin. Scherzi a parte, che età ha quel bambino? Stanno parlando di mandarlo in affido ( beh, almeno sarebbe più grande degli altri bambini )? Chris O’Donnell ha più o meno la stessa età di Val Kilmer, ma ci viene chiesto di accettare che è più giovane perché indossa un orecchino. E gli orecchini sono fantastici, come i bambini, vero? Dato che il film interpreta la sua origine come una versione “più leggera e morbida” di Batman – completa l’esilarante per tutte le ragioni sbagliate della scena in cui va in crociera nella Batmobile ( wow, Wayne ha davvero bisogno di rafforzare le sue misure di sicurezza)- non può fare a meno di venire fuori un po ‘strano.

Bruce è ancora preoccupato del fatto che i suoi genitori siano stati uccisi da un uomo che ha buttato giù da un edificio quasi un decennio fa, ma i genitori di Dick vengono fatti saltare in aria da una bomba da un uomo in cerca di Batman ed è piuttosto figo alla fine del film. In tutta onestà, se Tommy Lee Jones uccidesse i miei genitori, probabilmente proverei a superarlo il più rapidamente possibile. Tuttavia, ci sono momenti che semplicemente non funzionano – tipo Robin fa il bucato in modo “cool” usando il kung-fu.

Mi piace molto l’idea che Bruce sia stato effettivamente modificato dalle sue esperienze nei primi due film. C’è una scena in cui spiega perché Robin non può uccidere Due Facce ( “… ma il tuo dolore non muore con Harvey, cresce. Quindi corri nella notte per trovare un altro viso, un altro e un altro, finché una mattina terribile ti svegli e ti rendi conto che la vendetta è diventata tutta la tua vita. E non capirai perché. ” ), il che suggerisce che potrebbe davvero pensare di buttare via il Joker da quella cattedrale. Tuttavia, è un pò difficile cogliere quel momento al valore nominale, dato il poco rispetto che il film rivolge ai suoi predecessori in altri modi. Tuttavia, è bello che Batman e Robin riescano a non uccidere entrambi i cattivi alla fine del film.batman forever

Questo, ancora una volta, è in qualche modo diminuito dall’indifferenza casuale che ritorna alla vita umana che Batman mostra qui. È sbagliato per Robin uccidere Harvey, ma Batman può usare la sua elegante Batmobile per convincere Harvey? Accetterò l’indifferenza casuale alla vita degli scagnozzi in cui il film non afferma specificamente che gli eroi devono stare attenti per evitare che la loro indifferenza si trasformi in una forza motrice vuota al loro interno, ma è strano sentire Batman mentre parla al suo assistente sull’uccisione di uno psicotico quando Batman è stato responsabile della morte di dozzine di fanatici anonimi.

In realtà mi piace Jim Carrey come l’Enigmista. La sua interpretazione è enormemente (e certamente) influenzata dalla performance di Frank Gorshin nello show televisivo con Adam West, che potrebbe spiegare perché si adatta così bene – e la rappresentazione di Gorshin è abbastanza iconica da non sembrare “sbagliata” come la presentazione di Due Facce o uno dei cattivi nel sequel diretto del film. Non sono arrabbiato per l’origine, o per il macchinario che ruba la mente (che sembra il dominio di un altro cattivo Batman, per essere sinceri), ma riesce a fornire il giusto livello di minaccia per un film come questo.

Non è affatto perfetto: Carrey tende a superare il limite tra i momenti più tranquilli. Tuttavia, trae anche la migliore interpretazione del film e la parte è scritta meglio di qualsiasi altro personaggio del film. In effetti, la sua versione dell’Enigmista, direi, appartiene a Penguin di Danny DeVito e al Joker di Jack Nicholson come il miglior cattivo del franchise originale. In breve, è l’unico elemento qui che non si sente chiaramente fuori posto. Parlando dell’Enigmista, adoro il modo in cui puoi chiaramente cogliere l’influenza del Batman degli anni sessanta sulla sceneggiatura.

Tutto sommato, è un brutto film. Ha alcune idee per metà decenti, ma nessuna di queste si adatta (o per niente, a dire il vero). In tutta onestà, se successivamente guardi Batman e Robin, questo particolare film sembra un capolavoro insanguinato. E questo è il complimento più grande che posso dargli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close
Close