Fumetti, Comics e Manga

Black Lagoon fa il suo ritorno con un manga spin-off

Uno spin-off tutto da leggere

Black Lagoon di Rei Hiroe sta per avere uno spin-off. Il seinen che racconta le disavventure dell’ex impiegato Rokuro “Rock” Okajima e della violenta e cinica Revy ha ancora molto da raccontare secondo il numero di agosto di Monthly Sunday GX che ha annunciato il primo capitolo dello spin-off per il 19 settembre di quest’anno.

LO SPIN-OFF DI BLACK LAGOON

Allontanandoci – ma non troppo – dalle avventure di Rock e Revy, vedremo il passaggio del testimonial da Hiroe a  Tatsuhiko Ida per questa storia parallela dal titolo Black Lagoon: Sōji-ya Sawyer – Kaitai! Gore Gore Musume (Black Lagoon: Sawyer the Cleaner – Dismemberment! Gore Gore Girl).La protagonista della storia sarà Sawyer, l’addetta “alle pulizie” che ama disfarsi dei cadaveri facendoli a pezzi con la sua adorata motosega (e forse da qui il titolo Gore Gore Girl?).

Ida aveva già lavorato allo spin-off di un’altra opera di Hiroe – Re:Creators – con ottimi riscontri da parte del pubblico; e come si soul dire “squadra che vince non si cambia”.

Si spera solo che i tempi di creazione e produzioni siano miglior di quelli della serie principale di Black Lagoon dove si è dovuto aspettare anni a volte tra un capitolo e l’altro – quasi quanto Berserk. Infatti la serie era ripartita nel 2017 dopo una lunga pausa cominciata nel 2014 e neanche l’unica. La produzione si era fermata nuovamente lo scorso agosto. Insomma, un parto travagliato.

Se non conoscete quest’opera, potete recuperare gli adattamenti Anime usciti nel 2006 ed il lungometraggio Black Lagoon: Roberta’s Blood Trail, rilasciato nel 2010, tutto su Netflix.

Non rimane che aspettare per vedere se quest’opera sarà un valore aggiunto alla già apprezzatissima saga.

La serie originale di Black Lagoon è comparsa dal 19 aprile 2002 sulla rivista seinen Sunday GX. Dai primi sei volumi sono state realizzate due serie anime, dirette da Sunao Katabuchi nel 2006, e dai volumi dal sesto al nono una serie OAV diretta sempre da Sunao Katabuchi e pubblicata fra il 2010 e il 2011.

Leggi anche:
Manga hentai: quello che spesso l’occhio non vede
Gli 11 Momenti più Tristi negli Anime e nei Manga
Assassination Classroom, un manga con qualcosa in più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close
Close