Videogiochi e Gaming

Mortal Kombat 11: la violenza videoludica che piace

Tra sangue e violenza si sfiora il capolavoro

Mortal Kombat 11 è l’ultimo gioco della famosissima saga videoludica creata da NetherRealm. Con un nuovo paradosso temporale per riavere i combattenti morti nei giochi precedenti, fatality sempre più violente ed un sistema di gioco – per l’ennesima volta – rinnovato, possiamo dire di trovarci di fronte ad un ottimo titolo?

MORTAL KOMBAT 11 – PARLIAMONE

Per questo titolo, NetherRealm non ha badato a spese e non ha risparmiato energie. Pur mantenendo il motore grafico sul vecchio Unreal Engine 3 sembra proprio aver raggiunto un nuovo livello per i picchiaduro.

mortal kombat 11Dopo aver analizzato a fondo il titolo, possiamo affermare che Mortal Kombat 11 non è solo il miglior titolo della saga ma addirittura l’attuale miglior picchiaduro sul mercato – in grado di lasciare senza fiato i vecchi ed i nuovi fan della saga.

Iniziando dalla storia, ci troviamo ad affrontare un’avventura più profonda e stratificata rispetto tanti altri concorrenti e rivali del genere – come Tekken 7 o DragonBall FighterZ – diretta talmente bene da non essere da meno rispetto film che vediamo al cinema.

La regia della storia è proprio ciò che da forza al racconto. Ci troviamo infatti tra le mani una trama al pari di un Last of Us o un God of War in cui si ha una storia lineare ed a tratti scontata, ma che viene raccontata talmente tanto bene da non fare annoiare il giocatore.

Tuttavia il punto forte di Mortal Kombat 11 è il gameplay.

GIOCHIAMO A MASSACRARCI!

Nonostante i cambiamenti e le riscritture Mortal Kombat 11 riesce a mantenere un ottimo equilibrio tra classicismo ed innovazione. Le combo sono state nettamente accorciate e non è più così facile immergersi in combinazioni infinite che tartassano i giocatori inesperti costringendoli ad una sconfitta rapida.

mortal kombat 11Pur mancando il classico scatto che contraddistingue i giochi di combattimenti si è velocizzata l’azione e la velocità stessa delle combo che risultano ancor meno legnose di Injustice 2 e Mortal Kombat X.

Togliendo l’aggressività del gioco e la possibilità di spammare ossessivamente mosse speciali contro un indifeso nemico si costringe il giocatore ad attuare più strategia nel combattimento, ma soprattutto a conoscere perfettamente il proprio personaggio.

Ma le innovazioni di Mortal Kombat 11 non finisco qui: a livelli più alti saremo costretti a conoscere tutte le meccaniche di gioco ed i tempi di reazione in attacco e difesa. Non c’è da spaventarsi però, ogni singola azione di gioco – combo e difese speciali comprese – sarà impossibile impararla in un immenso tutorial che riesce a calare il giocatore in ogni aspetto di questo nuovo gameplay.

Si può infatti affermare che il titolo sfiora il capolavoro videoludico – ribadendo – che Mortal Kombat 11 è l’attuale miglior picchiaduro sul mercato e difficilmente si riuscirà a raggiungere un livello tecnico così alto.

COMPRATE MORTAL KOMBAT 11

Chi mi conosce sà che sono un appassionato di picchiaduro. Che siano titoli più famosi come Dragonball FighterZ, sconosciuti come Guilty Gear o ibridi come Super Smash Bros. non me ne faccio scappare uno.

Mortal Kombat 11 non poteva mancare nella mia collezione e per la prima volta non consiglio l’acquisto quando calerà di prezzo, ma consiglio di accaparrarvi la prima offerta (o al limite la versione Game of the Year con tutti i personaggi) per non perdere l’occasione di giocarci.

Questo titolo è come un parco di divertimento a tema violenza che vi regalerà ore ed ore di divertimento in singolo e centinaia di ore in multiplayer tra le varie modalità di gioco.

Se dovessi dare un voto al titolo parlando di picchiaduro sarebbe un meritatissimo 9.5

Che ne pensi? Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close