Videogiochi e Gaming

Super Dragon Ball Heroes: World Mission – Recensione

Il multiverso di Dragon Ball tra Canonico e Non

Super Dragon Ball Heroes: World Mission è la dimostrazione di come Dragon Ball sia diventato – senza mezze misure – il re dei manga shonen.

A trent’anni dall’uscita del primo capitolo, le avventure di Son Goku e compagni hanno accompagnato innumerevoli generazioni e le loro battaglie hanno ispirato videogames di ottima fattura – come Dragon Ball FighterZ – e talvolta, delle schifezze indescrivibili. Secondo voi, in quale caso ci troviamo?

SUPER DRAGON BALL HEROES: E LA TRAMA?

Ci troviamo – come spesso accade – su un gioco che cerca di sfruttare una licenza e regalare pretesti per catapultarci in scontri sempre nuovi e pieni di “What if“. Vorreste sapere come sarebbe apparso Gotenks da adulto? Broly Super Saiyan 4? O vorreste vedere una forma alternativa di Kid Bu che ha assorbito Super Janemba? In Super Dragon Ball Heroes potete scoprire questo e tant’altro perché vale tutto.

super dragon ball heroes

Nell’universo di questo titolo, infatti, Dragon Ball Heroes è un famosissimo gioco di carte in cui – seguendo la mitologia di Dragon Ball Xenoverse – il nostro avatar viene catapultato per “sistemare” delle anomalie che minacciano il mondo del manga.

Insomma, noi siamo dei semplici appassionati del gioco catapultati in un mondo di fantasia e che ottenendo sempre più potere riusciremo – col tempo – a fronteggiare nemici iconici (e non) della serie.

Quindi la trama è il classico pretesto per menare le mani e verificare decine e decine di fusion improbabili, trasformazioni inesistenti e storie parallele che i fan hanno sempre alimentato nel corso degli anni.

MA IL GAMEPLAY?

Come già detto, la trama non è granché. Il fulcro di tutto è il gameplay. Scontro dopo scontro, infatti, assisteremo alla riproduzione di dialoghi e cinematic che ci raccontano quello che succede – ma evitandole non vi perderete niente – inscenando scontri tra formazioni composte dai più disparati elementi al limite dell’assurdo.

Il problema è che il gameplay è spesso noioso e ripetitivo. Che sia per la modalità Arcade o la modalità Storia, in Super Dragon Ball Heroes: World Mission non si fa altro che saltare da uno scontro all’altro in cui – per la maggiore – anche non pensando alla strategia si riesce a surclassare i nemici.

vegeta world mission

Eppure, questo non accade negli scontri più difficili.

La creazione del nostro mazzo – composto da sette carte eroe tra le centinaia a disposizione – sarà fondamentale. Effetti imprevisti di carte e personaggi diversi ed interazioni tra i vari tipi sarà ciò a cui dovrete badare arrivati ad un certo punto dell’avventura – e questo è un bene.

Quel poco di divertimento che Super Dragon Ball Heroes: World Mission ci regala è proprio la composizione del mazzo per i combattimenti più difficili – o per l’online – in cui i nostri agguerriti nemici avranno sempre un vantaggio assoluto su di noi e dovremmo ponderare ogni singola mossa per non perdere lo scontro.

I nostri sette eroi schierati saranno dotati infatti di abilità uniche, attivabili spesso in determinate fasi della partita. Associando ad essi i giusti eroi e posizionando nel momento esatto il giusto supporto, si giunge alla vittoria o alla disfatta.

Il gioco di base è semplice e regala una variabilità incredibile in fatto di carte collezionabili.
Gli eroi hanno tre variabili di base, trasformazioni, poteri e abilità – quasi sempre su carte diverse – che costringerà il giocatore a passare in rassegna ogni singola carta e leggere attentamente il testo.

Super Dragon Ball Heroes: World MissionEssendo un gioco strategico a turni infatti non tutti e sette gli eroi schierati dovranno attaccare sempre dal primo turno, altrimenti li lasceremo senza energia e la forza collettiva del gruppo scenderà drasticamente.

Con una discreta conoscenza dei giochi di carte strategici e la voglia di provare le varie combinazioni, il gioco vi regalerà ore ed ore di divertimento. Senza contare la possibilità di creare le proprie carte (cosa in cui ammetto di aver perso almeno il doppio delle ore usate per la modalità storia).

IN CONCLUSIONE

Super Dragon Ball Heroes: World Mission è un gioco che consiglio principalmente agli appassionati di giochi di carte e ai fan di Dragon Ball. Sconsigliato l’acquisto a prezzo pieno – perché i giochi Switch sono spesso troppo cari per quello che offrono – consiglio di prenderlo con qualche offerta o sconto.

videogiochi dragon ball superParliamoci chiaro, ci troviamo di fronte ad un gioco mediocre che regala momenti belli immersi in ore di cinematic noiosissime ed una ripetitività che smorzerà la voglia a chi si aspettava un Budokai 4. Un’occasione mancata per il franchise in quanto sono decine e decine, i titoli di Super Dragon Ball Heroes non arrivati dal Giappone dove i giocatori hanno mazzi fisici con carte realmente collezionate che posizionano sui cabinati appositi. Esistono titoli migliori di Dragon Ball a cui giocare.

Qui consiglio comunque la versione Switch: giocarlo in portatile sfruttando il touch dello schermo regala una minima parvenza di com’è il titolo in realtà e sul piccolo schermo di quel tostapane, molte imperfezioni grafiche non si notano.

Che ne pensi? Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close