International Protection, come interpretare questo codice?

Il codice IP (International Protection) è una convenzione per individuare il grado di protezione degli involucri dei dispositivi elettronici. Ma come si interpreta? Ecco una breve guida

Vuoi comprare un nuovo telefono? Ma non vuoi rischiare di portarlo con te al mare per paura del contatto con sabbia ed acqua? Ti affidi ad Internet, ma ti trovi circondato da sigle, e tra processori, memoria, connessioni ed impermeabilità non riesci più a fare ordine (per esempio Come distinguere tra IP65, IPX8, eccetera)? Una breve guida all’International Protection, potrebbe esserti utile.

Il codice IP (International Protection) è una convenzione per individuare il grado di protezione degli involucri dei dispositivi elettronici (i nostri smartphone per esempio) contro la penetrazione di agenti esterni di natura solida o liquida (vedi polvere, sabbia o acqua).

C’è una bella differenza fra un telefono che sopravvive a qualche goccia di pioggia o ad una caduta in acqua: come tutti i codici, basta scoprire come vengono generati per capire se il tuo smartphone è da buttare per un solo tuffo accidentale o se tornerà a funzionare come prima;

Si fa riferimento alla prima cifra dopo il prefisso per gli agenti solidi (sabbia e polvere):

0_ nessuna protezione

1_ contro corpi solidi di dimensioni massime di 5 cm   

   …a diminuire fino alla… 

6_ l’involucro è totalmente protetto contro la polvere e contro l’accesso con un filo (questa è la classificazione di praticamente tutti i telefoni che girano sul mercato in questo momento).

La seconda cifra indica la protezione contro la penetrazione dei liquidi:

0_ nessuna protezione

1_ caduta verticale di gocce d’acqua (pioggia lievissima)

2_ caduta di gocce d’acqua con un’inclinazione inferiore a 15 gradi

3_ contro la pioggia (anche forte e mista a vento)

4_ spruzzi d’acqua (gavettoni)

5_ getti d’acqua (mai caduto nel lavandino mentre ti lavi i denti?)

6_ contro le ondate

7_ immersione (tra 15 cm e 1m per un massimo di 30 minuti)

8_ sommersione (fino a 3 m di profondità, continuamente per un massimo di un’ora)

9_ da immersioni permanenti in acqua

9K_ da getti d’acqua ad alta pressione ed alta temperatura fino a 3 metri di profondità, continuamente per un massimo di un’ora (usata per macchinari dell’industria prevalentemente alimentare)

Ciò che può farvi giocare il telefono (come è successo a me per fare un video in piscina) è la differenza tra IP 67 e 68; non dimenticatevi che esistono anche delle cover per tenere al sicuro da acqua e polvere i vostri dispositivi digitali (per pochi euro, tra l’altro).

Ecco quali sono i telefoni più importanti aggiornati alla scorsa estate e la loro protezione:

 

Samsung Galaxy S8, S8 Plus       IP68

iPhone 7, 7 Plus                          IP67

LG G6                                          IP68

HTC U11                                      IP67

Sony Xperia XZ Premium            IP65

 

Comunque quasi a volersi parare il c**o, i danni da liquido per Apple non sono coperti dalla garanzia: se l’iPhone 7 o suo rispettivo successero, smettessero di funzionare a causa di un contatto con un liquido, Apple non rimborsa niente. Anche perché resistenza a spruzzi, acqua e polvere non sono condizioni permanenti, ed essa potrebbe diminuire a seguito della normale usura del cellulare.

Sapevi già interpretare l’International Protection? Ti è mai successo di bagnare o perdere nella polvere il tuo smartphone? Raccontaci un po’ come è andata. Qui, nei commenti 🙂

 

Giovante

Tra i primi ad affacciarsi sul nuovo millennio, scrive con ponderzione e riserva spazio all'occhio scientifico; si muove a suo agio tra musica, scienza e lettura, senza tralasciare il suo lato bambinesco

Articoli correlati

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close
Close

Adblock Rivelato

Per favore, aiuta la nostra crescita disabilitando l'adblocker