Libri e Letteratura

Horcrux: la più malvagia delle magiche invenzioni

Sull'Horcrux e dei suoi perché

Dell’Horcrux, la più malvagia delle magiche invenzioni, non discorreremo né daremo istruzione” così troviamo scritto in “Delle Magie Fetide e Putridissime”.

Siamo ovviamente nel magico mondo di J.K Rowling, nel suo universo fatto di maghi, streghe, oggetti incantati e scope volanti. Quando si parla di Horcrux, emerge un lato molto etico quanto oscuro che coinvolgerà uno dei maghi più potenti nella saga di Harry Potter.

Cos’è un Horcrux

Un Horcrux è un oggetto in cui un mago nasconde un frammento della propria anima per raggiungere l’immortalità. Ciò può avvenire solo tramite il supremo atto malvagio, ovvero, l’omicidio. Un mago che crea un Horcrux diventa automaticamente un mago oscuro; la sua anima sarà più “instabile” quanti sono gli oggetti – e di conseguenza gli omicidi – da lui creati e quindi le parti in cui essa viene divisa.

Lord Voldemort è il mago oscuro che Hogwarts abbia mai conosciuto e che ha creato più Horcrux in assoluto. Sette di preciso e ciò ha portato a un decadimento fisico e mentale del mago. Nel corso degli anni, quello che un tempo era Tom Riddle – un bambino normale con dei poteri incontrollati e che non riceveva nessun sostegno da parte di nessuno – diventa sempre meno umano, ossessionato dalla vita eterna e dalla profezia che lo porterà poi ad essere sconfitto.

Nessuno a Hogwarts ha il coraggio di nominarlo – tanto da essere definito “tu sai chi” grazie alla fama che lo precede; uno dei libri in cui si spiega come crearne uno, “Segreti dell’arte più oscura“, viene custodito nello studio di Albus Silente, e pure Horace Lumacorno, di fronte alle domande di Harry, risulta scostante. È un tema che fa paura, quasi più delle maledizioni senza perdono.

Gli oggetti in cui Lord Voldemort racchiude i suoi pezzi di anima

Gli Horcrux di Tu sai chi hanno un profondo significato per lui. Il primo è il diario del quale era proprietario quando ancora era conosciuto come Tom Riddle. A trovarlo fu Ginny Weasley, la quale fece lo spiacevole errore di aprirsi ad esso e confidarsi.

La parte dell’anima di Voldemort in esso contenuta ha manipolato la ragazza, per farle aprire la camera dei segreti e far ritornare nella memoria degli insegnati un evento successo anni prima… Sappiamo tutti com’è andata a finire.

Un altro è il medaglione di Salazar Serpeverde, che al collo della Umbridge sembra rafforzarla mentre,  quando viene custodito da Harry, Ron ed Hermione, crea un clima di conflitto tale da separare – per breve tempo – i tre amici.

Si possono distruggere gli Horcrux?

La risposta è si, ma chi ha guardato almeno una volta nella vita i film di Harry Potter avrà notato le serie difficoltà. Gli incantesimi sono inutili, sembra che solo il veleno del Basilisco (i quali effetti possono essere neutralizzati solo dalle lacrime di fenice, ricordiamolo) sia in grado di annientarli.

Gran parte degli Horcrux creati da Voldemort, vengono distrutti utilizzando le zanne o altri oggetti contenenti il veleno del Basilisco (come la spada di Godric Grifondoro). Solo il diadema di Priscilla Corvonero verrà distrutto con l’incantesimo ardemonio.

Gli Horcrux sono l’oggetto oscuro per eccellenza, ed è interessante come J.K Rowling gli attribuisca un potere così grande. La vita degli altri viene vista come qualcosa di potentissimo e sacro. L’immortalità  diventa qualcosa di completamente anti-etico, dato il prezzo enorme da pagare. L’omicidio è perdita dell’integrità, in ogni forma, e anche solo il contatto con un anima “frammentata”, corrode e distrugge chi è ancora puro.

Leggi anche:
Il Mantello dell’Invisibilità di Harry Potter esiste!
GDR di Harry Potter in arrivo, lo rivela un Leak
Albus Silente: il diritto inalienabile all’ambiguità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close
Close