Siete in forma? Allora non scaricate l’app di Sweatcoin

Si sta diffondendo in maniera veloce ed inesorabile, l'app che ti premia per alzarti dal divano e muoverti. Ma in cosa consiste precisamente?

Si sta parlando molto di SweatCoin, l’App che ti paga per camminare e correre, ma cosa si cela veramente sotto questa “gallina dalle uova d’oro”? Nonostante tutti la stiano presentando come l’App del decennio, bisogna stare in guardia da una serie di fattori che si nascondono dietro a questo progetto — ed essere coscienti che nessuno ci sta “regalando” niente. Il mercato mondiale delle App, genera miliardi di utili ogni anno e Sweatcoin si candida ad essere una delle app più scaricate dagli utenti nel futuro. Di sicuro chi l’ha creata l’ha fatto con l’intento di guadagnarci, non di regalarci i suoi soldi.

galline uova d'oro

Nonostante titolo e premessa, è sicuramente interessante testare Sweatcoin scaricandola dallo store. Funziona in modo davvero semplicissimo: basta avviarla e compilare i campi richiesti per iniziare a utilizzarla. Poi, quando avremo mosso i primi passi, l’app li conterà. Al raggiungimento di mille passi certificati riceviamo 1,00 Sweatcoin, la moneta del “gioco” che ci servirà per acquistare oggetti nello store. Ma forse è meglio approfondire ciò che è chiaro e cosa no per evitare fregature.

Le cose belle di SweatCoin

Nonostante sia registrata su un dominio .uk, i creatori di questa app sono due ragazzi russi che l’hanno portata prima sul mercato americano e da pochi giorni anche in Italia. La diffusione è incredibile e si può dire che sia un fenomeno virale dato il numero elevato di download ma una volta tanto, una viralità spesa per una giusta causa.

Sweatcoin

L’obbiettivo dichiarato è quello di combattere la sedentarietà di molte persone incentivandole a muoversi e sudare (Sweat vuol dire sudore). Questo è forse il principale punto di forza dell’app che si intesta un obbiettivo serissimo di contrasto all’obesità e al sovrappeso, con tutti i danni di salute che questo comporta ma allo stesso tempo promuovendo comportamenti salutari e importanti per tutti. Il “ricatto” è una piccola paghetta ma la motivazione che questo riesce a dare a tante persone è molto forte. Diventerà una delle più importanti app motivazionali?

L’interfaccia è molto interessante. Ha le sembianze di un’app professionale per il fitness, molto curata nei dettagli e sempre work in progress, per dare agli utenti una esperienza mai banale e monotona. Le varie aree comprendono il contapassi, una pagina di conversione dei passi in Sweatcoin, lo shop, in cui cercare tra vari prodotti il proprio “premio”, e l’area del “porta un amico“, col quale guadagnare altri crediti.

Si può scegliere tra vari piani di premiazione in questo momento, che vanno da un minimo di 5,00 Sweatcoin accumulabili al giorno, a un massimo di 20,00. Questo per quanto riguarda il cammino, ma a questi poi si può aggiungere la possibilità di guadagnare consigliando l’app: ben 5,00 crediti per ogni amico che si iscrive.

I motivi per non scaricare SweatCoin 

Se siete maniaci della privacy, questa app non fa al caso vostro; un po’ come tutti i social network, i motori di ricerca, e tutti i siti e le app che hanno il loro guadagno nella vendita dei dati dei propri utenti. Per il momento non esiste una cosa del genere nel deep web, dove si corrono altri rischi, ma non quello della privacy.

Anche l’app che ti paga per camminare, basa il suo modello di business sull’accumulo di dati, informazioni utili, da spendere poi sul mercato per guadagnare. La pubblicità per prima cosa, non attraverso fastidiosi banner, ma attraverso lo stesso shop in cui si posizionano e continueranno a posizionarsi brand interessati al target di questa piattaforma. Va detto che i dati accumulati, però, sono molto privati e sensibili, essendo legati alla geo-localizzazione, quindi fornendo in tempo reale la propria posizione esatta. Se fossi il presidente degli Stati Uniti, non la utilizzerei.

L’utilizzo della batteria è un altro punto debole di questo progetto. Calcolando i passi in background (per usare una parolaccia da smanettoni) ha la necessità di tenere sempre attivo il gps, ed oltre a rappresentare un problema per la privacy, ne rappresenta uno per il consumo di batteria. Testandola, ci si accorge che questo consumo è di molto minore rispetto a tante altre app che sfruttano il gps, ed è evidente che il team di sviluppatori stia lavorando a migliorare questo aspetto ancora di più ma non basta.

Infine, non scaricatela se credete che possa essere una fonte di guadagno seria, restereste delusi, in quanto 1,00 Sweatcoin vale circa 0,05 $. Facendo qualche rapido calcolo possiamo scoprire che, avendo un massimo di 20,00 crediti accumulabili al giorno camminando, si può arrivare a 1,00 $. Per fortuna esistono altri due modi per accumulare e velocizzare il raggiungimento dei vari obbiettivi: come dicevamo l’invito degli amici, e il trasferimento del proprio credito verso qualcun altro. Quest’ultimo molto interessante per provare a velocizzare la raccolta e collaborare con i propri amici.

Meno male che SweatCoin c’è

Questo progetto è l’ennesimo esempio di come stiano cambiando le cose grazie alla tecnologia nel mondo del commercio. Si fanno soldi regalando soldi, e questo è un incredibile paradosso a pensarci. Le collaborazioni che app del genere riescono a raccogliere si moltiplicano e sembrano dare frutti interessanti. In Sweatcoin si possono “acquistare” prodotti di brand tecnologici, vestiario, app, ricariche di noti e-commerce, e tanto altro. Al raggiungimento di 20.000 crediti si può ricevere un Iphone XS, o un buono viaggio da 1000 $ in collaborazione con tour operator internazionali.

Il mercato è in continua mutazione, si comprano oggetti camminando, scattando foto e pubblicandole sui social, giocando ai videogames o svolgendo altre azioni che in passato avremmo pensato di svolgere gratis. L’importante, però, sarà non perdere di vista la vita reale tra qualche tempo, pur rimanendo aggiornati su tutte le novità tecnologiche che ci miglioreranno la vita.

Buona passeggiata.

Luca Vizza

Appassionato di web, social e cultura pop. Amo in particolare il favoloso mondo di Youtube, il buon cinema, il web marketing e la carbonara scientifica. Villain work in progress.

Articoli correlati

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close

Adblock Rivelato

Per favore, aiuta la nostra crescita disabilitando l'adblocker