Bomba Disney: In arrivo Star Wars Galaxy of Adventures

La Disney annuncia che lancerà una nuova serie di cortometraggi animati per bambini, denominata Star Wars: Galaxy of Adventures

La generazione che è cresciuta con la prima, intramontabile, saga di Star Wars, ha ormai superato la soglia della beata spensieratezza giovanile. Tant’è che in molti casi, molti tra i 30enni o presunti tali, quelli hanno avuto la fortuna di assistere alle proiezioni della trilogia originale, esistono da così tanto tempo che hanno avuto – addirittura – il tempo di riprodursi e generare una prole di piccoli “younglings” o più comunemente, appassionati di Yoda e compagnia bella.
Ebbene, se il dilemma che attanagliava questa generazione di vecchi nerdoni, qualche anno fa, era rappresentata dall’accettazione di una nuova trilogia cinematografica, il rischio che i propri figli siano iniziati alle vie della Forza da una Rey e da un Kylo Ren, è troppo forte adesso che siamo a ben 5 film dal fatidico day-1 de Il Risveglio. E’ così che il problema di ormai circa 4 anni fa, è nulla in confronto al quesito su quale opera utilizzare per indottrinare questi piccoli discepoli al culto di Guerre Stellari.
Ma non temete miei cari vecchiacci, perché mamma Disney ha già pensato a una soluzione che farà di voi i genitori fieri ma economicamente poveri, che meritate di essere. Sta arrivando Galaxy of Adventures!

Che cos’è Galaxy of Adventures?

L’iniziativa è chiaramente rivolta ai giovanissimi dato che si tratta di un adattamento a cartoni animati il cui scopo è ricreare i momenti del franchise cinematografico classico. I cortometraggi animati avranno una durata compresa tra 6 e i 10 minuti, una caratteristica che si sposa con il livello di attenzione di un potenziale fan di 3-5 anni. I primi sei cortometraggi verranno lanciati il ​​30 novembre su un nuovo sito Web e il canale YouTube soprannominato Star Wars Kids.

James Waugh, vicepresidente di Lucasfilm e stratega del brand, afferma presso il sito ufficiale che l’iniziativa è stata concepita per essere un’introduzione all’opera fatta “a misura di bambino”. Come dimostra il trailer della serie, gli episodi riproporranno alcuni dei dialoghi e delle scene dei film originali, utilizzando uno stile molto dinamico e pieno di azione per attirare gli spettatori più giovani.

star wars galaxy of adventures
La copertina di Galaxy of Adventures

Un metodo vincente

Mentre alcuni segmenti della fanbase di Star Wars sono diventati sempre più resistenti ai progetti che portano il franchise in direzioni nuove, è necessario tenere a mente che non tutte queste offerte sono state progettate per attrarre gli appassionati più anziani che ormai hanno visto il titolo originale per centinaia di volte. Le edizioni speciali del 1997 hanno introdotto una nuova generazione nel franchise, stessa cosa per la trilogia dei prequel e gli show successivi come Rebels che hanno assunto un ruolo di ingresso a nuovi spettatori – molti dei quali anche molto giovani. Anche questa non è la prima volta che Disney crea dei cortometraggi animati destinati ai bambini: giusto un anno fa, ha pubblicato la serie Forces of Destiny come parte di un’iniziativa più ampia per concentrarsi sui personaggi femminili della storia.

Il lancio di Galaxy of Adventures ci ricorda – nonostante i lungometraggi principali abbiano subito dei rallentamenti sulla tabella di marcia – quanto questo brand, sia importante per la Disney. Attualmente, la compagnia di Topolino sta producendo due serie TV live-action destinate al servizio di streaming Disney +, oltre alla nuova serie di animazione Star Wars Resistance. Galaxy of Adventures è solo un altro prodotto destinato a indottrinare il pubblico giovane e assicurarsi che in futuro, siano ben consapevoli di chi siano i personaggi sacri di questo cosmo narrativo in prospettiva di nuovi progetti.

Da un certo punto di vista, la strategia può spaventare. Da un altro, non può che far piacere se la manovra terrà i nostri figli lontani dalla musica trap.ackbar

Dave

Un tipetto alquanto permaloso, soprattutto quando è davanti al suo pc. Vive un rapporto dualistico, di amore e odio, nei confronti della tecnologia. Ama scrivere al computer, per esempio. Ma non prova le stesse emozioni quando perde 300 cartelle word a causa di interruzioni improvvise causate da chissà quale maledizione fantozziana. Vive di libri, muore di cinema e per l’odore dei pop-corn. Il grande schermo è la sua più grande passione, ammesso che riesca ad arrivare in sala in orario. I suoi frequenti ritardi (per adesso solo in ambito di tempistiche) sono il motivo per cui quando lo incrocerete vi sembrerà un mandarino che rotola. Ha fatto il giornalista ed è anche un bel ragazzo. Bello davvero. E questa descrizione non è stata scritta da lui, eh.

Articoli correlati

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close
Close

Adblock Rivelato

Per favore, aiuta la nostra crescita disabilitando l'adblocker