Libri e Letteratura

#scienzasottolalbero: quando la scienza colora il Natale

Libri scientifici da regalare a Natale e dove trovarli...

Manca poco a Natale. Siamo già in quel periodo dell’anno in cui si corre per ogni dove alla ricerca di regali per amici, genitori, fratelli, nipotini, cani, gatti e cocorite.
Se la persona a cui volete donare qualcosa è un appassionato di scienza (o volete che lo diventi) per fortuna abbiamo l’iniziativa giusta per voi.
Chi segue la ricca community di divulgatori scientifici sul web da qualche settimana ha trovato nel suo feed Instagram un nuovo hashtag: #scienzasottolalbero.

#scienzasottolalbero

L’iniziativa, proposta da @astro_filo, consiste nel consigliare tre libri divulgativi di argomento scientifico e una proposta per i più piccoli.

View this post on Instagram

🌲"LA SCIENZA SOTTO L'ALBERO"🌲 Manca un mese a Natale 🎅 Abbiamo deciso quindi con tantissimi altri divulgatori di creare questa iniziativa per voi. Troverete sui profili di tantissimi divulgatori sia nelle storie che nei post consigli su libri di divulgazione da regalare a Natale. Per seguire l'iniziativa cercare gli hashtag #scienzasottolalbero e #scienzagram . Ecco qui i miei consigli. ___________________________________________________ Follow for more: @astro_filo @astronomiainpillole ___________________________________________________ . . . . . #space #nasa #interstellar #galaxy #cosmos #astronomy #amazing #cosmology #naturelovers #nature #esa #moon #hubbletelescope #universe #planet #astrophisics #roskosmos #nasabeyond #science #constellation #shuttle #satellite #hubble #astrophotography #picoftheday #astronomy #nebula #winter

A post shared by Filo (@astro_filo) on

Ammettiamolo, farsi consigliare da Dario Bressanini che cosa regalare al vostro amico non ha prezzo.

Oltre all’amichevole chimico di quartiere, possiamo leggere i consigli di Ruggero Rollini, Eliana Streppa (To The Science and Beyond), Stefano Bertacchi, Luca Perri, Beatrice Mautino e molti altri.

Parliamo di libri

Tra i libri citati troviamo le pubblicazioni di questi divulgatori virtuosi come “Geneticamente Modificati” di Stefano Bertacchi, “Contro Natura” di Dario Bressanini e Beatrice Mautino, “Il trucco c’è e si vede” di Beatrice Mautino, e per i bambini “Errori Galattici” di Luca Perri.

Troviamo anche i vari classici come “Le affinità elettive” di Goethe e “Il sistema periodico” di Primo Levi, i quali uniscono in modo indissolubile scienza e letteratura rendendo il tutto sempre più affascinante e meraviglioso.

Per chi non si sentisse pronto a letture troppo impegnative, ma volesse comunque leggere di fisica moderna, è imprescindibile la lettura delle “Sette brevi lezioni di fisica” di Carlo Rovelli. Un vero e proprio concentrato di poesia e passione per la fisica e la realtà.

Scienziati atipici

Una figura diversa di scienziato la possiamo trovare in Richard P. Feynman, premio Nobel per la fisica nel 1965, uno dei maggiori fisici teorici del XX secolo. La sua intelligenza, la sua curiosità e il suo umorismo sono raccontati in “Sta scherzando, Mr. Feynman!”. Un vero divulgatore che suonava i bonghi, ritraeva ballerine di lap dance e che andava in giro con un furgone vestito come se fosse appena uscito da un western.

Richard P. Feynman
Richard P. Feynman

Scienza e sociologia con Harari

Uno degli autori consigliati è Yuval Noah Harari. Storico e saggista israeliano che tratta di temi come storia, filosofia, scienza, tecnologia e società nei suoi bestseller come “Sapiens – Da animali a dei”, “Homo Deus – Breve storia del futuro” e “21 lezioni per il XXI secolo”.

Non solo libri “seri”

Ma per amare la scienza non bastano solo libri specifici o di pura scienza. Infatti molti sin da piccoli si sono appassionati all’arte del capire il mondo che ci circonda attraverso i fumetti e la fantascienza. Come raccontato ne’ “La fisica dei supereroi” di James Kakalios, il mondo dei comics è pieno zeppo di scienza e ne rappresenta anche la grande relazione che c’è tra società e scienza. Inoltre anche la fantascienza può essere un bel modo per appassionarsi, partendo dai classici della distopia come Il mondo nuovo di Huxley o i racconti di robotica del maestro Isaac Asimov.

