Anime e Cartoni

Gli 11 Momenti più Tristi negli Anime e nei Manga

Molti dei capolavori degli anime non si potrebbero definire tali senza un colpo di scena o una morte prematura ed oggi voglio dedicare una classifica ai momenti - secondo me - più tristi

Quanti di voi hanno pianto guardando un anime? Ammettiamolo! La cosa che più si adora degli eroi è vederli Fallire, Cadere, Morire combattendo.

Molti dei capolavori degli anime non si potrebbero definire tali senza un colpo di scena o una morte prematura ed oggi voglio dedicare una classifica ai momenti – secondo me – più tristi. Non vi aspettate la morte di ragazzine over powered o la morte di Ace (la più stupida secondo me nel mondo degli anime).

Gli 11 Momenti più Tristi negli Anime e nei Manga

Ho voluto raccogliere gli 11 momenti più tristi di cui ho la certezza abbiano fatto commuovere il 99% delle persone che abbiano visto quella determinata scena. Attenzione perché l’articolo conterrà moltissimi spoiler

Top 11 – Sacrificio di Giulietta (Romeo x Juliet)

Romeo x Juliett è secondo me uno degli anime più sottovalutati della storia.

Ripercorrendo la tragedia di William Shakespeare in chiave fantasy assistiamo alla lotta tra Capuleti e Montecchi in una città fluttuante: Neo Verona.

Come nell’opera originale anche nell’anime non si ha un lieto fine e si assiste al sacrificio di Giulietta allo scaligero – per salvare il mondo come lo conosceva – abbracciando il corpo del suo bel Romeo privo di vita. Una scena che ha sempre strappato più di una lacrima.

Top 10 – La morte di Lelouch (Code Geass)

Dopo aver unificato tutte le nazioni ed essere diventato imperatore indiscusso del mondo, Lelouch viene assassinato pubblicamente.

Muore per mano di Suzaku Kururugi travestito da zero sotto suo stesso ordine. O forse no? Questo si deciderà più avanti con un’altra serie.

Ad ogni modo la vita di Lelouch si “conclude” tra le braccia dell’amico che piangendo accetta l’onore di sopportare il fardello di vestire i panni di Zero da ora in poi.

Top 9 – La morte del Dr. Hilik (Onepiece)

I Flashback dei personaggi di Onepiece sono pieni di momenti tristi. In piccoli corti – si fa per dire visto che certi flashback sono vere e proprie serie – ci fanno affezionare a determinati personaggi che sappiamo moriranno a breve.

Questo è il caso del padre adottivo di Chopper, il Dr. Hilik. Lo scapestrato medico clandestino curava controvoglia i pazienti del regno di Drum dove la medicina era un solo privilegio del re (non fatemi raccontare tutta la storia).

Affetto da un male incurabile, scopriamo l’amore che prova per quell’ingenuo di Chopper quando lo accoglie con se, gli insegna la medicina e per farlo contento beve una zuppa fatta con funghi velenosi la cui renna parlante credeva potesse curarlo.

Malconcio e dolorante cadrà nella trappola di re Wapol e sotto lo splendido accompagnamento dell’Ave o Maria di Schubert, ricorderà a tutti che il suo sogno verrà portato avanti da altri, urlerà che ha avuto una vita meravigliosa e si farà esplodere per non morire a causa della zuppa velenosa di Chopper e lasciare questa colpa all’amato figlio. Senza dubbio il momento più triste di tutto Onepiece (fino ad ora… Ma è ancora in corso!!!)

Top 8 – L’addio di Apollo (Aquarion)

Un’altra opera sottovalutata che viene considerata “fratellino di Evangelion” anche se si ispira a Getter Robot. Per tutta la serie ci viene detto che i due protagonisti, Apollo e Silvia, sono la reincarnazione di Apollonius e Celiane e sono destinati ad innamorarsi ancora e stare insieme.

Nelle battute finali di questo anime, Apollo (di cui parliamo anche della sua controfigura classica), il fratello di Silvia Sirius e l’angelo delle tenebre Toma, si sacrificano per salvare il mondo.

Nel suo ultimo saluto, Apollo bacia Silvia garantendole che a costo di aspettare altre 5000 anni si sarebbero rivisti… Purtroppo le serie che hanno seguito Aquarion era meglio non aspettarle!

Top 7 – ll ritrovamente di Miki (Devilman)

Devilman è un’opera breva, ma intensa. Cosa che i nuovi Fan di Devilman Crybaby non riescono a capire. Che sia nel manga o nell’anime c’è una costante, Akira perde Miki.

Qui parliamo di Manga e di anime, ed è una vera pugnalata al cuore assistere al momento in cui Akira ritrova il corpo di Miki fatto a pezzi. Soprattutto dopo che lui si era ripromesso di proteggerla da tutto e tutti.

