Cinema, Film e Serie Tv

Cinema: le 10 persone che non vorresti MAI incontrare in sala

... Ma che puntualmente, ti ritroverai sempre, specialmente quando c'è il film che aspettavi da un anno intero.

Il cinema è un’esperienza meravigliosa. Vogliamo mettere la comodità delle poltroncine, il maxischermo, l’audio perfetto? E poi, è solo al cinema che puoi guardare il film che aspettavi da una vita il giorno stesso dell’uscita. Ma in agguato, nelle sale, ci sono loro: i 10 tipi di persone che ti rovineranno l’esperienza cinematografica e ti faranno chiedere scusa a Netflix, in ginocchio, per averlo tradito.

hate
Perché non sono rimasto a casa a mangiarmi i nachos spaparanzato sul divano?

1) QUELLI CHE USANO IL CELLULARE A SPROPOSITO
Immancabili. Luminosità dello schermo al massimo, suoneria imbarazzantissima, e uno strano, incontrollabile desiderio di rispondere a QUALSIASI messaggio o chiamata arrivi, anche nel bel mezzo del film. E mica escono dalla sala scusandosi profusamente. No, no. Risponderanno lì, vicino a te, perché proprio quella chiamata non possono perdersela. E non puoi perdertela nemmeno tu.

Matthew McConaughey
“Ci metto solo un attimo, è troppo importante…” e stanno mezz’ora al telefono. Ma che pagheranno a fare il biglietto?

2) I GENITORI CHE PORTANO I PARGOLI A VEDERE I FILM DI TARANTINO
I teneri frugoletti al cinema non sono un problema. A volte è anche bello vedere con quanto entusiasmo i bambini si emozionano davanti ad un film pensato apposta per loro. Il problema è quando suddetti pargoli vengono trascinati dai genitori a vedere un film palesemente al di fuori del loro target, come quella volta che volevi vedere 300 ed un bambino di tre anni aveva deciso di urlare con tutta la forza nei suoi polmoni. Fastidiosi, ma l’istinto omicida sale più che altro verso i genitori, che ti guarderanno con una fintissima aria di scuse, e magari avranno pure il coraggio di dirti: “Di solito è così buono…”. Eh, certo.

capricci cinema
Che belli i bambini, specialmente quando vuoi vederti un film particolarmente violento.

3) I FAMELICI
Attrezzati con scorte di cibo come se dovessero fare trekking nelle foreste vietnamite, i famelici si faranno sentire perché masticheranno rumorosamente per l’intera durata del film, spacchettando, stropicciando e rovistando i loro sacchetti di vettovaglie, perché prendere i popcorn a loro non basta. Nei peggiori dei casi, ti sembrerà di sentire un vago odore di pesce in sala, e quando ti volterai alla ricerca del colpevole, una sola domanda potrà salirti spontanea: E quello come ha fatto a fare entrare clandestinamente un fritto misto?

cinema
In quanto famelici, non lasceranno che tu ti avvicini a nessuna delle loro merendine: al massimo te ne rovesceranno un po’ addosso tentando di fare slalom tra le poltroncine.

4) I RITARDATARI FEAT. QUELLI CHE SI SONO PERSI
Arrivano in ritardo, entrano quando la sala è buia e cominciano a deambulare alla ricerca del loro posto assegnato. Dove sarà mai la loro poltroncina? Ma accanto a te, è ovvio. Te ne accorgerai quando ti verrà sparata in faccia la torcia del cellulare e una vocina mormorerà “Permesso”, pestandoti nel frattempo i piedi. A questa insidiosa categoria di persone si aggiungono quelli che non si sa come ma hanno sbagliato sala, e passeranno un quarto d’ora a chiedere: “Ma questo che film è?”. Solo dopo diverse conferme si decideranno ad andarsene verso altri lidi, o a rassegnarsi e vedere il film sbagliato.