KIDS

Per i più piccoli, sono imprescindibili i primi telescopi e microscopi ma anche il classico Piccolo Chimico e alcuni libri di esperimenti vari che sfruttano le reazioni chimiche e i fenomeni fisici di tutti i giorni. Inoltre per i piccoli appassionati di tecnologia può essere una bella scelta “Il mio primo libro di coding- scopri il mondo della programmazione senza dover usare il computer”. Ed infine, per motivare le scienziate del futuro, “Storie e vite di superdonne che hanno fatto la scienza” di Gabriella Greison può essere una buona scelta.

bambini scienza
Con #scienzasottolalbero, a Natale avrete tanti idee su libri da regalare ai vostri bambini

Oltre a dare uno sguardo ai profili sopra citati, troverete qualche consiglio anche in questo articolo. Certo, non saranno consigli altrettanto autorevoli, ma proveremo ad incuriosirvi.

Nel caso in cui ve li siate persi, abbiamo già parlato di libri divulgativi con Cosa Accadrebbe Se? di Randall Munroe e Accanto alla Macchina di Ellen Ullman.

Consigli non richiesti

Breve storia di (quasi) tutto di Bill Bryson

«Mentre ero in volo sul Pacifico e guardavo pigramente dal finestrino l’oceano illuminato dalla luna, mi si presentò alla mente, con una forza piuttosto inquietante, la consapevolezza di non sapere nulla dell’unico pianeta sul quale mi sarebbe mai capitato di vivere». Bill Bryson

In questo libro infatti si parla di un mastodontico viaggio nel mondo del sapere scientifico che ci vuole far comprendere in modo semplice ed efficace la teoria della relatività e le sue conseguenze, i segreti del Big Bang, le leggi dell’evoluzionismo, la comparsa dell’uomo sulla terra, il DNA e molto altro. Grazie all’ironia e alla freschezza di Bryson attraversiamo la storia della scienza attraverso un “romanzo” pieno di sorprese e curiosità.

Breve storia di (quasi) tutto di Bill BrysonDal big bang ai buchi neri. Breve storia del tempo di Stephen Hawking

E’ inevitabile consigliare la lettura di uno qualsiasi degli scritti del cosmologo più importante e noto del nostro tempo. In particolare “Dal big band ai buchi neri. Breve storia del tempo” racchiude la maggior parte delle sue teorie. L’espansione dell’universo, il principio di indeterminazione, le particelle elementari e le forze della natura, l’origine e la sorte dell’universo, l’unificazione della fisica sono parte di un viaggio indimenticabile attraverso lo spazio tempo. Da leggere ad ogni costo.

Dal big bang ai buchi neri. Breve storia del tempo di Stephen HawkingLe 5 equazioni che hanno cambiato il mondo di Michael Guillen

Nell’opinione comune, le equazioni sono aride formule matematiche dove il sapere scientifico si nasconde agli occhi meno esperti. In questo libro però l’autore vuole superare questo pregiudizio e cerca di spiegare “le cinque equazioni che hanno cambiato il mondo” in modo semplice ed affascinante. Ci racconta dunque del genio di uomini come Isaac Newton, Daniel Bernouilli, Michael Faraday, Rudolf Clausius e Albert Einstein hanno permesso alla nostra società di evolversi e fare cose meravigliose. Il linguaggio è chiaro, preciso e attraverso la narrazione delle battaglie umane e scientifiche di queste menti grandiose ci introduce alla bellezza e alla poesia della matematica.

Le 5 equazioni che hanno cambiato il mondo di Michael GuillenKIDS: Il mago dei numeri di Hans Magnus Enzensberger

«Tutti i bambini sognano di volare. In matematica si vola, eccome» Hans Magnus Enzensberger

La storia raccontata è quella di Roberto, uno dei tantissimi ragazzi che odiano la matematica perché troppo noiosa e inutile. Una notte però gli viene in sogno un ometto rosso, un mago dei numeri. Insieme a questo strano esserino il nostro Roberto scoprirà sistemi numerici complessi, le leggi della matematica e incontrerà Pitagora e Archimede. Questo libro non può non essere letto da tutti i bambini (dai 10 ai 99 anni) che odiano ingiustamente un mondo variopinto e sempre in evoluzione come la matematica.Il mago dei numeri di Hans Magnus Enzensberger

Grazia Margarella

Studio Informatica presso l'Università degli Studi di Salerno e condivido le mie passioni per la scienza, il cinema, i libri e la cultura nerd grazie ai ragazzi de Il Bosone. Il mio motto è: Ad astra per aspera, exploro semper. Stay tuned ⚛️

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close