Ancora adesso causa brividi la scena di lui che stringe a se il viso dell’amata. Dal 72 ad oggi una delle scene più tristi.

Top 6 – La storia dei fuochi d’artificio (Gintama)

Gintama è strapieno di momenti divertenti e combattimenti mozzafiato. Ma c’è un altra cosa che contraddistingue il successo dell’anime: I momenti tristi.

In una delle prime puntate, l’agenzia tutto fare è chiamata a fare la guardia ad un vecchietto arzillo e smemorato che tenta di scappare di casa ed abbandonare la moglie prossima alla morte.

Tutti credono che, ormai rincoglionito, si rifugi creando quei fuochi d’artificio che lo hanno reso ricco e famoso… Invece, il ricordo della moglie era così forte da battere la malattia e voleva regalarle uno spettacoli di fuochi d’artificio come ultimo saluto. Nell’anime, tutto dura 15 minuti, ma la puntata è così bella da generare commozione ancora adesso.

Top 5 – La morte di Kamina (Sfondamento dei cieli Gurren Lagann)

Kamina è stato uno dei personaggi che ha portato al successo l’anime di Gurren Lagann. Per noi tutti era l’indiscusso protagonista… Fino alla sua morte nell’episodio 8.

Dopo che la procace Yoko confessa a lui il suo amore, Kamina viene colpito dal nemico distratto da Simon – durante la battaglia successiva – in un momento di poca concentrazione.

Il sacrificio di Kamina è stato il colpo di scena più inaspettato di tutto l’anime ed ha permesso agli altri personaggi di crescere e diventare più forti.

Top 4 – La morte di Spike (Cowboy Bebop)

Cowboy Bebop è uno di quegli anime che tutti amano e definiscono capolavoro. Poteva mancare una bella morte alla fine?

Tutta la serie è costellata da momenti tristi e strazianti, ma la morte di Spike alla fine è il picco più alto di tutta l’opera.

Dopo aver ucciso l’antagonista ed aver fatto i conti con il suo passato, uno Spike ferito e provato – che abbiamo imparato ad amare – si trascina verso l’uscita dell’edificio, scenario dell’ultima battaglia.

Osserva le persone armate di fronte a se, solleva la mano simulando una pistola con le dita ed esclamando con un ultimo sorriso un “bang” ironico, crolla al suolo esanime.

Come si fa a non piangere mentre la telecamera ci regala un’ultima inquadratura al nostro eroe con quel sottofondo musicale d’eccezione?

Top 3 – La fine di WolfRain

Wolf Rain è un altro anime molto sottovalutato. Nel corso della storia impariamo ad amare ogni protagonista con i loro pregi e difetti e speriamo fino all’ultimo che riescano a proteggere Cheza, la fanciulla del fiore.

Invece il nobile Darcia, che più di tutti vuole raggiungere il Rakuen, uccide tutti uno ad uno in uno scontro finale che ci lascia l’amaro in bocca.

Non era importante se il vostro preferito fosse Kiba, Hige, Tsume o Toboe… Alla fine non sopravviverà nessuno…

Top 2 – La morte di Nicholas D. Wolfwood (Trigun)

Trigun è un altro capolavoro che nessuno considera. E pensare che anni prima trattava gli stessi argomenti di Death Note, ma con un ambientazione e personaggi più maturi… Va beh.

Se c’è una certezza quando si parla di Trigun è che non può non piacervi il reverendo Nicholas D. Wolfwood.

L’orfano divenuto emissario di Dio per prendersi cura di altri orfani sin da subito ha un carattere che cozza con quello del protagonista Vash the Stampide.

Al contrario di Vash lui è disposto ad uccidere quando c’è da proteggere un innocente, ma alla fine l’amico riesce a fargli capire che esistono vie per proteggere tutti.

Peccato che quella volta in cui ci proverà morirà. Il suo ultimo discorso, inginocchiato di fronte l’altare della chiesa confessandosi al signore è uno dei momenti più commoventi di tutti gli anime.

Top 1 – La morte di Rocky Joe (Ashita No Joe)

La morte di Rocky Joe resta -secondo me e molti altri- il momento più triste di tutti. Che si parli di anime o manga, Rocky Joe ha segnato più di una generazione e la sua morte ha lasciato tutti a bocca aperta.

La scomparsa di Joe è considerato il momento più significativo di tutti i manga, e lo vediamo in un unica vignetta senza baloon. Dopo che il capestrato Joe aveva deciso di affrontare il campione, aveva imparato a preoccuparsi del prossimo ed aveva confessato il suo amore alla ragazza che amava, si siede al suo angolo dopo un bellissimo incontro.

Sotto il silenzio degli spettatori che fino a poco prima applaudiva la sua dignitosa sconfitta Joe si spegne come molti altri pugili prima di lui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close
Close