5) IL GRUPPO DI GIOVANI LEONI FINITI LÌ PER PURO CASO
Sono teenagers, e quella sera non sapevano che fare. Quindi sono venuti proprio nella sala dove sei tu, a vedere un film tanto per non rimanere a bighellonare per strada. Passeranno l’intera serata a ridere, scherzare e strillare tra di loro, e nei casi più gravi, saranno i primi a far partire gli applausi alla fine e all’inizio della proiezione. Protestare è inutile: sono numericamente superiori. Ti ricordi che una volta anche tu sei andato a disturbare durante la tua peggiore fase adolescenziale, e te ne stai zitto.

6) LA SPALLA COMICA
Ogni film visto al cinema, per lui, è motivo di grasse risate. Trapanano un criceto? Battutona. Fanno a pezzi un innocente? Battutona. La suspence è ai massimi livelli? Nessun problema, ci pensa lui a rovinarla. Il perché questo individuo non faccia cabaret è subito palese: le sue battute fanno schifo, ma lui non se ne rende conto, e cerca ancora un pubblico da disturbare.

7) QUELLI CHE NON CAPISCONO NIENTE
Sono quelli che passano tutto il film a chiedere: “ma perché lui… Ma quindi… Ma allora cosa vuol dire…?” e tu sei lì a braccia conserte a chiederti perché nonostante il film che state guardando sia lo stesso, lui proprio non riesce a capirlo. L’unica risposta a parte la violenza, per queste persone, è: “Se tu lo guardassi, capiresti!”. Al che loro si offenderanno a morte e cercheranno una nuova vittima alla quale porre i propri dubbi.

quelli che non capiscono niente del cinema
Categoria di nicchia di quelli che non capiscono niente: quelli che parlano con il film. Tutti noi conosciamo una Brenda del genere.

8) QUELLI CHE CAPISCONO TUTTO
Sanno già come andrà il film, conoscono ogni aspetto tecnico della produzione, e sospetti anche che siano amiconi del regista. Preparatissimi in ambito cinematografico, la loro conoscenza è sicuramente apprezzata… Altrove. In sala ti faranno arrabbiare tanto quello che è ancora lì a chiedere perché il protagonista stia trapanando il criceto di prima. Perché loro sanno, e la loro necessità di divulgare è impellente: devono farlo lì, subito, mentre tu vorresti solo guardarti il film in silenzio.

9) I KUNG FU PANDA
Li chiami così perché si muovono talmente tanto sulle loro poltrone che l’unica spiegazione è che stiano affrontando un gruppo di asiatici che vuole ucciderli. Non trovano mai la posizione comoda, si alzano, si abbassano, si siedono in modi strani, accavallano le gambe trascinandosi dietro giacche e borse… Non c’è tregua. Di questa categoria fanno parte anche quelli che si sentono Zlatan e danno i calci alle poltroncine come se fossero in finale di Champions League.

10) QUELLI CHE HANNO LETTO IL LIBRO
(L’autrice fa mea culpa: fa parte di questa categoria) Loro hanno letto il libro, e quindi sono armati di una conoscenza che a te è preclusa. Sanno già come andranno le cose, ma ti assicurano che non faranno spoiler con un sorrisetto falsissimo (Ma proveranno lo stesso a farti intuire il finale). Ogni scena è commentata da un sibillino: “Nel libro non andava così”, seguito da uno strano sibilo astioso. Il motivo per cui ti hanno accompagnato al cinema (“Anche se io di solito preferisco leggere, sai”) è unicamente per renderti partecipe del loro motto, il mantra che accompagna queste persone vita natural durante: IL LIBRO È SEMPRE MEGLIO!

neverending story
Oh, hai visto il film? Che carino. Peccato che loro abbiano già letto il libro. Due volte.

E voi, quale categoria di frequentatori delle sale cinematografiche trovate peggiore?

Leggi anche:
Film sui Viaggi nel Tempo: la cronostoria cinematografica
Dal Libro al Cinema è un attimo!
Cinema a casa: 3 strumenti per ricreare una sala

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close