Miti e Leggende

Talia, la musa della commedia e le Nove Muse

Chi era Talia e cosa rappresentavano le Nove Muse? Il riassunto del mito sulle figlie di Zeus e Mnemosine

Le Muse sono figure della mitologia greca e di quella romana. Erano invocate dai poeti come ispiratrici dei loro canti. Chi osava offenderle veniva severamente punito: come le nove Piche, figlie del re Pierio, che vennero trasformate in piche – appunto – per aver sfidato nel canto le Muse.
Talia è, dunque, la musa della commedia e rappresentava la più giocosa delle nove muse (una per ogni notte in cui i due si erano uniti), figlie di Zeus e di Mnemosine (dea della memoria).

talia musa della commedia
Talia, la musa della commedia, era solo una delle nove muse ispiratrici

Talia e le Nove Muse

1. Calliope, “dalla bella parola”, cioè la musa dell’Eloquenza e della Poesia Epica, e dea della Memoria, era raffigurata seduta con un libro e con una corona di edera.
2. Clio, “la glorificante”, cioè la musa della Storia: rappresentata con una tromba nella mano destra e un rotolo di pergamena nella sinistra;
3. Tersicore, “colei che gode delle danze”, cioè la musa della Danza e della Lirica Corale: era rappresentata come una fanciulla con una corona d’alloro sulla testa e un flauto o una cetra in mano;
4. Polimnia, “dai molti inni”, cioè la musa della Poesia Lirica e degli Inni Religiosi: veniva rappresentata con una corona di perle;
5. Melpomene, “la cantatrice”, cioè la musa della Tragedia: veniva rappresentata con un pugnale in una mano e una maschera teatrale nell’altra.
6. Erato, “l’amorosa”, cioè la musa della Poesia D’Amore e della Mimica: era raffigurata con una lira e un arco e con la testa cinta di mirto e di rose;
7. Euterpe, “colei che allieta”, cioè la musa della Musica, del Canto e della Poesia lirica: aveva inventato vari strumenti musicali a fiato come il flauto. Era rappresentata con corone di fiori e con il doppio flauto in mano;
8. Talia, “la fiorente”, cioè la musa della Commedia e della Poesia Giocosa;
9. Urania, “la celeste”, musa dell’Astronomia: era rappresentata con un globo nella mano sinistra e un compasso in quella destra;

le nove muse
Le Nove Muse

La Musa della Commedia

In particolare, Talia era la Musa della Commedia e della Poesia Giocosa. Era rappresentata come una fanciulla incoronata di edera, con una maschera da commedia in una mano e una ghirlanda nell’altra. Talvolta aveva un bastone da pastore (pedum) perché era anche musa dei pastori e delle capre. la musa della commedia

Come le nove muse e sorelle, fu educata dal dio Apollo (altro figlio di Zeus) sul monte Elicona.
Talia si unì con Apollo dal quale generò i Coribanti: i sacerdoti della dea Cibele, che celebravano la divinità con danze orgiastiche, durante le quali suonavano strumenti rumorosi e si infliggevano volontariamente ferite. Non mangiavano pane in onore di un lungo digiuno della dea e veneravano il pino in onore del compagno di Cibele, Attis, dio della vegetazione. la musa della commedia

Che ne pensi? Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close

Adblock Rivelato

Gentile lettore, abbiamo notato che stai utilizzando AdBlock. Per fruire dei nostri contenuti è necessario disattivare AdBlock per questo sito o aggiungerlo alla tua Whitelist. Sul nostro portale troverai solo 2 banner pubblicitari assolutamente non invasivi. Ti assicuriamo di non infastidirti con pop-up o pubblicità sgargianti. Disattiva la tua protezione per il Bosone e ci aiuterai a proseguire la nostra avventura dal punto di vista economico. Grazie :)