Guide

Conto per Studenti: da Paypal alla Bplazio Web

Conto correnti e dove trovarli: ma ovviamente in una comoda guida come questa!

Dall’Erasmus ai corsi di studio fuori sede, un rapporto imprescindibile di ogni studente è quello che lo lega alla gestione delle proprie finanze. Com’è noto, infatti, molti universitari decidono di dedicarsi a un lavoro part-time per ammortizzare le già alte spese dell’ateneo. Altri invece, sono finanziati dalle proprie famiglie. In entrambi i casi, nonostante le esigenze siano diverse, abbiamo la necessità che i ragazzi dispongano di un conto bancario o di un metodo che permetta loro di effettuare e ricevere transazioni monetarie.

Vediamo qualche opzione rispetto alle due macro-categorie.

Opzioni di Conto per Studenti lavoratori

In questo caso non c’è dubbio, lo studente lavoratore ha bisogno di un iban quindi deve scartare – almeno teoricamente – le carte solo prepagate e i gateway di pagamento alla Papyal.

All’occorenza, si prestano benissimo le soluzioni offerte da Conto Arancio e WeBank: canone azzerabile e bassi costi di gestione. Includono carta di debito e i movimenti possono essere gestiti comodamente online.

Anche Bplazio Web (servizi online della Banca popolare del Lazio), consentono di gestire in totale autonomia un conto associato a iban, distinguendosi in particolare per la celerità dell’assistenza telefonica.

Studenti finanziati dai genitori

In questo caso anche la soluzione Paypal è ugualmente efficiente. Se non viene associata una carta, è comunque possibile fruire del servizio di ricezione.

E’ più macchinoso, perché per disporre di contanti è necessario ordinare la carta di debito fornita dall’azienda internazionale. Ma con i giusti accorgimenti, il servizio risulta più immediato e persino più conveniente delle controparti bancarie.

Paypal non prevede infatti costi di gestione e canone mensile ma potrebbe applicare una piccola tariffa su transazioni provenienti come accrediti di lavoro e commissioni professionali. Cosa che non è nel caso degli studenti finanziati dai propri genitori.

Ora che avete un’infarinatura generale delle vie percorribili dal punto di vista del conto bancario, potete iniziare serenamente la vostra avventura di corsista.

Leggi anche:
Costi delle Università Online sono più alti?
Studiare all’estero? Già dalle scuole superiori!
Cartoni Giapponesi a Scuola: si educa anche così

Dave

Un tipetto alquanto permaloso, soprattutto quando è davanti al suo pc. Vive un rapporto dualistico, di amore e odio, nei confronti della tecnologia. Ama scrivere al computer, per esempio. Ma non prova le stesse emozioni quando perde 300 cartelle word a causa di interruzioni improvvise causate da chissà quale maledizione fantozziana. Vive di libri, muore di cinema e per l’odore dei pop-corn. Il grande schermo è la sua più grande passione, ammesso che riesca ad arrivare in sala in orario. I suoi frequenti ritardi (per adesso solo in ambito di tempistiche) sono il motivo per cui quando lo incrocerete vi sembrerà un mandarino che rotola. Ha fatto il giornalista ed è anche un bel ragazzo. Bello davvero. E questa descrizione non è stata scritta da lui, eh.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close