Scienza

Sei stronzo quando bevi? Per la scienza non è colpa dell’Alcol

Lo sappiamo benissimo tutti quanti, sarà capitato a tutti di bere un po’ più del dovuto e incappare in situazioni spiacevoli per noi stessi o per altri. Ovviamente, il giorno dopo, se tutto va bene, ci svegliamo con i postumi. Se dovesse andare meno bene, ci svegliamo con qualche amico in meno, senza portafoglio o con un occhio nero. Ma che vuoi farci “non è colpa mia, la prossima volta berrò meno” perché, da che mondo è mondo, l’alcol toglie il freno alle nostre inibizioni, ci rende più coraggiosi e sfrontati.

E questo è vero, più volte è stato dimostrato come l’alcol abbia effetti sedativi sulle persone. Però è anche vero che ci sono alcune serate in cui siamo allegri e abbiamo solo voglia di divertirci, come si dice in gergo “te la fa prender bene” o male, se finisci in una rissa o a piangere seduto su un marciapiede.

Purtroppo, può capitare di finire in situazioni non tanto pericolose, quanto sgradevoli. Si diventa molesti, scurrili e cattivi, quasi. Ma è tutta colpa dell’alcol?

Cosa dice la scienza a proposito dell’Alcol?

Da oltremanica hanno trovato il modo per smentire una delle più grandi convinzioni riguardanti l’assunzione di alcolici, e mi dispiace dirvi (con un francesismo di tutto rispetto) che ora non ci sarà più modo di fare i paraculo.

All’università di Bradford, hanno portato avanti una serie di esperimenti, volti a testare come e in che misura, persone sotto effetto di alcolici, perdano l’empatia e la propria morale.

Il primo esperimento

Ad un gruppo di volontari, sono state mostrate delle immagini ritraenti situazioni e soggetti diversi tra loro. Molto banalmente si poteva trattare di persone intente a divertirsi o ritratte in un momento di tristezza. Ai volontari è stata data della vodka per indurli in uno stato di alterazione.

Reagivano in modo quasi opposto a ciò che veniva fatto osservare loro, man mano che l’esperimento proseguiva. Da ciò gli scienziati hanno capito che sotto effetto di alcolici, la nostra empatia, viene alterata. Non siamo più in grado di controllare la nostra risposta agli stati emotivi di chi ci circonda.

Il secondo esperimento

Hanno deciso di sottoporre i partecipanti al progetto, ad uno dei dubbi esistenziali più conosciuti e trattati, del nostro secolo. Sfido chiunque tra voi, a non averne mai sentito parlare, se non nella sua forma originale, nelle altrettanto discutibili varianti.

Ci sono cinque operai che stanno lavorando sul binario del treno. Il treno li raggiungerà presto. Tu sei al lato della ferrovia, accanto a te c’è una persona molto grassa, che potrebbe rallentare la corsa del treno e permettere agli operai di salvarsi. Cosa fai? spingi il tizio affianco a te, uccidendo una persona innocente, e salvandone cinque, o lasci che i cinque operai muoiano?

La risposta è stata sorprendente. La nostra morale non viene intaccata dai fumi dell’alcol. Infatti, chi rispondeva in un modo sotto gli effetti della vodka, rispondeva allo stesso modo da sobrio.

In conclusione

Questo ci dice che la nostra morale è salva, che continuiamo a percepire ciò che giusto e ciò che per noi è sbagliato. Non diventiamo cattivi, diventiamo solo meno empatici, si riduce la nostra capacità di comprendere l’altro, e diventa quindi più semplice ferire (ed essere feriti, se insistiamo troppo nell’essere molesti).

Leggi anche:
Chi Ama i Film Trash è più Intelligente: lo dice la Scienza
Carlo Calenda si sbaglia sui videogiochi: lo dice la scienza
L’Inquinamento Atmosferico Rende più Stupidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close