Humor e Varie

Ufo: allarme in Corea del Sud ma è solo un grosso equivoco

Gli alieni sono tra noi ma hanno becco, penne e sono praticamente identici alle anatre. Forse sono davvero anatre?

Il 1° Luglio i vertici militari sudcoreani hanno dato l’annuncio che l’aeronautica militare aveva fatto decollare diversi aerei da caccia per intercettare un oggetto volante non identificato – si un UFO – in avvicinamento dal territorio della Corea del Nord. Poco dopo un portavoce del Comando degli Stati Maggiori Unificati delle Forze armate della Corea del Sud ha spiegato che l’allarme che aveva messo in allerta i media di tutto il Paese, era dovuto a un grosso equivoco.

L’UFO

Il segnale registrato sui radar era generato dal passaggio di un gruppo di anatre. Lo stormo compatto, formato da una ventina di uccelli, aveva ingannato per breve tempo gli apparati di sorveglianza dello spazio aereo.

L’episodio ha colpito l’opinione pubblica anche perché il fatto si è verificato poche ore dopo il clamoroso incontro al confine fra Donald Trump e il leader nordcoreano Kim Jong Un.

Che si trattasse invece di un’anticipazione di Untitled Goose Game?

Il motivo dell’annuncio

Sembra insolito che i vertici militari di un Paese si prodighino ad annunciare così rapidamente l’avvistamento di un UFO. La “logica” vorrebbe che questi eventi fossero tenuti segreti, o che servano a sviare l’attenzione dal vero UFO. Purtroppo i tempi d’oro dell’ufologia sono ormai lontani.

Infatti, senza indugio, è stato fatto sapere al pubblico che erano “in corso verifiche” e che  erano “state prese delle misure dopo che intorno alle 13 un radar militare aveva registrato un oggetto non identificato nel cielo sopra la Zona Demilitarizzata, nella parte centrale del confine fra le due Coree, nella provincia di Gangwon”.

Alcuni opinionisti sudcoreani hanno interpretato la scelta dei comandi militari di dare notizia immediata non come un fatto casuale. A metà giugno le critiche sull’efficienza dei sistemi di sorveglianza dei confini aeromarittimi sudcoreani, mai sopite, erano riesplose quando non hanno rilevato l’arrivo di un’imbarcazione con a bordo quattro militari della Marina nordista in fuga dalla dittatura, riusciti ad entrare in un porto di Sokcho.

È plausibile che i vertici sudcoreani preferiscano annunciare subito di aver scoperto qualcosa piuttosto che trovarsi a dover spiegare tutto in un secondo tempo.

La speranza di vedere un vero Ufo sfuma

Mi dispiace miei appassionati di UFO, sono ormai rarissimi i casi di cui è difficile trovare una spiegazione. È impossibile trovare prove nel cielo (non è certo più facile trovarle da altre parti).

Magari c’è speranza per la crescita di appassionati di ornitologia.

Leggi anche: Avvistamento UFO a Cosenza: abbaglio dei media o realtà?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close
Close