Giochi di Ruolo e Boardgame

Attila, il GDR che non ti aspettavi

Per una serata goliardica durante le feste

Oggi parleremo di un modo per passare una serata in goliardia, vi starete forse chiedendo quale sistema proporre ai vostri giocatori per le feste… Ovviamente parliamo di giochi di ruolo cartacei.
Certamente avrei potuto proporre le migliori 10 sessioni a tema natalizio disponibili in rete e “SistemLess” e invece, vi illustrerò come sia possibile, in 20 secondi, spiegare un sistema di gioco creato appositamente per un pubblico che richiede solo e soltanto goliardia (e/o una sessione un po’ trash in linea con la scena dell’omonimo film, Attila).

Perché a Natale, nessuno di noi vuole giocare la solita sessione in cui Babbo natale dà di matto… O una in cui la solita creatura verde ruba i regali. Davanti ad una cioccolata calda (o una birra), perché non passare una serata in pura goliardia?

Spostate il vostro sguardo dalla vostra cartella delle build di Pathfinder o dalle tabelle di Gurps e concentrate la vostra attenzione su due d6 e un d20, procuratevi un foglio di carta per ogni giocatore e di una matita e avrete tutto ciò che vi serve per una serata di rutti, saccheggi e puro spirito barbarico (un po’ trash certo… Ma sicuramente efficace).

Il GDR di Attila

Il sistema nasce da un pazzo di nome Cristian Papi che in una serata di puro spirito goliardico fu colto da un attacco d’ispirazione trash creando un sistema che incarnasse la pura ignoranza barbarica raccontata nel film di Attila con Diego Abatantuono.

Si sarà sicuramente chiesto come realizzare queste sequenze. O forse desiderava un motore di gioco che permettesse con solo due meccaniche di risolvere qualsiasi evento. Non è infatti una brutta idea considerare (seppur con un minimo di modifiche il sistema in se) il gioco non per la sua ambientazione ma come motore di gioco spiegabile anche ad un bambino di 5 anni.

Andiamo dritti al punto! Come funziona questo gioco?

La meccanica principale con cui risolvere le vostre azioni si basa sul concetto di Viulenza (V) questo è un valore numerico che va da 1 a 20 e si calcola lanciando per ogni giocatore due d6 e aggiungendo otto al risultato (N.B: “Ho dovuto fare qualche ricerca su internet, poiché l’autore non ha descritto nel manuale come calcolare tale valore, cosa invece che viene spiegata in un altra pagina del nostro amato Web”).

Questo valore verrà diviso per ogni azione di un giocatore tra:

  • Vi: Viulenza inflìtta
  • Vs: Viulenza subbìta (si, da manuale ha 2 b)

Deciso quanto VIULEEEEENTO voglia essere il vostro SBABBBBARO il giocatore dovrà dichiarare la sua azione e lanciare un d20, tutti i tuoi giocatori avranno il loro Mumènt un’unità di misura che indica 10 Secònt in cui agisce uno o agiscono più giocatori in contemporanea.

Il Game Master dovrà decidere una difficoltà per l’azione intrapresa dal giocatore e se il risultato del tiro sarà superiore al valore numerico della difficoltà ma inferiore alla Vi si avrà un successo per l’azione intrapresa.

Riguardo alla difficoltà delle azioni l’autore non ha lasciato nessuna indicazione (nessuna tabella di esempi) ma poichè le meccaniche di gioco si basano sul lancio di un singolo d20 senza aggiungere o togliere modificatori consiglio di considerare ogni valore di quel dado come un 5% .

Reputate che l’azione intrapresa da un vostro giocatore abbia un 55% di riuscita? Basterà un 9 di dado per la riuscita della sua azione!

Si potrebbe avere il caso in cui il tiro del vostro dado sia inferiore alla difficoltà e/o superiore alla Vi, in quel caso riceverete un ammontare di danni pari alla differenza tra quanto avreste dovuto fare e quanto effettivamente avete fatto con il dado, si ha inoltre che:

  • Chi, in un Mm perde punti V pari o superiori alla propria Vs, è fuori gioco per un numero di Mm pari ai V subiti.
  • Chi, in un Mm perde punti V pari o superiori alla propria V, è fuori gioco per un numero di Giorni pari ai V subiti.

La stessa meccanica si applica laddove due SBABBBBBARI decidano di contendersi qualsiasi cosa, una luccicante moneta  o un pezzo di carne potrebbe essere la causa di conflitto tra i vostri giocatori e potreste aver bisogno di capire come gestire la cosa.

Vi lascio il link al pdf rilasciato dall’autore ed auguro delle goliardiche serate in compagnia dei vostri amici!

 

Tags

daniele cozzolino

Nato e cresciuto a Trapani, una citta' non esattamente al passo con i tempi e non esattamente Nerd sono un fiero membro di quella fazione. Videogiocatore, appassionato di anime e manga e master di diversi giochi di ruolo. Faccio parte di un associazione Ludico-Culturale che si prefigge il compito di diffondere e dare la possibilita' a chiunque di conoscere e giocare di ruolo, consapevole del ruolo Socio-Culturale e l'impatto che potrebbe avere sulla societa' il diffondere un sistema di gioco che permetta una continua e controllata interazione con persone diverse dalla propria cerchia attraverso appositi eventi pubblici creati per le citta' di Trapani e provincia .

Che ne pensi? Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close

Adblock Rivelato

Gentile lettore, abbiamo notato che stai utilizzando AdBlock. Per fruire dei nostri contenuti è necessario disattivare AdBlock per questo sito o aggiungerlo alla tua Whitelist. Sul nostro portale troverai solo 2 banner pubblicitari assolutamente non invasivi. Ti assicuriamo di non infastidirti con pop-up o pubblicità sgargianti. Disattiva la tua protezione per il Bosone e ci aiuterai a proseguire la nostra avventura dal punto di vista economico. Grazie :)