Scienza

Ritrovato gigantesco femore di sauropode in Francia

Nel sito di Angeac la rara scoperta di un osso lungo 2 metri

Alcuni paleontologi francesi hanno ritrovato un osso di 2 metri di lunghezza, del peso di oltre 400 kg. Appartiene ad un dinosauro sauropode precedente all’era glaciale.

Questo animale, che visse nella zona di Angeac-Charente, era alto circa 14 metri e lungo 36 e aveva un peso di decine di tonnellate. L’esemplare è sauropode, dinosauri erbivori con collo e coda molto lunghi diffusi nella tarda era giurassica.

Il fossile ritrovato è estremamente raro e con solo altri pochi centimetri avrebbe potuto superare il record mondiale del più grande osso di dinosauro mai scoperto. Nonostante ciò è il secondo ritrovamento di un femore in quella zona. Bisogna dunque indagare se appartengano allo stesso animale, oppure ad un altro che popolava quella zona.

Le specie di vertebrati ritrovate nel sito di Angeac sono oltre 45, tra queste diversi dinosauri, grazie ad oltre 7000 fossili. Il clima di quella zona 140 milioni di anni fa era tropico tropicale, e l’ambiente molto fertile. Per questo motivo ogni estate, lo stagno del luogo viene drenato e gli scienziati si sistemano nella vecchia cava per esplorare il fondo.

Grandissima è la gioia dei paleontologi: dal giovane dottorando, Maxime Lasseron, che ha graffiato per primo l’osso, al responsabile dello scavo che purtroppo dovrà offrire champagne a tutti.

Il sauropode appartiene un gruppo di dinosauri saurischi, esclusivamente erbivori, vissuti tra il Triassico superiore e il Cretacico superiore. I sauropodi corrispondono all’immagine stereotipata del dinosauro: un gigante impacciato con collo lungo, testa piccola e coda lunghissima.

Tra i più noti sauropodi ci sono l’apatosauro, il brontosauro, il brachiosauro e il diplodoco. Si tratta tutti di animali con forme che presentano collo e coda molto allungate e cranio relativamente piccolo rispetto alla massa corporea totale.

Nello specifico, il Brachiosauro viene riprodotto quasi fedelmente nel film cult Jurassic Park del 1993. Nel lungometraggio viene caratterizzato come una creatura che poteva arrivare fino a 9 metri di altezza e che poteva alzarsi sulla zampe posteriori, cosa che nella realtà non era in grado di fare.

Leggi anche:
Godzilla, Dalle Origini al Cult: la storia del Re dei Mostri
Edificare sulla Luna, si può? La scienza risponde
Lupo di 40 mila anni ritrovato nel ghiaccio!

Grazia Margarella

Studio Informatica presso l'Università degli Studi di Salerno e condivido le mie passioni per la scienza, il cinema, i libri e la cultura nerd grazie ai ragazzi de Il Bosone. Il mio motto è: Ad astra per aspera, exploro semper. Stay tuned ⚛️

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close